Un'analisi del sangue per individuare cinque tipi di tumore

Quando il cancro si sviluppa in una di queste aree, un gene specifico (ZNF154) cambierebbe la sua struttura chimica

Cancro al colon, allo stomaco, ai polmoni, al seno e all'utero. Sono questi i cinque tipi di tumore che, secondo i ricercatori, avrebbero una sorta di "marchio di fabbrica" che potrebbe essere possibile rintracciare con una semplice analisi del sangue, permettendo una diagnosi molto rapida e alla portata di tutti.

Secondo gli scienziati del National Human Genome Research Institute, la scoperta potrebbe portare allo sviluppo di un test del sangue che riesca a individuare questi tumori, alcuni anche molto aggressivi, nei loro primissimi stadi. Una diagnosi precoce potrebbe salvare milioni di vite.

Stando a quanto riportato nello studio, pubblicato sul "The Journal of Molecular Diagnostics", quando il cancro si sviluppa in una di queste aree, un gene specifico (ZNF154) cambierebbe la sua struttura chimica.

Questa trasformazione viene chiamata metilazione, un processo che prevede una modificazione epigenetica del DNA. Gli scienziati hanno osservato che, quando una persona si ammala di cancro, avvengono molte più attività di metilazione.

Più il DNA è metilato (zone di ipermetilazione), come si verifica in alcune zone di DNA tumorale, più si riduce l’attività di un gene. "Trovare un 'marchio' distintivo in questa fase è come cercare un abete in una pineta", ha spiegato la dottoressa Laura Elnitski.

"Era una sfida - ha continuato la ricercatrice - ma siamo riusciti ad individuare un marchio caratterizzato da un’elevata metilazione intorno al gene ZNF154, presente solo nei tumori. Nessuno nel mio team ha dormito la notte successiva alla scoperta. Eravamo così eccitati di aver identificato questo possibile biomarcatore".

Dopo questa scoperta, gli scienziati potranno ora mettersi a lavoro per mettere a punto un particolare test del sangue in grado di rilevare lo stesso fenomeno osservato dagli studiosi.

Commenti

giovauriem

Lun, 08/02/2016 - 15:48

questa è una delle 100(loro) verità che ci diranno nel 2016 a proposito della lotta al cancro ,sono 50 anni che dura questa storia , infinita , e siamo , ancora , quasi a zero nella conoscenza di queste malattie .

yulbrynner

Lun, 08/02/2016 - 17:24

giuovauriem propri oa zero non direi da quando e' stato mappato il genoma umano si son fatte tante scoperte in campo medico.. se c'eri dormivi.

Andrea.B

Lun, 08/02/2016 - 19:15

Ma possibile che scriviate solo di quello che ci sarà un giorno e non pensiate minimamente di scrivere su ciò che già c'è!!? La Xeptagen questi kit per l'analisi precoce del tumore li vende già e funzionano. L'unico difetto è che è italiana e quindi non interessa ai giornalisti.

Andrea.B

Lun, 08/02/2016 - 19:17

Cari giornalisti cercate in Italia, a Mestre !! Questi prodotti ci sono già

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Mar, 09/02/2016 - 07:24

Evidentemente, gli scienziati del National Human Genome Research Institute, che hanno messo a punto un esame del sangue, economicamente-politicamente-corretto, per scoprire dall'inizio un tumore localizzato in 5 sistemi biologici (e per gli altri?), non sono aggiornati. Infatti, ignorano il Reale Rischio Congenito di cancro, dipendente dal Terreno Oncologico. E' chiaro che non hanno letto nemmeno la mia datata Intervista al Giornale: http://www.ilgiornale.it/news/io-l-idraulico-corpo-sento-rischio-tumore.html. Una domanda agli scienziati USA del National Human Genome Research Institute: "Come arruolare i morituri per questo screening, cioè prevenzione secondaria: il tumore è già in atto?". Forse l'esame va fatto a TUTTI annualmente! Commento in rete anche nel mio blog.

giovauriem

Mar, 09/02/2016 - 08:43

yulbrinner , come al solito prendi fischi per fiaschi , ok non siamo a zero ma a 1 su 10 , a proposito di dormire ...Sveglia !!!