Sempre meno divorzi: gli Usa scoprono che in due si vive meglio

da Washington

In America si divorzia di meno. Il matrimonio fa bene alla salute e alle finanze familiari. Lo rivelano le statistiche della Heritage Foundation, uno dei think tank più autorevoli d’America. Le coppie più stabili hanno un livello d’istruzione alta e un reddito da classe media. La povertà e l’ignoranza non aiutano. Le coppie con marito e moglie che lavorano, con ottimi stipendi, non sono sottoposte alle frustrazioni di chi non sa come arrivare a fine mese. Si tratta infatti di uomini e donne che vogliono rimanere insieme perché il nucleo familiare rappresenta una solidità economica che va mantenuta a ogni costo. Sempre più coppie in difficoltà, ma con un buon conto in banca, anziché divorziare chiedono l'aiuto di terapisti che praticano «La Costellazione Familiare», un metodo potente ed efficace per riconoscere gli irritamenti familiari sia nella famiglia d'origine sia in quella attuale e permette all'amore di rifluire tra i membri del sistema familiare. L'epidemia dei divorzi degli anni 80, quando si registravano 5,3 divorzi ogni 1000 persone, ha lasciato negli ultimi anni il passo ad una realtà di soli 3,1 soluzioni di matrimonio ogni 1000 persone.
Il reddito familiare, ma prima di tutto l'educazione della copia hanno una grossa parte. Soltanto il 4 per cento dei bambini nati al di fuori del matrimonio infatti hanno una mamma laureata. Per qual che riguarda i divorzi fra il 1975 e il 1979, il 29 per cento della donne laureate divorziava entro dieci anni, col passare degli anni il tasso dei divorzi è sceso al 16,5 per cento.
Fra le ragazze che hanno interrotto gli studi prima della maturità liceale invece l'incidenza dei divorzi è inversa. Negli anni ’70 la media dei matrimoni andati a catafascio era del 38%, poi è salito al 46. Un altro dato inquietante per lo spaccato della società americana è quello dei figli di ragazze madri: i figli di studentesse che hanno interrotto il liceo rappresentano il 15%, mentre i bambini di ragazze madri di colore che a mala pena hanno frequentato la scuola dell'obbligo sono il 67%.
Il denaro, secondo il detto popolare, magari non dà la felicità. Il sondaggio sul ritratto della famiglia in America, condotto dalla Heritage Foundation rivela però che spesso e volentieri il denaro garantisce la sicurezza del domani.
Il 92 per cento dei bambini le cui famiglie hanno un reddito superiore ai 75mila dollari l'anno vivono con due genitori anche se spesso di tratta di patrigno o matrigna. Soltanto il 20% dei bambini di famiglie col reddito minimo di 15 mila dollari l'anno, invece, vivono in un nucleo famigliare completo.
Uno dei fattori che contribuisce al benessere dei bambini di coppie stabili è la tradizionale responsabilità dell'uomo americano che tende a mettere testa a partito quando si sposa. L'americano sposato, secondo le statistiche, beve di meno, rinuncia alla droga, lavora sodo e guadagna in media fra il 10 e il 40 per cento in più dello scapolo.
Dallo studio della Heritage Foundation condotto su un campione di 14,027 adolescenti fra i 12 e i 17 anni si è scoperto che il 68,9% dei ragazzi vive con mamma e papa. Il 3,69% vive con patrigno o matrigna. L'1,76% vive con un genitore biologico e un suo partner. Il 2,3% vive con genitori che non si sono mai sposati. Il 18,13% vive con uno solo dei genitori divorziato.