Se per la giudice la frode fiscale vale più di 4 donne violentate

La vera storia del maniaco ancora in libertà: la magistrata non ha avuto il tempo di scrivere le motivazioni. Era impeganata ad accelerare il processo contro Berlusconi

Di qua il processo lampo a Silvio Berlusconi. Di là il processo lumaca a uno stupratore, che rimane in li­bertà anche se condannato, perché le motivazioni della sua sentenza non sono state mai scritte. In mezzo ai due proces­si, lo stesso giudice: Alessandra Galli, che ha diretto a tappe for­zate il pr­ocesso d’appello al Ca­valiere per i diritti tv. Ma che nel frattempo, nonostante sia pas­sato un intero anno, non ha tro­vato il tem­po di scrivere le moti­vazioni della condanna del vio­lentatore. Così riparte la pole­mica sulle due velocità della giustizia. Ed è inevitabile chie­dersi: dovendo proprio sceglie­re, era più urgente processare Berlusconi o portare a compi­mento il processo al violentato­re?

Una risposta la si può cercare leggendo gli atti del processo al maniaco. Che non vi appare co­me un violentatore sporadico, ma abituale se non addirittura seriale. È stato accusato di ave­re colpito anche all’interno del proprio nucleo familiare, abu­sando della propria figlia. E poi ha preso di mira soggetti fragili che si affidavano a lui per guari­re con l’ipnosi dall’ansia e dalla depressione. Cosa accadesse loro durante le sedute di ipnosi, le pazienti lo hanno scoperto molto tempo dopo, quando so­no state convocate dai carabi­nieri. Era accaduto che il figlio del medico aveva visto sul com­puter del padre delle foto a me­tà strada tra l’esplicito e lo scon­volgente. Le aveva segnalate al­la madre. E la madre aveva fatto partire la denuncia contro il ma­rito: comprensibilmente sconvolta, anche perché a una delle vittime il medico aveva fatto in­dossare la biancheria intima della propria figlia.

Interrogate, le pazienti aveva­no negato con forza che quel ti­po di terapia facesse parte degli accordi col medico. Che così era stato incriminato perché «in esecuzione di un medesimo diseg­no criminoso in diverse circostanze di tempo costrin geva X a subire degli atti sessuali approfittando dello stato di inferiorità della persona offesa, consistenti in atti di masturba­zione e di penetrazione vagina­li». Il dottore viene incriminato anche per i maltrattamenti alla moglie e alle figlie.

Alle vittime del medico, la giu­stizia mostra da subito la sua faccia meno efficiente. La de­nuncia è del 2004, ma il proces­so di primo grado si tiene solo nel 2009, a cinque anni di di­stanza. E si conclude con la con­danna solo per i maltrattamen­ti in famiglia: gli stupri non so­no ritenuti tali, perché non è provato che, sebbene ipnotiz­zate, le vittime non fossero con­senzienti. La procura e la procu­ra generale fanno appello e ot­tengono che la Corte d’appello condanni l’imputato per tutti i capi d’accusa. Ma la Cassazio­ne il 24 novembre 2011 ordina un nuovo processo. Ed è a quel punto che il fascicolo approda sul tavolo della seconda sezio­ne penale della Corte d’appello milanese, e viene assegnato al giudice Alessandra Galli.

Il processo d’appello a Berlu­sconi per i diritti tv è di là da veni­re, perché in quel momento è ancora in corso il giudizio di pri­mo grado. Così il processo al medico viene fissato e celebra­to con solerzia. Il 20 luglio del­l’anno scorso la seconda sezio­ne della Corte d’appello mila­nese ricondanna l’imputato a sette anni di carcere. A dover stendere le motivazioni della condanna è il giudice relatore, Alessandra Galli. Cosa accada a quel punto non si sa. Di fatto, i tre mesi concessi dal codice passano senza che la dottores­sa depositi la sentenza. Così si arriva a ottobre, e qui il destino del medico si accavalla con quello di Berlusconi. Il 27 otto­bre il Cavaliere viene condan­nato in primo grado. Ai difenso­ri ven­gono concessi solo 15 gior­ni per presentare i ricorsi. Il pro­cesso d’appello viene assegna­to alla Corte presieduta da Ales­sandra Galli. Bisogna fare in fretta, perché la prescrizione in­combe. Il 18 gennaio si apre il processo d’appello al Cavalie­re. E il processo al medico, che nel frattempo è a piede libero, passa nel dimenticatoio.

Ed è ben vero che l’accusa di stupro aggravato si prescrive in quindici anni, e quindi qualche tempo c’è ancora. Ma intanto il condannato è libero, anche se il reato che ha commesso è di quelli che per il codice impon­gono un trattamento più seve­ro.

Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 12/07/2013 - 08:35

Un utilizzo della comparazione errato

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 12/07/2013 - 08:36

Non sapete più a cosa aggrapparvi per difendere l'indifendibile.

poitelodico

Ven, 12/07/2013 - 08:42

Cosa c'è di strano? Questa è l'Italia, paese di cialtroni, fannuloni, menefreghisti, farabutti, mafiosi, corrotti, politici e giudici falsi e incompetenti...W L'ITALIA! Per fortuna sono nato e vivo in Svizzera, tutto questo marciume lo vedo solo da lontano!

egi

Ven, 12/07/2013 - 08:43

La speranza è l'ultima a morire

gisabani

Ven, 12/07/2013 - 08:50

Se un imputato(presidente, medico...)fosse innocente e lui stesso ritiene di avere ragione a che serve essere processato presto o tardi? In 83gg o 10 anni? Anzi meglio gia' domani mattina per fare vedere che lui ha fretta di Giustizia.Morale: tutti i giudici italiani non possono essere comunisti. Non lo sono tutti neppure quelli in Russia.

mister_B

Ven, 12/07/2013 - 09:03

premesso che non conosco gli atti processuali del medico violentatore, volevo comunque segnalare al signor Fazzo che il medico non è a piede libero perchè la motivazione non sono state depositate, ma probabilmente perchè non sono state ritenute applicabili la misura della custodia cautelare in carcere. quindi la scrittura della motivazione col medico a piede libero non c'entra nulla.

