La scoperta: omeopatia efficace contro il tumore al seno

Un centro specialistico di Huston annuncia: la prima sperimentazione dimostra che alcuni rimedi danno risultati "promettenti"

Alcuni rimedi omeopatici, testati per la prima volta in laboratorio su cellule di tumore al seno, hanno rivelato un effetto positivo nel contrastare la malattia. Se l'uso delle ultra-diluizioni dei prodotti naturali, impiegati in omeopatia, suscita interesse e controversie nella comunità scientifica, ora da un recente studio in vitro arrivano nuovi dati sull'attività di questi rimedi "dolci", in particolare in campo oncologico.
Il lavoro è firmato dal team di Moshe Frenkel dell'Integrative Medicine Program-Unit del Department of Molecular Pathology dell'University of Texas M.D. Anderson Cancer Center (Houston) e pubblicato sull' "International Journal of Oncology". Condotto in laboratorio su due linee cellulari di adenocarcinoma e su cellule di tessuto sano, la ricerca mostra che i rimedi testati hanno "elevati effetti citotossici" nei confronti delle cellule cancerose, cosa che non accade nel caso dell'epitelio sano. Il team di studiosi spiega che l'azione dei rimedi omeopatici sembra simile a quella del paclitaxel, un chemioterapico usato per trattare il tumore al seno. Il tutto senza effetti tossici sulle cellule normali. L'esperimento è stato ripetuto almeno due volte per ciascun rimedio testato: Carcinosin, Conium maculatum, Phytolacca decandra e Thuja occidentalis.
Gli effetti maggiori, riferiscono gli autori, sono stati registrati con Carcinosin e Phytolacca. I ricercatori sottolineano che "i rimedi omeopatici ultra-diluiti testati in questo studio sono promettenti", anche se naturalmente "sono necessari ulteriori sperimentazioni in vitro", per verificarne gli effetti.