Rigenerazione dei Capelli, la Calvizie si cura senza chirurgia

Rigenerazione dei Capelli, è la frontiera attuale per combattere la calvizie. Ma è necessaria un’azione coordinata e non isolata ad una sola tecnica

Rigenerazione dei Capelli, non è fantascienza ma è Scienza. Una nuova consapevolezza consente di fare i passi giusti al momento giusto ed evitando quelli sbagliati.

Ma è davvero possibile rigenerare i capelli? Ne parliamo con il Dott. Conti, direttore scientifico di HairClinic, società leader nelle Biotecnologie applicate alla cura della calvizie.

La Rigenerazione Follicolare o Rigenerazione dei Capelli, è un atto fisiologico naturale. Finché il follicolo è attivo e ricettivo, in molti casi, è possibile assistere ad una rigenerazione e ricrescita dei capelli. Ma questo risultato si può promuovere, raggiungere e soprattutto mantenere, solo attraverso un’azione coordinata e completa. Mirata sulla calvizie del singolo paziente.”

Rigenerazione dei Capelli: Dott. Conti, ma è così complessa la calvizie, tanto da essere una vera patologia?

Chi soffre di Calvizie lo sa molto bene, parliamo di una vera patologia multi-fattoriale e molto complicata, le cause più comuni come DHT o Prostaglandina PGD2, sono sempre associate ad altre concause totalmente personali che vanno ad alimentare le cause scatenanti.

Pensate ad un secchio pieno d’acqua, ma bucato in più punti. Mettendo una toppa su uno o due di quei fori, non bloccheremo mai l'acqua che fuoriesce dagli altri fori. Per arginare la dispersione dell'acqua è necessario coprire molto bene e al massimo delle possibilità consentite tutti quei fori, o perlomeno, la maggioranza di essi. Le dinamiche della calvizie sono davvero molto simili, non c'è una sola causa, ma una moltitudine di cause che lavorano insieme.

Questo piccolo esempio può far capire più velocemente perché, contro la calvizie, bisogna agire in modo completo. Di fatto non esiste una sola calvizie, esiste la propria calvizie e ognuna con una sua storia.

Compreso che si tratta di una patologia multi fattoriale, è facile capire che non esiste una sola cura della Calvizie, e nemmeno non è pensabile che sola una tecnologia o metodo siano in grado di avvolgere la problematica nella sua complessità. Per farlo, serve un azione coordinata e Multidisciplinare e mai limitata ad una singolo ingrediente.

Rigenerazione dei Capelli: Quali forze sono in campo per risolvere al meglio la calvizie o alopecia?

Se fino a poco tempo fa l’autotrapianto capelli era considerato, in modo improprio, “la cura della calvizie”, oggi la storia insegna che la sola chirurgia non può in alcun modo interagire con le cause della calvizie, se non si agisce su una vera base di salute i risultati estetici dell’autotrapianto non sono quasi mai duratauri e belli da vedere, si fatto l’autotrapianto non basta per risolvere la calvizie.

Senza questa premessa l’autotrapianto non è quasi mai una soluzione completa e duratura e di fatto viene ripetuto più e più volte.

Tralasciando l’autotrapianto di capelli per i motivi spiegati brevemente sopra, e la cosmetica da banco, come shampoo o filale, le armi disponibili e concrete per la curare la calvizie, oltre ai farmaci conosciuti, sono date dalla Medicina Rigenerativa autologa che ha come peculiarità l’assenza di effetti collaterali.

Negli ultimi anni questa branca della Scienza medica copre un ruolo determinante per affrontare il problema in più punti. In ordine di evoluzione e potenzialità troviamo: PRP Capelli, Metodo Rigenera e hCRP Sonicato.

Ognuna di queste metodiche ha delle potenzialità, ma nessuna di esse può lavorare in solitaria, per combattere la calvizie serve un’azione Multidisciplinare avanzata, e l’hCRP Sonicato, oltre ad essere un passo avanti rispetto alle altre metodiche, ha proprio questa sostanziale differenza, rispetto alle altre tecniche.

Rigenerazione dei Capelli: Dott. Conti che differenze ci sono tra queste metodiche?

