Sfila la pelliccia che piace (soprattutto) agli animali

L'idea nasce dal Gem (Gruppo Ecologico Mozzanica) che si occupa di ambientalismo a 360 gradi, dalla piantumazione, al salvataggio di animali selvatici in difficoltà, fino a questa originale iniziativa che propone una sfilata di pellicce e accessori ecologici. Non si tratta di una delle tante proteste contro le pellicce animali, ma di una proposta volta a sensibilizzare la gente sull'esistenza di pellicce sintetiche che poco hanno da invidiare a quelle «vere», dal punto di vista estetico, ma possono essere indossate senza alcun rimorso per l'uccisione di animali allevati o addirittura prelevati dall'ambiente naturale. E così, domenica 20 dicembre alle ore 15,30, nella palestra delle scuole medie di Mozzanica, provincia di Bergamo, avrà luogo una sfilata con modelli di tutte le fasce d'età, dai bambini fino agli anziani e, se arriveranno i permessi, anche di modelli d'eccezione: due cani che indosseranno cappottini interamente sintetici e quindi pienamente ecologici. Seguirà un breve intervento della Lav di Brescia sull'importanza dei capi alternativi nei confronti delle pellicce di animali.
I capi che si potranno vedere sono interamente forniti da un negozio storico di Milano, la pellicceria Lorca, la cui titolare, Maria Pia Lozei, è orgogliosa di avere intrapreso questa attività che è stata la necessaria evoluzione della produzione e del commercio di pupazzi di peluche, cominciata oltre quarant'anni fa. Poi, pian piano, è arrivata la crisi dovuta alla globalizzazione e alla produzione di peluche da parte dell'Est Europa, di Cina e Corea che hanno raso al suolo, con i loro inarrivabili costi di lavoro, le attività dei nostri artigiani. La signora Maria Pia, ha pensato dunque a una produzione alternativa, ma che avesse comunque qualcosa a che fare con la precedente, per non buttare alle ortiche lustri di esperienza nel campo. Stimolata dalle prime campagne animaliste, ha pensato di specializzare il suo negozio di Milano nella produzione di pellicce e accessori sintetici che non comportassero dunque la morte (spesso atroce) di animali quali volpi, ermellini, castori ecc. La signora ci tiene a precisare che il «sintetico» con cui vengono prodotte queste pellicce è in realtà cotone quasi al 100% (quindi un tessuto naturale) con una piccolissima aggiunta di acrilico che serve per donare lucentezza al pelo. Per caratterizzare questi capi, indistinguibili da quelli «veri» a occhio nudo, è allo studio una sorta di marchio che metterà in grado chiunque di riconoscere immediatamente che «quella» pelliccia è un capo ecologico e non ha richiesto violenze e tributi di sangue per essere confezionata.
L'invito dunque è per le 15,30 a Mozzanica, in via Circonvallazione 6. Ingresso libero e buono sconto del 5% su tutti i capi prodotti dalla Lorca. Per maggiori informazioni 346-6393856. Visoni e castori ringraziano sentitamente.