Alberto Gammi

Ven, 12/07/2013 - 09:04

Questo paragone non regge, innanzitutto perche' il reato di stupro non rischia di andare in prescrizione, cosa che "dimenticate" sempre di ricordare (se la cassazione non si esprime entro il 30 luglio parte del reato di B va in prescrizione e si dovrebbe ripartire da capo). Poi il reato del "violentatore" risale al 2004, i reati di B. partono da molto prima, come si puo' dire la giustizia ha avuto fretta con lui? 20anni non bastano? E in ultimo lo "stupratore" non siede in parlamento, non rischia di ripetere il reato, non e' capo di un partito, non blocca il parlamento per i suoi capricci e non rischia di rovinare un intero paese. Berlusconi e' l'unico italiano che si lamenta che la giustizia sia veloce (visto che la giustizia non funziona per qualcuno, non deve funzionare neanche per lui!?!).

lamwolf

Ven, 12/07/2013 - 09:10

I due volti della giustizia: persecutorio quello politico garantista quello del violentatore avanti la prossima vittima tanto.....

_uno qualunque_...

Ven, 12/07/2013 - 09:11

Certo certo, però finchè non ha accelerato i tempi del processo berlusconi nessuno se ne importava del processo allo stupratore, finchè non ci dà fastidio la lasciamo lì, chissenefrega dello stupratore libero, poi, quando ci dà fastidio perchè accelera il processo berlusconi impedendo che vada in prescrizione (che per voi è un'assoluzione completa) allora spulciamo il suo passato, la attacchiamo per la cosa che sussiste non da poco ma prima chissene e la tacciamo di comunismo. ma a voi , lettori, non vi dà un po' fastidio st'atteggiamento poco giornalistico?

xgerico

Ven, 12/07/2013 - 09:14

Ma come! Ieri era un medico dentista ed oggi è un medico che faceva l'ipnoterapia?! hummmmmm.........

Frid54

Ven, 12/07/2013 - 09:40

"non è provato che, sebbene ipnotiz­zate, le vittime non fossero con­senzienti."??? Qualcuno potrebbe spiegare allora per quale motivo si facessero ipnotizzare (SE fossero state consenzienti)? Forse per non godersela neanche??? QUESTA E' LA GIUSTIZIA ITALIANA!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 12/07/2013 - 09:44

Ma questo secondo titolo dedicato alla giudice è un'opinione o una denigrazione? Se è un'opinione anche io dico la mia "per berlusconi valgono più gli interessi personali che la sorte di milioni di persone"

gisabani

Ven, 12/07/2013 - 09:57

In breve:ogni processo fa storia e motivo(presto/tardi)a se stesso.Quindi inutile fare giornalismo che non lo e'. Non credo che Alessandra Galli sia la giudice comunista e neppure le altre 2 sue colleghe.Solo che quando un imputato non sa cosa dire allora si attacca al "tram".

michele lascaro

Ven, 12/07/2013 - 09:57

Una sola osservazione, a parte le mie considerazioni sul giudice descritto, identiche a quelle del Dott. Fazzo. Dott. Fazzo si dice IL giudice, Il sindaco ecc, perché conta il ruolo e/o la funzione, non il sesso. Ho sentito qualche persona nota, in un programma radio del pomeriggio dire: la giudicia (orrore!). Oggi, comunque , è invalso l'uso di accordare i nomi al femminile, per cui si vedono questi risultati, anche se da tempo si dice, per es. la dottoressa, lo faccio anche io che sono medico, ma è sbagliato secondo le vecchie regole della grammatica italiana. Cordiali saluti.

tonipier

Ven, 12/07/2013 - 09:58

" IL POTERE NELLE MANI DI POCHI" Chi controlla i controllori? peggio ancora quando la democrazia degenera nella indegenza della partitocrazia, come è accaduto in Italia dove la conseguita guarantigia di indipendenza dal potere esecutivo ha accelerato la caduta dei giudici nella soggezione ai partiti, nella indipendenza dal più tirannico centro di potere illegittimo.

hectorre

Ven, 12/07/2013 - 10:11

prima o poi scopriranno che essere di sx è una malattia...spero curabile!

ipsidigsi

Ven, 12/07/2013 - 10:12

ma cosa c´entra questo paragone. Questo non nasconde il fatto che un processo debba essere fatto. Sei pulito? fatti processare

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Ven, 12/07/2013 - 10:15

Non c'e' PEGGIOR sordo di chi NON vuol sentire.

bruna.amorosi

Ven, 12/07/2013 - 10:18

ci mancherebbe anche : vogliamo mettere le due cose ? con l'evasione si parla di soldi e..guarda caso con quelli viene pagata anche questa sirena dei magistrati ,con gli stupratori lei che c'entra ? lei mica va per la strada buia ,lei va con le sirene sparate .e forse avrà anche qualche gorilla che la difende . ..

Fab73

Ven, 12/07/2013 - 10:20

Si, si. Ok. Va bene. Magari è pure tutto vero (nonostante l'articolo sia di Fazzo...) Alla mia domanda però nessuno ha ancora risposto: E se Berlusconi fosse colpevole?