Vi descrivo velocemente i pro e contro di ognuna:

Il PRP Capelli classico, è la metodica “più vecchia”, ha lanciato la Medicina Rigenerativa applicata nella cura della calvizie. Sfrutta i Fattori di Crescita presenti nel nostro sangue, per stimolare i follicoli piliferi silenti. Se lo paragonassimo ad un telefono, è come la prima versione di uno smartphone.

  • Pro: non è invasivo, è privo di controindicazioni, crea una buona stimolazione “post trapianto di capelli”, è utile per un recupero più veloce della zona donatrice e per migliorare l’attecchimento degli innesti.
  • Contro: la qualità cellulare isolata con il metodo classico a microprovette è bassa, fattore comunque dipendente dalla macchina di separazione utilizzata. Nel primo anno deve essere ripetuto molte volte, e dal secondo anni ogni 4 mesi come mantenimento. Se non è eseguito in anestesia locale, è abbastanza doloroso. Non è una cura completa.

Il Metodo Rigenera, da circa 10 anni viene eseguito da molti medici in associazione con il trapianto di capelli, è una metodica interessante che permette di usare le Cellule Staminali del Follicolo Pilifero e del tessuto cutaneo. Per farlo è necessario asportare i follicoli del paziente esattamente come avviene in un trapianto, oltre al bulbo deve essere prelevata anche una parte di tessuto cutaneo accanto ad esso, di circa 2 millimetri. Il materiale autologo viene sminuzzato in cluster tessutali di pochi micron, solitamente associati al PRP. Il concentrato viene immesso sotto cute esattamente per come avviene nel PRP.

  • Pro: significativa presenza di diverse Cellule Rigenerative autologhe. Favorisce la rigenerazione dei tessuti e migliora il recupero post trapianto.
  • Contro: è metodo da noi considerato invasivo. Di di fatto è un vero micro-intervento chirurgico. Il più delle volte sono necessari punti di sutura nella zona di prelievo. Non è una cura completa. È assolutamente necessaria l’anestesia. In HairClinic è incluso, e senza costi aggiuntivi, nel trapianto di capelli, ovviamente per chi lo desidera.

hCRP Sonicato, entra in campo l’eccellenza. È di fatto la metodica di separazione cellulare ematica più avanzata e disponibile nel panorama medico internazionale. Sfrutta al massimo delle possibilità le Cellule ad altissima capacità rigenerativa presenti nel sangue. A differenza del PRP classico, la separazione è gestita da un lettore ottico automatizzato, che scarta tutto quello usato nel PRP classico ed isola solo un gruppo di Cellule estremamente selezionate e realmente necessarie alla Rigenerazione Cellulare. A differenza del Metodo Rigenera, hCRP non è invasivo non lascia alcun segno o punto di sutura. A differenza degli altri due metodi, nella parte infiltrativa il Protocollo di hCRP usa uno strumento brevettato che possiede un micro-ago calibrato. È un approccio indolore, non crea traumatismi o danni ai follicoli, non richiede l’anestesia.

  • Pro: la più alta presenza di Cellule ad alta capacità Rigenerativa da prelievo ematico. Non invasivo, massimo rispetto per i follicoli, indolore e massima sicurezza di sterilità grazie alla separazione cellulare a circuito chiuso.
  • Contro: anche questa potente tecnologia non può agire da sola, serve un azione completa e selettiva. Ecco perchè hCRP è inserito nel Protocollo Multidisciplinare bSBS.

Rigenerazione dei Capelli: Dott. Conti, in HairClinic quale metodica applicate?

Inizio col dirle cosa non applichiamo e perché, il PRP classico non lo eseguiamo da circa 8 anni, la sua moltitudine di ripetizioni e la bassa qualità cellulare non era per noi, e soprattutto per il paziente, una strada percorribile nel lungo periodo. Il Metodo Rigenera oltre ad essere abbastanza invasivo, non è sostenibile applicarlo come cura. Difficilmente una persona desidera farsi incidere la cute più volte, ma soprattutto nessuna di queste metodiche rappresenta una soluzione completa.

Senza dubbio ai nostri pazienti applichiamo la tecnologia meno invasiva, più moderna e performante, ovvero l’hCRP Sonicato, Come già detto si tratta dell’eccellenza nelle tecnologie di separazione cellulare.

