La «Santa Barbara» si riapre alla gente per la festa delle forze armate

Il gran finale milanese per la festa dell’Unità nazionale e delle forze armate è previsto per oggi con fanfare militari, mostre, atti dinamici, lancio di parà, sorvolo di aerei e concerto serale. Uniformi usate durante i conflitti all’estero sono in esposizione da alcuni giorni in piazza Mercanti e in piazzetta Reale. In piazza Duomo la tenda dell’esercito continua ad attirare molti visitatori. Protagonista la caserma «Santa Barbara» dove, dopo l’alzabandiera solenne delle 9,30, il pubblico potrà meglio conoscere esercito, marina, aviazione, Carabinieri e Guardia di finanza attraverso il contenuto dei loro padiglioni espositivi. Alle 11,30, nell’area di addestramento adiacente la caserma, verrà simulato un atto tattico con gli obici FH 70 in dotazione al reggimento, cui seguiranno una dimostrazione dei Carabinieri cinofili, il riconoscimento di materiali esplosivi e il recupero di personale con un elicottero AB412 della Guardia di Finanza. L’aeronautica farà la sua apparizione con il sorvolo di due F16 e due Tornado, poi sarà la parte della Marina con un elicottero multiruolo EH101. Alle 14,30 in piazza Duomo, il ministro della Difesa Ignazio La Russa di fronte a un battaglione di formazione schierato per gli onori appunterà la croce d’argento al valore dell’esercito sulla bandiera di Guerra Del 10° reggimento genio guastatori di Cremona. La suggestiva cornice all’encomio sarà assicurata dagli incursori del Comsubin che si paracaduteranno sulla piazza con fumogeni tricolori. Infine le fanfare chiuderanno con l’inno nazionale e l’ammainabandiera. La conclusione delle celebrazioni alle 20 all’Auditorium comunale di Largo Mahler, con il concerto di fanfare militari e tamburini della Scuola militare «Teulié».