Ritratto di infantozzi mario

infantozzi mario

Ven, 12/07/2013 - 10:21

quando in un incidente muore un bambino una persona cio che dici è,cosa mi dispiace,e torni al tuo tram tram quotidiano.solo quando una disgrazia del genere capita a tè allora ti rendi conto dlla gravita dell'accaduto.voglio dire che tutto cio che sta succedendo a berlusconi domani puo succedere a chiunque,dobbiamo fermare questo sistema corrotto e politicizzato al più presto.

Angelo48

Ven, 12/07/2013 - 10:22

mister_B: mi perdoni, ma come pretende di esser credibile quando è lei stesso ad affermare che non conosce bene gli atti processuali?? E poi: non può usare formule dubitative scrivendo "probabilmente" e concludere con formule affermative sostenendo che " la motivazione col medico a piede libero non c'entra nulla." Oltretutto, dovrebbe leggersi e studiare cosa prevede il codice in questi casi prima di scrivere imprecisioni!

maubol@libero.it

Ven, 12/07/2013 - 10:23

Poverina ha fatto gli straordinari per condannare Berlusconi, non può fare tutto! Andiamo in massa a firmare i referendum dei Radicali, è ora di dire basta a questa CASTA.

gianni71

Ven, 12/07/2013 - 10:25

Scrive il giornalista:"Ed è ben vero che l’accusa di stupro aggravato si prescrive in quindici anni, e quindi qualche tempo c’è ancora....." Caro Luca Fazzo , se tu frequentassi un pò di più le Procure e meno i salotti milanesi, capiresti che la risposta ai tuoi quesiti è tutta lì, in quella frase seminascosta nel tuo articolo. Adesso lascio ai bananas la possibilità di fare commenti demenziali. Mi auguro che lo pubblichiate questa volta!

no b.

Ven, 12/07/2013 - 10:27

io mi chiedo come mai tutta questa paura per un processo frettoloso se tanto berlusconi è innocente. Perchè è innocente, vero?

Ritratto di laky

laky

Ven, 12/07/2013 - 10:27

La giustizia non è eguale per tutti !! La vera casta resta quella dei magistrati: presuntuosi ed infallibili -------

Angelo48

Ven, 12/07/2013 - 10:28

Alberto Gammi: egregio sig. Alberto, ho l'impressione che sia lei a proporre comparazioni dissimili ed inapplicabili tra loro. Questo articolo, tende unicamente ad evidenziare come il giudice Galli abbia applicato alla lettera le norme previste dal codice nel caso di Berlusconi, e come non le abbia applicate nel caso del medico. Non c'entra nulla la prossima prescrizione per l'ex premier con la lontana prescrizione per il medico. La Legge va applicata in entrambi i casi senza distinzione personale e sociale alcuna!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 12/07/2013 - 10:48

Caro Alberto Gammi, se poi guardiamo l'importo "evaso" (con le virgolette perché esso discende da un'interpretazione restrittiva della norma) è ben minima cosa se paragonato all'evasione totale commessa in Montepaschi, dove c'è pure un cadavere di mezzo, e gli importi evasi totalmente sono decine di migliaia di volte superiori. Dunque, se tanto mi dà tanto: 4 anni a Berlusconi e 4 ergastoli a D'Alema? Ma non ti sembra che si stiano allargando un po' troppo certi arrampicatori sociali della Magistratura?

meverix

Ven, 12/07/2013 - 11:01

Forse la Cassazione potrebbe annullare il processo, e farlo rifare (e quindi inevitabilmente prescrivere) se i ricorrenti fanno notare che, per finire nei termini, i giudici non hanno chiamato in aula i testimoni che la difesa aveva richiesto di ascoltare per far discolpare il Berlusca. Se poi Berly non era più presidente di Mediaset, il processo eventuale dovevano farlo a carico di altri soggetti.

Ritratto di Markos

Markos

Ven, 12/07/2013 - 11:10

In epoca passata Giorgio Almirante nel MSI preferiva candidare solo avvocati , la motivazione ? difendere il partito dalla magistratura militante , all'epoca il MSI per la magistratura Italiana era il coperchio buono che poteva coprire ogni pentola.

Ritratto di Markos

Markos

Ven, 12/07/2013 - 11:16

Come al solito i tanti militanti della sinistra che scrivono in massa su questo giornale di destra , nei loro giornali evidentemente non possono scrivere , si arrampicano sugli specchi per giustificare la galera per Berlusconi , e non si accorgono che in Italia viviamo in una anarchia totale , tutti fanno come gli pare compresi i 15.000.000 di clandestini che senza autorizzazioni , senza documenti , si sono intrufolati in mezzo a noi e fanno i cazzi loro .

hectorre

Ven, 12/07/2013 - 11:16

quando anche i sinistrati capiranno la gravità della situazione,forse e dico forse,si potrà mettere mano ad una riforma radicale della giustizia....mi vengono i brividi se penso a personaggi come di pietro,ingroia,de magistris,woodcock..ecc...ecc........povera italia.

Ritratto di Markos

Markos

Ven, 12/07/2013 - 11:24

Scusate , ma non vi fa paura un organizzazione statale come la magistratura in Italia , che agisce in completa autonomia senza rendere conto a nessuno , che si autogoverna , stabilisce come esercitare la azione penale come dove e quando....si fa le leggi.. le sentenze creano un predente da applicare successivamente in altri processi. stabilisce i propri stipendi ,SI AUTODISCIPLINA , SI AUTO SANZIONA , MANCO LA GESTAPO AVEVA QUESTI POTERI....

