Spagna, omaggio vietatoal "generalisimo" Francoper non turbare le urne

La giunta elettorale centrale di Madrid ha vietato domenica prossima le celebrazioni organizzate dai nostalgici per non "perturbare lo svolgimento della giornata elettorale"

La Spagna non potrà onorare il Generalisimo Francisco Franco. A deciderlo è stata la giunta elettorale centrale di Madrid che ha vietato domenica prossima le celebrazioni organizzate dai nostalgici del franchismo.

Ogni anno, in occasione dell’anniversario della morte avvenuta il 20 novembre 1975, i franchisti rendono omaggio alla memoria del Caudillo del Espana che, dopo anni di sofferenze, si spense a causa del morbo di Parkonson. Il governo madrileno ha deciso di vietare le manifestazioni per evitare che, riferisce l'Abc, possano "perturbare lo svolgimento della giornata elettorale". Domenica prossima, in Spagna si terranno le politiche anticipate e gli elettori dovramno scegliere se il Paese sarà governato dal popolare Mariano Rajoy oppure dal socialista Alfredo Rubalcaba, "erede del premier uscente Josè Luis Zapatero.

Ogni anno i nostalgici del Caudillo organizzano a Plaza de Oriente, nel cuore di Madrid, celebrazioni con proclami ultranazionalisti e "saluto romano" a braccio teso. Le organizzazioni e i collettivi franchisti hanno spostato le celebrazioni di Plaza de Oriente alla domenica seguente, mentre hanno anticipato di un giorno la tradizionale concentrazione annuale al Valle de los Caidos, a nord di Madrid, dove si trova tuttora, 36 anni dopo la sua morte e l’inizio della transizione democratica, il mausoleo del Generalisimo.