Abbiategrasso contro Masterchef: "Ospiti senza farci pubblicità"

La cittadina del Milanese protagonista della prova in esterna nella puntata di giovedì. Ma per i giudici è solo "un paese a pochi minuti da Milano"

Masterchef uguale polemica. Dopo le insunuazioni su Stefano, il vincitore della quarta edizione, nuova bufera sul talent culinario.

Stavolta l'attacco parte dall'ex convento dell'Annunciata di Abbiategrasso, nell'hinterland milanese, dove è stata girata la prova in esterna andata in onda giovedì scorso e che per sei mesi è stato concesso in comodato d'uso gratuito all'associazione Maestro Martino presieduta da Carlo Cracco per alcuni eventi durante Expo - alcuni dei quali, tra l'altro, legati al marchio di patatine di cui è testimonial lo chef - e probabilmente prossima sede della sua scuola di cucina.

Sicuramente un modo per far pubblicità alla cittadina e attirare turisti, certo. Se non fosse che durante la puntata di giovedì Abbiategrasso non sia stata nemmeno nominata, ma relegata a luogo "a pochi minuti da Milano". Il che, come racconta Il Giorno, non è certo piaciuto né agli abbiatensi, né all'opposizione: "Complimenti vivissimi all’amministrazione del paese a pochi passi da Milano per non aver concordato un minimo di passaggio promozionale a fronte di tutto ciò che abbiamo messo a disposizione", ha ironizzato il consigliere di minoranza Domenico Finiguerra, mentre il sindaco di centrosinistra, Pierluigi Arrara, si è limitato a dire di non aver mai visto Masterchef: "Non so come funziona", si è difeso, "Se di solito il nome della città ospitante viene citato allora si tratta di una mancanza, altrimenti è il normale svolgersi della trasmissione".

Video che ti potrebbero interessare di Spettacoli