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 12/07/2013 - 11:26

Ridi ridi giudice, mia nonna diceva RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO.!!!!!!

leggeuguale

Ven, 12/07/2013 - 11:34

Rispondo a no b., per dirgli che probabilmente non ha ancora capito, o fa finta di non capire, come tanti, che il problema non è l'innocenza o la colpevolezza di Berlusconi, nei cui confronti già esiste una presunzione di innocenza (a proposito, ma vi pare normale e deontologicamente corretto che certi "giornalisti" diano già per avvenuta la condanna di un citttadino che ancora deve rappresentare le sue ragioni di fronte al giudice di ultima istanza? E noi dovremmo pagare fior di quatrini a questi signori della informazione democratica di sinistra - perché la RAI, caro Floris, la paghiamo anche noi, lo sai, è vero?, quando c'è gente, quella gente comune le cui miserie sono da lui ipocritamente utilizzate a fini di bassa propaganda politica, muore letteralmente di fame), ma dell'applicazione assurdamente discrezionale della legge da parte di qualche magistrato, che invece non deve essere consentita, perché, è bene ripeterlo ancora un a volta, la legge non appartiene ai magistrati, che debbono solo e sempre servirla, come recita solennemente la Costituzione, da loro e da certe forze politiche tanto invocata, quando fa comodo.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 12/07/2013 - 11:41

Caro luigipiso, se tu avessi studiato Ragioneria capiresti che l'unica speranza di salvezza per 'Italia che sta affondando si chiama Berlusconi.

peroperi

Ven, 12/07/2013 - 11:58

E' uno sporco lavoro ma qualcuno dovra' pur farlo. Di questo passo si richiederanno dei giudici specialisti in Berlusconismo.

giusto1910

Ven, 12/07/2013 - 12:03

Secondo me tutti gli italiani nel corso della loro "vita fiscale" hanno evaso, potendo, poco, tanto o tantissimo. A volte si dichiara meno in una compravendita immobiliare, a volte (quasi sempre) non si richiede la fattura da idraulico, decoratore, tappezziere, parrucchiere, gioielliere, che a loro volta, con insegnanti statali, dentisti, medici, fisioterapisti, avvocati etc. etc. non la emettono. Se Berlusconi ha evaso il fisco (dopo aver versato tasse per miliardi di euro al fisco italiano) di un importo notevole ma che rapportato ai suoi giri di affari risulta di poche unità percentuali, qual'é il motivo per cui la magistatura (rossa) lo vuole in galera? E' inutile arrampicarsi sui vetri: il berlusconicidio é solo una volontà politica. Interessante sarebbe conoscere le vere identità di chi ha costruito il meccanismo infernale dell'"esecuzione" politica e civile di Berlusconi. La sentenza arriverà a breve. Ma l'idea che la maggioranza degli italiani ha di questa vicenda é chiara: Berlusconi deve sparire per non ostacolare la "dittatura" della sinistra italiana! Penso, e spero, che i mefistofelici autori della persecuzione di Berlusconi otterranno l'effetto contrario.

Zizzigo

Ven, 12/07/2013 - 12:19

Non hanno mai effettuato controlli psichiatrici, né quelli più banali della integrità civile, morale ed umana, a nessuno dei dipendenti dello Stato!

Angelo48

Ven, 12/07/2013 - 12:24

gianni71: lei in modo irrispettoso (cosa che avviene spesso quando posta), giudica i nostri commenti demenziali. Si da il caso però, che la demenzialità è quasi figlia della supponenza e lei - di questa ...virtù - ne dimostra di averne tanta. Non c'entra nulla la scadenza prossima della prescrizione con la genesi dell'articolo di Fazzo; il "vulnus" giuridico quel magistrato lo compie quando non rispetta la Legge in tema di invio della motivazione. Nel caso di Berlusconi, è stata ligia al dovere; nel caso del medico (e la lista di casi come questo è lunghissima)ha disatteso le norme. Abbiamo quindi un magistrato che applica la Legge a fasi alterne. Se lei frequentasse un po' di più le Procure e si affidasse meno ai "pennivendoli" delle sue testate preferite, capirebbe che l'accostamento tra i 2 casi fatto dall'articolista, non è assolutamente improprio. Giudichi pure ora la mia risposta demenziale; da parte mia ritengo il suo intervento inadeguato!

franco@Trier -DE

Ven, 12/07/2013 - 12:53

con la frode fiscale si danneggia la nazione ovvero 60 milioni di cittadini italiani non solamente quattro donne.Gisabani lui rimanda sperando in un miracolo.

Ritratto di sitten

sitten

Ven, 12/07/2013 - 13:11

No, non è possibile che la magistratura è composta da simili fannulloni che non hanno tempo per scrivere una sentenza. A casa di corsa, e senza mensile!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 12/07/2013 - 13:14

Ai giudici dovrebbero fare controlli psichici annuali. Ne vedremo delle belle.

tiptap

Ven, 12/07/2013 - 13:22

I comportamenti aberranti di un numero crescente di giudici sono ormai arcinoti, ma bisogna continuamente ricordare e sottolineare questa realtà aberrante perché gli italiani, stuprati nell'intelligenza e nel cuore dal cosiddetto "progressismo", dispensatore di menzogne, non sanno piú guardare al di là della punta delle loro scarpe.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Ven, 12/07/2013 - 13:29

dici bene ipsidigsi , se il giudice che ti sta processando avesse la coscienza pulita e non fosse già tutto stabilito-----------

Ritratto di Ulisse Di Bartolomei

Ulisse Di Bartolomei

Ven, 12/07/2013 - 13:34

A prescindere dal fatto che la violenza pesa anzitutto su chi la subisce, chi la "pesa" dal lato etico magari da una comoda scrivania, è tutt'altro paio di maniche. Non mi addentro sulle connotazioni religiose, ma per un marxista le sole donne meritevoli di spendersi in loro difesa, sono quelle "comuniste combattenti"! La stigmatizzazione della violenza su ogni individuo, a prescindere le sue convinzioni, è una proiezione etica del cristianesimo concettuale... (badare bene... non quello cattolico.

moshe

Ven, 12/07/2013 - 13:34

Ogni volta che sento parlare della giustizia italiana, mi aumenta la voglia di cambiare paese. La giustizia italiana è buona solo per rom, sinti, delinquenti ed extracomunitari.

moshe

Ven, 12/07/2013 - 13:35

Cosa dicono le femministe sinistroidi in proposito?

