Scossa di terremoto in Piemonte: 3,9 gradi

La terra ha tremato alle 14,39.
Il sisma è stato di magnitudo 3,9. La l'epicentro, secondo
i primi dati, è tra Asti e Torino, nella zona di Bra. Molta paura, gente in strada ma nessun danno 

Torino - Scossa di terremoto in Piemonte, dove la terra ha tremato alle 14,39. Il sisma è stato di magnitudo 3,9. Lo rileva la Protezione civile che riferisce come, dalle prime notizie, i comuni coinvolti sono Bra, Sanfré e Pocapaglia, tutti in provincia di Cuneo. L'epicentro, secondo i primi dati, è tra Asti e Torino, nella zona di Bra.

La scossa è stata avvertita anche a Torino. verso la periferia meridionale ci sono state persone che sono scese in strada. "Stavo seduta sulla sedia - dice un'impiegata della centralissima stazione ferroviaria di Porta Nuova - quando, all'improvviso, mi sono sentita come scrollare". Una donna, nella zona del lungo Po, ha spiegato di aver sentito "vibrare violentemente le tapparelle" e di avere udito "un rumore come se qualcuno stesse cercando di entrare in casa".

Paurra anche ad Asti e ad Alba (Cuneo), dove un residente racconta: "stavo lavorando al computer seduto a uno sgabello. All'improvviso mi sono sentito spingere in avanti, verso il bancone. E' durata un paio di secondi".

Dalle prime rilevazioni non risultano segnalazioni di danni. Una sola richiesta di verifica statica di edificio è giunta finora al comando dei vigili del fuoco di Torino. La richiesta proviene da Carmagnola (Torino), cittadina a pochi chilometri dal punto in cui è stato localizzato l'epicentro. Una seconda proviene da Lanzo (Torino), un centro che però si trova nelle montagne verso la parte nordoccidentale della provincia. Molto numerose sono state le telefonate dei cittadini ai vigili urbani. "Alla luce dei primi dati - spiegano alla centrale - abbiamo cercato di essere rassicuranti il più possibile. Noi non abbiamo invitato nessuno a uscire di casa, ma nemmeno lo abbiamo sconsigliato".