Spaccio di cocaina, arrestato il direttore delle Poste del Senato

I carabinieri hanno scoperto una vera e propria alleanza italo-albanese per il rifornimento e lo spaccio di cocaina. Il direttore delle Poste ritenuto il braccio destro di un boss albanese

Il direttore dell’ufficio delle Poste del Senato è stato arrestato dai carabinieri per spaccio di cocaina. L’uomo è ritenuto il braccio destro di un boss albanese che gestiva i pusher nella parte sud dell’hinterland di Roma.

Questa mattina è stata smantellata dai carabinieri di Valmontone una gang di italiani e albanesi che spacciavano droga alle porte della Capitale. Dieci le persone arrestate e fra queste, c’è anche il direttore di un ufficio postale, un autista di bus e un agente della polizia locale di un comune. Secondo quanto si è appreso Orlando Ranaldi, direttore delle Poste di 53 anni originario di Olevano Romano, sarebbe il braccio destro dell’autista Cotral, 36enne che gestiva il traffico di droga che arrivava dalla Capitale tramite gli albanesi. "È un fatto terribile, drammatico, ma si tratta di un dipendente delle Poste, non del Senato - ha commentato il senatore leghista Paolo Franco - lascia comunque esterrefatti". Tra gli arrestati anche Stefano Gallo, vigile urbano di Valmontone che dovrà rispondere di peculato, e un autista della Cotral, Alessandro Mele.

I carabinieri hanno scoperto una vera e propria alleanza italo-albanese per il rifornimento e lo spaccio di cocaina. I militari, dalle prime luci dell’alba, hanno notificato dieci misure cautelari (sei in carcere e quattro agli arresti domiciliari) nei confronti di tre cittadini albanesi e sette italiani. Tra gli arrestati ci sono un autista di bus di linea, il direttore di un ufficio postale e un agente di polizia locale del comune a sud di Roma che si sarebbero prestati, anche con le loro auto di servizio, a smerciare droga per conto dell’organizzazione. Durante l’attività di indagine, che è durata circa sette mesi, con l’ausilio di attività tecniche, sono stati arrestati diversi soggetti in flagranza di reato e sequestrata cocaina per centinaia di dosi.

Commenti

egi

Mar, 25/09/2012 - 14:53

Ma va?? pensavo che i delinquenti fossero fuori dall istituzioni, ma va a c....er

Gianni.Zanata

Mar, 25/09/2012 - 15:04

Che storia oramai l'Italia è una babilonia tra un po si scopre che laddentro si traffica pure il nucleare

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 25/09/2012 - 15:07

Non capisco il nesso con il senato.Che li si spacci droga e cosa risaputa , sarebbe bello un giorno circondare palazzo madama e fare un controllo ad ogni senatore, e se trovati positivi alla gogna.In quanto agli albanesi si rispediscano al paesello.Difficile sicuramente da pubblicare.

Ritratto di serjoe

serjoe

Mar, 25/09/2012 - 15:14

Finalmente l'occasione di scoprire i "consumatori" con i soldi dei contribuenti.

Babuzo

Mar, 25/09/2012 - 15:20

a me dispiace....già i politici prendono poco e dedicano la vita per il loro paese mentre quelli che lavorano veramente si "arricchiscono".poi ti fanno i decreti per chi usa gli stupefacenti.Ma loro problemi non ne hanno perchè con le auto blu mica rischiano il ritiro di patente o denunce penali in caso di incidenti. poi loro se la usano è perchè ne hanno bisogno,le persone normali invece ne abusano. Chissà quanti senatori rischiano l'astinenza adesso,ahahah. Beati noi che siamo persone normali,che dobbiam fare il mutuo di 30 anni per una casettina e che non prenderemo mai la pensione. Che tristezza di gente che ci governa.Poveri noi.

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 25/09/2012 - 15:21

E DAIIIIIIIIIIIIII...........Non manca proprio nulla!!

Bebele50

Mar, 25/09/2012 - 15:24

Domanda: Riforniva direttamente i membri del senato? Questo par di capire.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 25/09/2012 - 15:25

Tanto per cambiare un altro di questa casta di nullafacenti, ma è solo un caso.