Ma attenzione! Vi ricordate quando abbiamo paragonato la calvizie ad un secchio d’acqua che perde in più punti? Se avete afferrato questo concetto, vi verrà facile capire il perché nemmeno la più potente tecnologia, o una sola azione terapeutica fine a se stessa, potrà mai coprire tutti i buchi del secchio.

Solo un azione coordinata e multidisciplinare può interagire con le varie cause e concause della calvizie. Non una sola “toppa”, ma un insieme di forze capaci di chiudere al meglio tutti i buchi del secchio, impedendo la fuoriuscita dell’acqua.

Ed è per questo che hCRP Sonicato non lavora in solitaria, ma fa parte del più avanzato e selettivo Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa.

Rigenerazione dei Capelli: Dott. Conti quali risultati si possono ottenere con l’Approccio Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa?

L’Approccio Multidisciplicare consente di non limitare l’azione ad una sola metodica, ma associa le tecnologie più avanzate presenti nel panorama medico internazionale, tra cui l’analisi più selettiva disponibile (genomica e membrana cellulare), la più potente azione anti-infiammatoria, l’attivazione degli essenziali fibroblasti ritenuti “la chiave di volta” nella cura della calvizie, la Matrice ExtraCellulare nativa liquida, un follow-up costruito sul singolo individuo fino a portarlo alla stabilità del suo massimo risultato. Tutto questo rende l’approccio imparagonabile a qualunque altro metodo.

Proprio la massima rigenerazione e i massimi risultati li riscontriamo sul Diradamento diffuso o localizzato, situazioni di sofferenza follicolare e miniaturizzazione del follicoli, alopecia con diradamento sparso, situazione che riguarda il 93% circa dei nostri pazienti. Sui follicoli non atrofici e ricettivi, promuove una rapida inversione della miniaturizzazione del follicolo, situazione necessaria per l'aumento della densità e la massima rigenerazione e ricrescita autologa.

Rigenerazione dei Capelli, Dott. Conti, quindi l’autotrapianto si può evitare?

Un fatto da tener conto è che l’autotrapianto non è adatto a tutti, nei casi di diradamento ad esempio può creare un danno, più che un beneficio. Non andrebbe nemmeno pensato in età giovanile e deve sempre essere supportato da una cura ad-personam.

Onore all’autotrapianto quando parliamo di calvizie molto avanzate, ma anche in quei casi l’autotrapianto di capelli non basta, ed è sempre da evitare come prima scelta.

Queste sono le linee guida imperative da tenere bene a mente, in alternativa le persone che si sottopongo ad un autotrapianto senza queste prerogative, lo ripeteranno più volte con risultati estetici abbastanza “approssimativi” e difficilmente naturali. Per rispondere alla sua domanda, in moltissimi casi l’autotrapianto non solo si può evitare… ma si deve evitare!

Rigenerazione dei Capelli: Dott. Conti, quale tipo di persona si rivolge a voi?

In generale, tutte le persone che abbiano deciso di agire concretamente sulla propria calvizie possono farlo, a patto che essa sia ancora recuperabile. Una forma di calvizie come quella del commissario più famoso della TV, il buon Montalbano, non può essere trattata in alcun modo, ma non per questo Luca Zingaretti, che lo interpreta alla perfezione, ha meno fascino di un capellone!

I nostri pazienti, sono persone selezionate e sempre alla ricerca del meglio. Assenza di invasività e dolore, assenza di effetti collaterali e controindicazioni, massima sicurezza e ripresa immediata alla vita sociale, al sole, al mare e allo sport (anche agonistico). Queste peculiarità, non semplici da trovare, sono proprio tutto ciò rende l’intero Protocollo imparagonabile a qualunque altro metodo.

Riassumendo, per raggiungere un risultato completo è necessario un approccio differente.

La parola d’ordine nella cura della calvizie non è “magia”, ma: “Approccio Multidisciplinare Avanzato”, un Protocollo serio, che rispetti l’unicità del paziente e capace di fornire solide basi di salute, alte possibilità possibilità di successo, al fine di raggiungere il migliore risultato clinico e alto valore estetico.

A voi la scelta!