Scoperto il più piccolo pianeta esterno al nostro sistema solare

Il pianeta si trova ad una
distanza di 3mila anni luce da noi, ha una massa tre volte
quella della Terra e orbita intorno alla stella. Gli studiosi: "La superficie potrebbe essere
interamente coperta d’acqua"

È stato scoperto il più piccolo pianeta esterno al Sistema Solare che ruota intorno ad un stella simile al Sole in quanto a composizione ma molto più piccola. La scoperta si deve a un gruppo di ricerca coordinato da David Bennett dell’universita di Notre Dame che ha sfruttato la tecnica della lente gravitazionale ed è stata annunciata al convegno della Società americana di astronomia in corso a St. Louis nel Missouri.

Il pianeta siglato con MOA-2007-BLG-192Lb, si trova ad una distanza di 3.000 anni luce da noi, ha una massa tre volte quella della Terra e orbita intorno alla stella MOA-2007-BLG-192L, così piccola che nel suo nucleo non vi è stata energia sufficiente per l’innesco della fusione nucleare. Grande solo il 6% del Sole, la stella è una nana bruna ed è la più piccola "mamma" di un pianeta individuata finora. La distanza fra i due oggetti è simile a quella che separa Venere dal Sole e sebbene la stella sia mille volte più debole del Sole, non è escluso, secondo gli astronomi, che le temperature siano come quelle terrestri.

"Il calore interno generato dalla decadenza radioattiva - osservano - potrebbe essere sufficiente per rendere la superficie calda come quella della Terra, una teoria che suggerisce anche che la superficie potrebbe essere interamente coperta d’acqua".