Soldi al Municipio per fare bella la Manchester d’Italia

«Più potere ai Municipi», questo è lo scopo che il Comune si prefigge di raggiungere entro l'anno. «Siamo sempre più convinti, che la scelta che è stata fatta a suo tempo, di considerare le vecchie circoscrizioni elementi territoriali indispensabili, sia stata azzeccata - sostiene l'assessore comunale alle Manutenzioni, Elisabetta Corda, durante la seduta di consiglio del Centro Ovest -». E lo dimostra con i fatti: 916 mila euro sono stati destinati alla delegazione ponentina per il ripristino del verde pubblico, dei marciapiedi e per diversi lavori d'impiantistica. A questi, dovranno essere sommati ulteriori 290 mila euro. Totale: circa 1 milione e 200 mila.
Sampierdarena in pochi giorni ha inanellato una serie di belle notizie che da tempo aspettava, a partire da quei 12 milioni di euro stanziati dalla comunità europea che, entro il 2013, dovranno essere spesi per interventi di più ampio respiro. Un primo passo è stato fatto in questi giorni in Lungomare Canepa, l'importante arteria viaria del ponente cittadino allargata a 4 corsie. In futuro l'intenzione sarà quella di ampliarla ulteriormente, sfruttando la porzione di strada a bordo della carreggiata, che allo stato attuale è stata chiusa onde evitare che diventi, come in passato, ricovero di carcasse di auto e discarica a cielo aperto. Lavori in corso anche sulla strada in sponda destra del Polcevera; nella zona che collega ponte Pieragostini alle ex aree industriali di Cornigliano, e nella nuova via che conduce a Scarpino. L'assessore comunale ai Lavori Pubblici è attento alle migliorie che verranno apportate nell'area dell'elicoidale di San Benigno, e in concomitanza con i lavori del Terzo Valico, a quelle che modificheranno l'area del Campasso trasformandola in un importante nodo d'interscambio tra i treni dell'alta velocità e la metropolitana cittadina. «Il Sindaco e l'assessore ai Lavori Pubblici hanno più volte messo in evidenza l'importanza di questa delegazione - continua la Corda -. Sampierdarena diventerà il nodo nevralgico del trasporto urbano e ferroviario».
Ieri intanto durante la seduta del consiglio di Centro Ovest non sono mancate le polemiche. I consiglieri di minoranza compatti hanno chiesto una modifica al Regolamento per avere più potere decisionale all'interno del Municipio e hanno puntato il dito contro Domenico Minniti. «Non è giusto che la medesima persona - dicono - concentri in sé due cariche, quella di presidente del Consiglio e di Municipio, in questo modo le nostre mozioni rischiano di essere troppo spesso rinviate, o addirittura messe da parte, e questo mina la nostra possibilità di espressione e quella dei cittadini che rappresentiamo».