Schettino: "Addoloratoe affranto per le vittime"

Il legale del comandante della Costa Concordia: "E affranto e profondamente turbato". In carcere è sottoposto a grande sorveglianza. <strong><a href="/cronache/facebook_offese_capitanoultimo_annuncio_a_minutila_nave_sara_vicina_giglio/isola_giglio-costa_concordia-comandante_francesco_schettino/16-01-2012/articolo-id=567231-page=0-comments=1" target="_blank">Presa d'assalto la sua pagina Facebook</a></strong>

"Affranto, costernato, addolorato per le perdite umane e fortemente turbato per l’accaduto". E' questa la fotografia di Francesco Schettino che Bruno Leporatti, il suo difensore, consegna ai cronisti. "Con la manovra di emergenza il comandante Schettino ha salvato numerose vite umane" prosegue il legale del capitano della Costa Concordia. "È tuttavia confortato dalla consapevolezza di aver mantenuto in quei frangenti la lucidità necessaria per attuare una difficile manovra di emergenza che, conducendo la nave su un basso fondale, ha di fatto salvato - ha spiegato Leporatti -, la vita di tante persone, ospiti ed equipaggio".

Schettino al momento è rinchiuso nel carcere di Grosseto controllato non "a vista" ma sottoposto a "una grande sorveglianza" come ha preciastao  il provveditore toscano all’Amministrazione carceraria Maria Pia Giuffrida.