Sciopero Alitalia, cancellati metà dei voli

Sciopero di 24 ore del trasporto aereo e gravi disagi per i passeggeri nella giornata del 21 maggio

Caos per i passeggeri di Alitalia, la compagnia aerea ha cancellato circa la metà di tutti i voli previsti nella giornata di oggi e di alcuni della mattina di mercoledì 22 maggio, a causa dello sciopero del personale del trasporto aereo.

Per limitare i disagi Alitalia ha annunciato l'attivazione di un piano straordinario tramite l'impiego di aerei più capienti per voli nazionali e internazionali con la previsione di ricollocare il 60% dei viaggiatori coinvolti dalle cancellazioni sui primi voli disponibili nella stessa giornata del 21 maggio.

La protesta è stata indetta dalle sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, e chiama in causa piloti e assistenti di volo, i tecnici della manutenzione e il personale di terra, anche delle compagnie Blue Air e Blue Panorama, ad esclusione dei dipendenti dell'Enav, oltre agli addetti all'handling, al catering e quelli delle gestioni aeroportuali.

La Filt-Cgil, ha spiegato che lo sciopero è stato dichiarato unitariamente «per la grave situazione occupazionale del trasporto aereo, per dare un futuro certo ai lavoratori di Alitalia, per il rinnovo del contratto nazionale di settore, per una legislazione di sostegno al settore e per il finanziamento strutturale del Fondo di solidarietà del trasporto aereo».

Alitalia invita tutti i passeggeri interessati a verificare lo stato del proprio volo sul sito oppure chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero). Su Alitalia.com sono inoltre pubblicate informazioni sul rimborso del biglietto o sulla possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 28 maggio.

Commenti

cgf

Mar, 21/05/2019 - 12:57

complimenti, credono sia ancora natale