GUGLIELMO.DONATONE

Ven, 12/07/2013 - 13:36

Magistrato da circo equestre! Con quel sorriso da clown farebbe furore!

xgerico

Ven, 12/07/2013 - 13:51

@GUGLIELMO.DONATONE - Lei è l'ennesima dimostrazione dell'elettorato, confacente alla sua persona!

Cosean

Ven, 12/07/2013 - 13:56

@ Markos per rendere ancora più democratica la Magistratura devi rendere più autonoma la Magistratura! Se invece la vuoi rendere Politica devi metterla sotto il controllo della Politica. Credo che tu abbia le idee molto, molto confuse! A meno che tu intenda proprio che sia meglio che la Magistratura venga controllata da te!

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Ven, 12/07/2013 - 13:58

UN GENTILE OMAGGIO AI SINISTROIDI "PROFESSORI IN LEGGE" MENTRE VOI GONGOLATE ECCO COME OPERA LA GIUSTIZIA PER CHI NON SI CHIAMA S. BERLUSCONI !!!!!! Tutti a concentrarsi sulla celerità con cui la Cassazione si prepara a giudicare la vicenda Mediatrade del Cavaliere. E intanto altrove la giustizia continua a fare schifo. Due scarcerazioni che gridano vendetta. Lunedi un killer ergastolano di Napoli, Luigi Ferrara, veniva liberato per scadenza dei termini di fase e martedì, sempre a Napoli, un altro elemento di spicco della criminalità organizzata campana (S. Maggio del clan Mazzarella) era liberato per inosservanza dei parametri fissati dalla legge nella tempistica della custodia cautelare.

Kupo

Ven, 12/07/2013 - 14:08

franco@Trier-DE infatti la frode danneggia tutti gli Italiani, come quella messa in atto dalla tedesca Idem tua connazionale. Aspettiamo ancora commenti sul delinquente tedesco che ha sputato addosso a un ragazza Italiana e ne ha ucciso poi il fidanzato.Non mi pare che la grande giustizia tedesca abbia ancora trovato il colpevole.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 12/07/2013 - 14:22

@moshe: bravo, ma cambi paese alla svelta!

Ritratto di romy

romy

Ven, 12/07/2013 - 14:40

Io non mi meraviglio più di nulla ormai,ma si sappia chiaramente,che il giorno in cui Berlusconi dovesse essere cancellato dalla politica Italiana,semmai verrà quel giorno?allora tutta l'Italia economica e non sola precipiterà in un burrone senza fine,avvitandosi su se stessa,ed a nulla,potranno servire,le grida e quanto altro in Suo favore.Siamo alla vigilia di una nuova "mani Pulite"nei confronti di Berlusconi?,forse?,ma le vie del Signore sono infinite.......Berlusconi ha,per il momento,postecipato di circa 20 anni alcuni accadimenti politici ed economici in Italia e quindi in Europa,che,a loro volta,hanno rallentato il destino dell'intero Mondo,per come lo conosciamo adesso,sul quadrante della storia degli eventi e dei Popoli.Cosa dire se non un grande grazie al grande Silvio,ed anche eliminandoLo dallo scacchiere degli eventi,ci sarà chi prenderà il suo posto,per continuare la lotta a favore dei Popoli tutti.........

picchioni anna

Ven, 12/07/2013 - 14:42

A prescindere da Berlusconi, come donna, ma anche come vittima della miopia di certi tribunali, non posso che approvare quanto scritto. Consiglio di leggere o di rileggere la farce de Maitre Pathelin il cui anonimo autore, con grande ironia, si prendeva gioco del giudice che, non capendo niente nel processo (qui n'y comprend goutte) e volendo ritornare all'argomentazione principale ripeteva fino all'esasperazione: Revenons à nos moutons, espressione da allora entrata a far parte del vocabolario francese. L'autore non era nemmeno tenero con gli avvocati e con i legulei in generale che rendevano ingarbugliato, lento e macchinoso l'iter processuale. Eravamo alla fine del tardo Medioevo; di tempo ne è passato, ma, a parte l'introduzione della tecnologia, sembra che non sia cambiato molto...

gianni71

Ven, 12/07/2013 - 14:42

@..Angelo48.. lei continua a non capire....Di questo me ne farò una ragione.

semprecontrario

Ven, 12/07/2013 - 15:03

allora non avete capito perche' il processo su Berlusconi vale di piu' la magistrata FARA' una velocissima carriera, mica fessa

unosolo

Ven, 12/07/2013 - 15:08

strani atteggiamenti dei giudici , si accaniscono su imprenditori con forti penali e con arresti , altri con il fermo dei macchinari ecc, ecc , dico strani atteggiamenti chi da lavoro è massacrato e deve chiudere le attività ,chi ruba , uccide , stupra , sequestra, e i pirati della strada restano impuniti , forse vogliono che tutte le industrie ITALIANE passino in mani straniere ? vogliono che la nostra nazione sia piena di cattivoni che non lavorano ? a volte viene da domandarselo , quanti imprenditori resisteranno agli attacchi dei stranieri che vogliono comprare i nostri storici marchi aziendali ? Forse la vedo male solo io , o forse in fondo ,,,

precisino54

Ven, 12/07/2013 - 15:18

Qualcuno ha ancora dubbi sulla efficienza della giustizia nostrana? Ogni commento è superfluo e quasi sminuisce l'assurdità delle vicende, ma anche del rigore morale del giudice Galli!

