A San Babila 12 piani di lusso tra moda, design e buon cibo

L'altra faccia della crisi. Da una parte, i negozi che chiudono o che sono costretti ad anticipare i saldi per sopravvivere. Dall'altro, multistore e shopping center dedicati al mercato del lusso che aprono in pompa magna ristrutturando interi palazzi, ex cinema, e persino edifici storici. E non solo in centro, vista la recente inaugurazione del primo «oriental mall» in Paolo Sarpi, cinque piani con tanto di spazio benessere, abbigliamento e giochi. Tutto italiano invece, a quanto pare, il progetto in fase di ultimazione in via Borgogna, a un passo da San Babila: un centro commerciale di dodici piani che occuperà l'edificio che attualmente ospita il noto marchio di abbigliamento Bryan & Barry, e che potrebbe a tutti gli effetti (con tutto il rispetto per la Rinascente) il vero Harrod's di Milano.
Proprio Bryan & Barry, il multibrand fondato dalla famiglia Zaccardi farà da capofila al nuovo megastore che, sulle orme dell'esperienza di «Excelsior» in corso Vittorio Emanuele, sarà suddiviso per categorie, tra moda, design, high tech, gastronomia e ristorante. Il palazzo che ospiterà questo centro del lusso è in fase di ristrutturazione da aprile, per i necessari lavori di adeguamento, e in base ai pronostici sarà completato entro settembre per essere inaugurato al pubblico a novembre.
Costo dell'operazione: dieci milioni di euro per un progetto di oltre 5600 metri quadri su dieci piani open space e una terrazza dalla quale si potrà dominare il panorama di Milano. Piano interrato e piano terra saranno dedicati all'abbigliamento maschile classico e sportivo di Brian and Barry, il multimarche che per il periodo dei lavori si è dovuto trasferire in due temporary store sempre in via Borgogna e che aspetta di poter tornare nella propria sede originale.
Primo e secondo piano tutti al femminile con la moda e i prodotti di cosmesi per la bellezza. Terzo piano rivolto al design e quarto al luxury, orologi, mobili e veri pezzi d'arte. Quinto piano riservato all'high-tech e ai nuovi ritrovati della tecnologia, dai cellulari agli stereo, dai tablet ai computer. Sesto e settimo piano dedicati al cibo e al vino, specialità italiane riconosciute in tutto il globo, con ampi spazi riservati a grandi marche come Lavazza e una vastissima scelta enogastronomica internazionale. Il ristorante occuperà l'ottavo e il nono piano, decimo piano con terrazza per il lounge bar. Un restyling totale che guarda al futuro, per farsi trovare pronti all'appuntamento del 2015, all'Expo che chiamerà milioni di visitatori da centinaia di nazioni nel mondo. La città della moda e del design messa a dura prova da una quantità di persone mai sperimentata in passato. Una vetrina prestigiosa che questo store del lusso vuole sfruttare a pieno.