Soda: «Piedi per terra»

Quattro punti in due trasferte il bottino degli aquilotti

Lorenzo Cresci

da La Spezia

Piedi per terra. Antonio Soda invita gli spezzini a non entusiasmarsi dopo la strepitosa vittoria in casa della Sambenedettese, fino a domenica unica formazione a punteggio pieno. Piedi per terra non perché lo Spezia non abbia le qualità necessarie per stare al vertice, «ma perché la nostra squadra è troppo nuova per far partire ora l'euforia». Due trasferte, quattro punti, il buon bottino degli aquilotti che solo domenica, visto il rinvio del match con la Salernitana di quindici giorni fa, potrà esordire davanti al proprio pubblico in questo «strano» campionato.
Una tifoseria che, peraltro, non ha risposto con grande entusiasmo alla campagna abbonamenti.
La gara di San Benedetto del Tronto ha mostrato una formazione davvero forte in attacco, con il neoacquisto Varricchio e Pelatti in gol. Per quest'ultimo, addirittura, entrato a un quarto d'ora dalla fine, una bellissima doppietta. Oltre all'attacco ha risposto ottimamente il centrocampo, con Grieco e Ponzo a far legna e dare qualità. Quella qualità che Alessi ha però dato ancora a corrente alternata. E poi, un'autentica rivelazione il portiere Rotoli, autore di alcune prodezze «salvarisultato». Ancora mister Soda: «Siamo riusciti a vincere su un campo difficile, contro un avversario temibile aiutato dal calore del pubblico. Non nascondo che il riposo forzato di domenica scorsa ci ha permesso di preparare al meglio la gara. E i ragazzi hanno svolto i compiti assegnati con grande personalità». Adesso ben tre gare al «Picco» in otto giorni: i tifosi sognano il filotto da conquistare contro Cittadella, Salernitana (il recupero domani alle 15) e Giulianova.