Ritratto di romy

romy

Ven, 12/07/2013 - 15:24

@Angelo48,è una goduria quando sono gli altri da te a trovarsi accusati di tutto e di più e stritolati da un ginepraio di norme antiche e moderne,ecc.ecc.,solo chi afferma cose in buona fede o per ignoranza in merito puo' avere attenuanti?per gli altri e per la legge morale degli uomini, anche questi sono peccati gravi davanti a Dio,e saranno espiati tutti,stanne certo.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 12/07/2013 - 15:33

Sarei curioso di leggere i commenti dei vari luigipiso & C. se al posto delle vittime del maniaco ci fossere state le loro compagne, madri o figlie!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 12/07/2013 - 16:02

#xgerico.Perche, non ci racconti qualcosa sul forteto?, la dove i tuoi kompagni da 35 anni violentavano i minorenni handicappati! Per questi malcapitati la giustizia non cé vero?, Ma ancora non vi vergognate di scrivere le vostre offese su questo giornale?, Vi derubano 28 miliardi in un anno é ancora state lí a difendere partiti é persone che Hanno tradito voi é i vostri ideali?;Certo che bisogna essere dei completi idioti oppure essere pagati per non sentire il fetore che viene dai partiti dei Sinistronzi, Dai Vendola che ha rovinato la Sanitá Pugliese al PDPCI che dalla sua nascita ha solo rubato é intascato milioni di Rubli da Mosca, É adesso ruba 100ia di miliardi di euro all,Italia, Certo che avete motivo di essere "orgogliosi" di questo partito degli alibabá!.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 12/07/2013 - 16:14

Fab73...Lei dimentica il presupposto fondamentale della azione disciplinare: il cittadino italiano è INNOCENTE fino al terzo grado di giudizio...Presumo che per lei tale enunciazione valga per alcuni, e non per altri...ovviamente...E.A.

Angelo48

Ven, 12/07/2013 - 16:35

gianni71: carissimo "paraculo" che non sei altro. Perché non mi aiuti a capire allora? Dall'alto della tua supponenza, credi siano gli altri a non capirti vero? Non sarà per caso che sia tu a non spiegarti bene? Ma nooo, cosa scrivo: uno con la tua cultura, come fa a non spiegarsi bene? Comportamento tipico dei...diversamente intelligenti!!! E nonostante di ciò me ne sia fatto una ragione, continuo imperterrito a confrontarmi con il prossimo a differenza tua!!

Angelo48

Ven, 12/07/2013 - 16:43

romy: caro/a lettore/ce, sinceramente e senza malizia alcuna, le confesso che non ho ben inteso il senso del suo commento a me rivolto. Vuole cortesemente fammi intendere meglio cosa vuole dirmi? Grazie anticipate!

Rossana Rossi

Ven, 12/07/2013 - 16:57

Da certi commenti cretini si deduce che gli italiani hanno la 'giustizia' che si meritano......abbasso Berlusconi che dà lavoro a 60.000 persone e viva gli stupratori che se la spassano poverini.........

citano39

Ven, 12/07/2013 - 17:20

Impotenti di fronte a questo scempio della giustizia.

baio57

Ven, 12/07/2013 - 17:25

@ gianni71 (10,25) - Quindi la giustizia deve essere celere nei riguardi di Berlusconi per il reato di evasione fiscale , e può permettere che uno STUPRATORE stia a PIEDE LIBERO perchè....tanto abbiamo 15 anni per la prescrizione ? E tu lo giustifichi pure ? Di' la verità ,nella sezione dove ti hanno insegnato la democrazzia di baaaase ,hai vinto qualche viaggio premio nei Laogai della Manciuria Cinese,e lì ti hanno catechizzato per bene.

Angelo48

Ven, 12/07/2013 - 17:51

baio57: ecco un altro bananas che non capisce il semplice linguaggio del sig. Gianni. Eppure non è che sia così incomprensibile ciò che egli scrive.Un abbraccio mio caro amico e...porta pazienza di fronte a cotanto senno!!!

moshe

Ven, 12/07/2013 - 17:54

bassfox, il suo acuto intervento fa capire chiaramente da che parte sta; stia attento a non dover incappare in una giustizia così, le rovinerebbe sicuramente la vita.

GUGLIELMO.DONATONE

Ven, 12/07/2013 - 18:08

"xgerico" - Tempo addietro ho avuto l'opportunità di elargirle, gratis, un suggerimento che evidentemente non ha creduto di accogliere, certamente troppo occupato a esternare senza sosta la sua insipienza utilizzando le innumerevoli stupidaggini che il Giornale misericordiosamente pubblica. E allora, nella mia infinita bontà, le rinnovo il consiglio: Vada a Gerico a soffiare nelle sue sfiatate trombette e attenda serenamente che le storiche mura le crollino allegramente addosso. Buona fortuna!

baio57

Ven, 12/07/2013 - 18:47

Angelo carissimo salutoni ! Oggi mi sto divertendo un po' su tutti i fronti,d'altronde quando trovi illuminati sinistri che prestano il fianco ,risulta fin troppo facile. Per quanto riguarda la pelota, cos'è quest'anno volete chiudere il campionato già a dicembre ?