Ritratto di Luponero

Luponero

Mar, 25/09/2012 - 15:33

Uh! E a chi mai la spacciava?

Gianni.Zanata

Mar, 25/09/2012 - 15:33

Spacciava i francobolli di LSD?

peroperi

Mar, 25/09/2012 - 15:35

Adesso fuori i nomi dei signori senatori che: 1) finanziano le mafie con l'acquisto di droga 2) legiferano sotto effetto di stupefacenti 3) sono ricattabili dai pusher

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mar, 25/09/2012 - 15:39

Vai a capire come fà questa gente ad allearsi a dei gruppi criminali islamisti albanesi! Il tutto per danneggiare il paese ed il popolo! Oltre ad essere crimine, é anche tradimento al paese ed al popolo! In Italia esiste più marciume di quanto si possa credere!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 25/09/2012 - 15:41

Meraviglia delle meraviglie!!!! E i suoi clienti erano anche senatori?

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 25/09/2012 - 15:44

Quando le Iene, tamponavano i deputati sono state massacrate. Andare al lavoro drogati è da licenziamento, per i Pirla Romani no. Forse il direttore delle poste della Camera spacciava all'assemblea Regionale... Roma Ladrona!

Ritratto di perseus68

perseus68

Mar, 25/09/2012 - 15:46

ma non si fanno mancare proprio nulla eh. Se fosse per me le miniere italiane sarebbero le prime in produttivita' al mondo, meglio della Cina! Sapete gia' da dove prenderei la manodopera. Parlamentari corrotti, ladri, spaccia, clandestini e via a rilanciare l'economia. Sono troppo cattivo per farmela pubblicare?

bruna.amorosi

Mar, 25/09/2012 - 15:48

ADESSO CAPISCO QUEGLI OCCHI SEMPRE FUORI DALLE ORBITE DI CERTI VECCHI SENATORI .

Marcello.Oltolina

Mar, 25/09/2012 - 15:56

Auguriamoci che gli arrestati quando verranno giudicati colpevoli dei reati contestati vengano anche condannati a non poter lavorare nel pubblico.

nonnoaldo

Mar, 25/09/2012 - 16:02

Bastava preparare un po' di buste in più e poi farle distribuire con il servizio di recapito interno. Convincetelo a "pentirsi" e fare i nomi dei suoi senatori clienti.

ARNJ

Mar, 25/09/2012 - 16:49

Qui se non facciamo qualcosa andiamo allo sfascio completo...........!!!......una gran pulizia,....iniziando dalla politica, dalle istituzioni e a scendere tutti gli altri......!!!!... una vergogna nazionale......!!!,,

Ritratto di Zago

Zago

Mar, 25/09/2012 - 17:01

Non bastavano gli scandali, le ruberie nella politica che ora scappafuori anche la droga. Vabbè che si tratta del direttore delle poste del senato, ma vorrei vedere quanta droga gira fra i banchi. I parlamentari hanno rifiutato il test e questo la dice lunga sul consumo di stupefacenti. Manca solo il giro di squillo e poi il pranzo è servito. Zago

Ritratto di robert1978

robert1978

Mar, 25/09/2012 - 17:25

ADESSO SE SI POTESSE, MA NON LO CREDO REALIZZABILE, FAREI UNA BELLA RETATA A SENATO PIENO(ANCHE QUESTO CHE SIA PIENO SARA DIFFICILE)ED UNO AD UNO I NOSTRI CARI SENATORI SOTTOPORLI AD UN TEST SANGUE URINE PER VERIFICARNE LA LORO INTEGRITà. NE VEDREMMO DELLE BELLE......................!!!!!!!!!!!!!!!!!

peroperi

Mar, 25/09/2012 - 17:48

addavenì baffone

ltani

Mar, 25/09/2012 - 17:50

Poveri noi i dementi che ci governano lo fanno sotto l'effetto della cocaina per questo il paese e' una marmaglia di delinquenti al potere

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 25/09/2012 - 18:05

Ma è lo stesso che rifornisce anche la Camera dei Deputati? Ricordo che Fini dette del cocainomane a La Russa. Fatece sapè!!!!

gibuizza

Mar, 25/09/2012 - 18:07

E' possibile sapere chi ha dato il permesso di soggiorno all'albanese in oggetto? Mi piacerebbe che chi ha aiutato questi loschi personaggi se ne assumensse la responsabilità e venga chiamato a rispondere anch'egli dei danni fatti all'Italia.

