È ricomparsa la fabella, l'osso primordiale sparito con evoluzione

Secondo uno studio, la presenza della fabella è triplicata nelle persone adulte di tutto il mondo

Il corpo umano è definito da una serie di numeri: oltre ai 32 denti, abbiamo 24 costole e 206 ossa. O almeno questa dovrebbe essere la norma, perché capita che ci siano persone che ne abbiano un numero superiore, per esempio due costole in più o una vertebra lombare in aggiunta. Ma ora, sembra che si sia aggiunto un altro osso in più: la fabella, un osso primordiale, che con l'evoluzione era scomparso. Infatti, secondo uno studio riportato sul Journal of Anatomy ed effettuato dai ricercatori dell'Imperial College di Londra, negli ultimi 100 anni (dal 1918 al 2018) la presenza della fabella nel corpo umano è triplicata: nel 1918, solamente l'11% della popolazione la possedeva, mentre nel 2018 la percentuale è salita al 39%.

La fabella (dal lativo faba, granello) si trova dietro il ginocchio e, nelle scimmie, funzionava come una sorta di seconda rotula, per aumentare la forza della gambe. Con l'evoluzione, però, questo ossicino era scomparso nel genere umano, ricomparendo solo negli ultimi anni. Il motivo del ritorno della fabella non è chiaro, ma secondo alcuni studiosi, potrebbe dipendere dalla trasformazione dell'uomo, che oggi tende ad essere più alto e robusto, causando maggior peso al ginocchio.

La scoperta della sua ricomparsa permette di rendere più facile ricondurre alla fabella alcune patologie, come dolori alla parte posteriore del ginocchio: in questo caso basterà rimuovere l'ossicino per risolvere il problema.

Commenti

nova

Lun, 29/04/2019 - 10:57

''Fabella os genu'' - l'hanno refertata anche e me. E lì dietro al mio ginocchio ci sarebbe anche la cisti di Baker.

gneo58

Lun, 29/04/2019 - 11:31

alla regressione culturale si aggiunge la regressione fisica - siamo a posto ! comincero' a costruirmi una casa sull'albero.

GioZ

Lun, 29/04/2019 - 12:41

Oggi la popolazione, per problemi di peso e scarso moto, ha più problemi al ginocchio di prima e quindi si sottopone agli esami, facendo "salire" la percentuale dei rilievi, non certo della realtà. In pratica, ciò che prima non era rilevato, oggi lo è. Ma esisteva anche prima. Il confronto deve essere fatto tra quantità di referti e quantità di fabelle rilevate negli stessi esami, non con la popolazione mondiale, includendo anche chi non si è mai sottoposto all'esame del ginocchio.

titina

Lun, 29/04/2019 - 12:49

x nova. La cisti di Baker l'ho anch'io, come faccio a sapere se ho la fabella?

Spaccaossa

Lun, 29/04/2019 - 14:31

Mi piacerebbe che i giornalisti fossero un po’ più precisi nell’uso dei termini anatomici. Si dice costa e costato. La costola lasciamola al lavoro del macellaio.

nova

Lun, 29/04/2019 - 15:26

La fabella (asintomatica) si rileva con Rx che cent'anni fa Roengten aveva appena inventato. La cisti di Baker, peraltro quasi sempre asintomatica, è rilevabile all'ecografia.

Ritratto di pascariello

pascariello

Lun, 29/04/2019 - 19:43

Immagino che stia ricomparendo tra i trogloditi del terzo mondo, quelli che rappresentano il regresso dell' umanità, quelli che gli acCoglioni nostri vogliono qui a tutti i costi ....