Rombo.Di.Tuono

Ven, 12/07/2013 - 20:04

A tutti coloro che dicono "se B. è innocente, perchè non si fa processare?" auguro di vero cuore un giudice come quello con cui ho avuto a che fare io.

rossono

Ven, 12/07/2013 - 22:06

hectorre Che fa scherza? i sinistrati capiranno?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Ven, 12/07/2013 - 23:54

L'unica differenza è che il Cav è stato presidente del consiglio e protagonista della politica da 20 anni. In un Paese normale ci dovrebbe essere una certa urgenza di fare chiarezza in tempi brevi. Qui invece si protesta se le udienze vengono fissate perchè sotto sotto si vorrebbe far scattare la prescrizione. Speriamo in un'amnistia se la prescrizione non dovesse scattare. Viva l'Italia, viva Berlusconi

acam

Ven, 12/07/2013 - 23:56

io mi faccio una riflessione SE al pd non è rimasto altro che farsi traghettare da un Sindacalista a cui solo le chiacchiere danno gloria, i fatti dicono che ha rovinato i suoi protetti e li ha lasciati in mano ad una inconcludente. SE un partitino riesce a mettere una sciacquettata al timone della CD SE un terzo degli elettori hanno dovuto votare una massa informe senza idee Se un lider da 75% arriva di botto al 25% SE alcuni giornalisti si possono arrogare il diritto di distorcere i fatti SE I Magistrati possono fare il buono o il cattivo e SE esistono molti altri SE che dubitano gli elencati SE, allora è SE non è altro che SE cosa è?

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Sab, 13/07/2013 - 03:14

eppure un referendum era stato fatto,scemi comunisti non ve lo ricordate o vi fa comodo così?

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 05:16

@poitelodico - .... però l'ITALIA ti permette di insultarla su internet ! p.s. Forse in Svizzera sono tutti onesti e disciplinati ? Ma fammi il piacere !!!!!!!!!

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 05:18

@gzorzi - Il solo fatto che tu ti senta in dovere di fare certe affermazioni è una chiara evidenza che tu stesso non hai certezze riguardo al Sig. Berlusconi.

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 05:25

@ALBERTO GAMMI - Lo stupratore non rischia di ripetere il reato ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!? La giustizia non funziona PER QUALCUNO ?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!? FORSE E' MEGLIO CHE TI INFORMI SULLA DURATA MEDIA DEI PROCESSI IN ITALIA !!!

st.it

Sab, 13/07/2013 - 08:45

intanto diciamo che i reati attribuiti al signor penati e regolarmente prescritti dovrebbero quanto meno far pensare che effettivamente la giustizia,se di giustizia si può parlare ha la tempestività che vuole,è fuori controllo e fuori da regole certe: si è eccepito sulla buona fede e non a torto a quanto pare di alti prelati, non si capisce perché non si possa mettere in discussione la discrezionalità di un magistrato, vista poi la facilità con cui sveste la toga entra in politica , viene trombato rimette la toga. Abbiamo la certezza che quel magistrato sia in buona fede? La famosa intercettazione di fassino ha generato un processo e si è giunti ad una sentenza, l'intrallazzo per cui un partito politico si è comprato una banca è rimasto un fatto secondario e trascurabile. Così come smonterà il caso MPS. Avviene da sempre : se vuoi cancellare un crimine basta che tutto venga coperto dal silenzio . I sinistri abbiano almeno la decenza di tacere!!!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 13/07/2013 - 09:39

A beneficio dei "diversamente strabici" lasciatemi aggiungere una cosetta (in due "puntate" che ieri mi piacevano tanto!) che nelle mie precedenti 4 "puntate" a commento dell'articolo di ieri "Cassazione a due velocità: ecco quando non ha fretta" (avrebbero dovuto essere 327, dato il tema trattato -anche se in tal caso, ilGiornale mi avrebbe addebitato le 8 ore di straordinario che i suoi redattori avrebbero dovuto fare per leggersi "la storia infinita" di quante volte la sinistra ha beneficiato di una magistratura almeno cieca-sorda-muta quando non evidentemente schierata...-) che non ho menzionato: MANI PULITE. Sanno tutti ed è innegabile che dalla storiaccia delle inchieste di "Mani Pulite" siano stati colpiti esclusivamente esponenti politici della DC o del PSI e che nessun esponente di spicco del PCI sia stato anche solo sfiorato... naturalmente perché erano tutti santi e innocenti! Le storie delle Coop Rosse, del MpS, di Penati e compagnia bella sono venute tutte dopo... prima, al Pci, bastavano i finanziamenti dell'URSS e sicuramente tutte le persone dotate di occhi e cervello credevano (e credono) alla "favoletta per bambini scemi" che nessun deputato o rappresentante del comunismo nostrano aveva mai-mai-ma-proprio-mai intrallazzato per arricchire se stesso e/o il partito rosso! Certo, furono indagati anche Marcello Stefanini (segretario amministrativo nazionale del Pds) che, guarda guarda, fu successivamente e velocemente prosciolto, anche se occorre ricordare che la sua "morte prematura" coincise con la "scomparsa/abbandono" di molti filoni connessi ai finanziamenti al Pds. Vogliamo dimenticarci di Primo Greganti? Uomo legato al partito comunista che subì un lunghissimo periodo di custodia cautelare ma restò muto come un pesce come si confà a un vero soldatino rosso a prova di tortura. E infatti continuò a dichiarare di aver preso i soldi per sé e non per il partito.... Per non farsi mancare niente, anche lì (come nella storia MpS e del povero Rossi) qualcuno è stato "suicidato" (Gardini, Cagliari, Castellari...). Molti anni dopo, il GIP milanese di "Mani Pulite" Italo Ghitti, ammise che le decisioni da lui assunte nel '92-'93 erano spesso pedissequi accoglimenti delle richieste della Procura della Repubblica, non essendogli possibile o pratico revisionare tutti gli elementi di prova (che venivano ritenuti fondati spesso senza neppure averli esaminati); sempre lui, in un’intervista rilasciata nel 2002 al «Corriere della Sera», ammetteva che il Pds aveva un apparato di finanziamento illecito non meno vorace: «La storia di Mani pulite non ha esaurito e non esaurisce la storia: qualcuno si sarà anche potuto salvare da accuse di corruzione, ma magari ha dovuto lasciare la sede di partito, vendere il giornale, chiudere l’azienda … il tempo ha evidenziato come, al di là dei fatti penalmente rilevanti, vi fossero realtà che adottavano praticamente lo stesso metodo dei partiti più coinvolti». FINE 1a PUNTATA, (segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 13/07/2013 - 09:40