Willy Mz

Mar, 25/09/2012 - 18:20

io credevo che i delinquenti fossero solo nell'aula.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 25/09/2012 - 18:56

La notizia si presta a facili battute.

roberto zanella

Mar, 25/09/2012 - 20:40

Penso che molti cominceranno a pensare quello che penso io?

anna tomasi

Mar, 25/09/2012 - 21:14

Allora tutti i senatori che ne facevano uso dovranno essere assolti, visto che lavoravano per noi sotto l'effetto della droga. Davvero, NULLA SI FAN MANCARE DA QUELLE PARTI. Tanto a loro della credibilità evidentemente non se ne fanno nulla. E per l'immagine dell'Italia all'estero, ci pensa monti.

odifrep

Mar, 25/09/2012 - 21:43

Vorrei potermi tanto sbagliare. Purtroppo, sono convinto che, se un direttore dell'ufficio postale, all'interno del Senato, si permette -così tanto- sicuramente, alle sue spalle vi sono persone, al di sopra di ogni sospetto, del calibro di "delinquenti professionali". Saluti.

st.it

Mer, 26/09/2012 - 06:12

Lo avranno arrestato perchè allungava le dosi per incassare di più.

swiller

Mer, 26/09/2012 - 07:54

Li vanno arrestati tutti, compresi i topi negli scantinati.

mauroge

Mer, 26/09/2012 - 08:02

Non combatteremo mai seriamente la droga finché' avremo politici, magistrati e simili caste con complici o ricattabili. Dovrebbe essere obbligatorio un test periodico per tutti loro e chi risultasse positivo fuori per sempre dalla politica. È finiamola con i buonismi idioti o conniventi

franz44

Mer, 26/09/2012 - 09:15

sbatterlo in galera e gettare le chiavi, altrimenti non puliremo mai più l' Italia saluti fran44

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 26/09/2012 - 09:42

ha ha pure con gli "albanesi"..a questo siamo arrivati, che "bella" Italia, questa di primo secolo, multietnica, delinquenziale, ladrona, senza sovranità, sempre più povera..: Uno spettacolo! quando si dice il "progrezzo"..

tag

Mer, 26/09/2012 - 10:11

ma i clienti chi erano??

Ritratto di Sal1846

Sal1846

Mer, 26/09/2012 - 10:45

Chissà perchè proprio dentro il senato.... vuoi vedere che i senatori non dovevano nemmeno fare tanta strada con il pericolo di essere scoperti da qualche telecamera iena ? così tutto in casa. E quel direttore prendera pure il super contributo dal senato. Così ora anche il senato ha le sue colpe manifeste. che paese.....di drogati, di soldi e di coca.

guidode.zolt

Mer, 26/09/2012 - 11:32

Scommetto che gliela spedivano per posta...ed ecco perche' li' dentro non hanno una visione reale della situazione...

guidode.zolt

Mer, 26/09/2012 - 11:42

Non ricordate il servizio delle "jene" sulla droga in parlamento...? quando, fingendo di asciugar loro il sudore, avevano stabilito, con una buona approssimazione, che, di individui che la usavano, ce n'erano parecchi...? nessuna meraviglia...! ...e avevano bloccato il tutto con la scusa che era stato prelevato con l'inganno... ha..ha..ha...ma andate a ca..gare...! li' si lavora poco e ci sono troppi denari che non si sa come spendere...

guidode.zolt

Mer, 26/09/2012 - 11:45

Beati loro che la possono pagare in contanti...noi la compriamo a rate o accendiamo mutui per farlo ...

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Mer, 26/09/2012 - 12:16

Ma quanto guadagna un direttore dell ufficio Poste al Senato? Per quante ore effettife di lavoro? Evidentemente non gli bastavano: faceva il secondo lavoro per arrotondare. Mandatelo a fare il postino, PEDALAREEE....

Ritratto di carla1971

carla1971

Ven, 28/09/2012 - 23:34

E poi lo scandalo più grande dell' Italia era che a Berlusconi piaceva la f...