2a E ULTIMA PUNTATA: Altrettanto Interessante il racconto del pidiessino Giovanni Pellegrino: «All’inizio D’Alema era convinto che Violante, con la sua influenza nella magistratura, potesse proteggerci sufficientemente dall’azione dei giudici. Poi Tiziana Parenti cominciò a prendere di mira le fonti finanziarie del Pci-Pds e del sistema di imprese che ruotavano intorno al partito, arrestando Renato Pollini, che del Pci era stato l’ultimo tesoriere. In tal modo la situazione si fece pesante anche per il Pds»... risultato? l’inchiesta verrà ufficialmente tolta a Tiziana Parenti in quanto «non allineata con la procura» dirà Gerardo D’Ambrosio prima di aggiungere: «Questo non è il processo al Pds, ma a Greganti e Stefanini». D’Ambrosio è lo stesso personaggio che dichiarò all’Unità: «Mani pulite è finita … nel senso che ciò che doveva emergere nel filone politico-affaristico è venuto fuori». Sul settimanale L’Europeo era stato ancora più chiaro: «Lo scenario è nitido, Dc e Psi si finanziavano attraverso meccanismi illeciti … c’è stata la fase dello stragismo … poi è venuta l’epoca della corruzione». D’Ambrosio, anni dopo, una volta lasciata la magistratura, si candiderà come senatore nel Pds, frattanto divenuto Ds. E il resto del "pool" di Mani Pulite? Gherardo Colombo, Il 5/7/2012 viene eletto nel cda della RAI su indicazione del PD... Tiziana Parenti è entrata in Parlamento con Forza Italia ma si è subito pentita ed è passata tra le fila di UDR, poi nei Socialisti Democratici Italiani, quindi nella Margherita, per poi entrare nel 2012 nel PSI. Francesco Saverio Borrelli fu tra i firmatari dell'appello per la candidatura di Veltroni alla guida del PD, in vista delle elezioni costituenti del 2007... assieme a Gerardo D'Ambrosio, che viene eletto al Senato coi DS e confermato nel 2008 tra le fila del PD. Piercamillo Davigo è "stato sistemato"... cioè, volevo dire, ricopre il ruolo di Giudice alla Corte Suprema di Cassazione dal Giugno 2005. Su dove siano schierati e come operino Ilda Boccassini e Antonio Di Pietro, penso sia inutile aggiungere parole; sono accomunati dalla vera e propria "ossessione" di perseguitare e distruggere Berlusconi e da una "solida" storia di "ideologia sinistra". Eh si, i compagni non si sono mai fatti pregare per dare spazio ai magistrati in Parlamento a partire da Oscar Luigi Scalfaro e Michelangelo Russo. Luciano Violante, Gianfranco Amendola, Ferdinando Imposimato, Giuseppe Ayala, Pietro Grasso, Antonio Ingroia, Gianrico Carofiglio, Felice Casson, Gerardo D’Ambrosio, Silvia Della Monica, Anna Finocchiaro, Alberto Maritati, Donatella Ferranti, Lanfranco Tenaglia, Doris Lo Moro, Antonio Di Pietro, Federico Palomba, sono ex-magistrati schierati a sinistra e per la maggior parte siedono in Parlamento, sono esponenti di movimenti di sinistra (Ingroia, per esempio) oppure hanno incarichi "esterni" per la stessa area politica (come Luigi de Magistris, sindaco di Napoli e Michele Emiliano, sindaco di Bari)... E poi ci si stupisce se "mani Pulite" non li ha toccati, se Penati l'ha fatta franca (così come Errani, Vendola, Tedesco, ecc...), se di reati delle Coop Rosse è vietato parlarne e se sulla storia MpS viene spento immediatamente ogni riflettore che di volta in volta tenta di accendersi ed è calato un silenzio che fa venire freddo alla schiena. Tanto per leggere qualcosa di interessante: www.ilgiornale.it/news/nascosto-mosca-registro-segreto-dei-magistrati-pci.html e www.ilpost.it/filippofacci/2012/02/18/le-mitiche-tangenti-rosse/ , buon mangiamento di fegato e, spero, risveglio!

Cosean

Sab, 13/07/2013 - 17:12

@ ilsaturato Anch'io sono passato col Rosso e mi sono beccato la Multa! Anche se altri nello stesso istante in altre località hanno fatto lo stesso ma non sono stati sanzionati. Significa forse che non devo o dobbiamo pagare più multe? Che pena demolire 224 puntate in tre righe!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 13/07/2013 - 18:56

No robottino rosso, significa che se c'è qualcuno che comanda i semafori e li fa diventare tutti rossi solo e sempre nel momento in cui stai passando tu, mentre a tutti gli "altri" 224 regala artificiosamente sempre e solo un'onda verde (bloccando tutto il resto del traffico), fooooorse c'è qualcosa di anomalo, illegale, artificioso, pianificato per bloccare solo te e dare via libera agli altri! In parole semplici in modo che anche tu capisca, se ci pensi concentrato per una mezz'oretta: I ROSSI PASSANO SEMPRE COL VERDE CONTROLLATO DA LORO STESSI. Buona giornata anche a te, povera "cosa" monosillabica. In fondo non è colpa tua, è che ti hanno costruito così (Chissà cosa mi ha preso oggi, non parlo mai con gli oggetti inanimati, specie se rossi. Va beh, per una volta si può fare...).