Addio a Gianni Boncompagni: se ne va un pezzo della storia della radio e della tv italiana

È morto al'età di 84 anni, a Roma. Se ne va un pezzo della storia della radio e della televisione italiana

È morto al'età di 84 anni, a Roma, Gianni Boncompagni. Gianni Boncompagni (il cui vero nome è Giandomenico) nasce il 13 maggio 1932 ad Arezzo, da madre casalinga e padre militare. Si è trasferito in Svezia a diciotto anni e si è diplomato all'Accademia di fotografia e grafica prima di intraprendere la carriera di conduttore radiofonico. Ha sposato una donna aristocratica, dalla quale ha avuto tre figlie, ma il matrimonio non dura a lungo. Torna in Italia con le figlia e nel 1964 vince il concorso Rai per programmatore di musica leggera. Accanto a Renzo Arbore negli anni Sessanta e Settanta, dei programmi radiofonici 'Bandiera giallà e 'Alto gradimentò.

Nel 1977 esordisce in tv con il programma musicale 'Discoring'. Poi diventa autore e regista di 'Pronto, Raffaella?' (1984), condotto dalla Carrà, e di 'Pronto, chi gioca?' (1985), condotto da Enrica Bonaccorti. Dall'87, per tre anni, gli viene affidata l'ideazione e la realizzazione di 'Domenica In'. Nel 1991 passa a Mediaset, dove realizza 'Primadonnà condotto da Eva Robin's e soprattutto 'Non è la Raì, programma con cui lancia Ambra Angiolini. Tornato alla Rai, nel 1996-97 è autore e regista di 'Macaò (con Alba Parietti) e 'Macao 2', che chiude in anticipo per mancanza di ascolti. Nel 2002 il rilancio con Piero Chiambretti ('Chiambretti c'è'). Tra il 2007 e il 2008 dirige e conduce 'Bombay' su La7. Nel 2008 è autore del programma condotto da Raffaella Carrà 'Carramba che fortunà in onda su Rai1. E' passato per il padre di veline e letterine: "Noi le abbiamo anticipate, infatti Antonio Ricci ci seguiva moltissimo e ci ha sempre tributato gli onori della primogenitura", disse in un'intervista.

Commenti

Siciliano1

Dom, 16/04/2017 - 17:54

R.I.P.

Ernestinho

Dom, 16/04/2017 - 17:56

Ci ha lasciati un altro simbolo del nostro tempo. Ci stanno abbandonando proprio tutti. Mi dispiace!

Ritratto di veronika

veronika

Dom, 16/04/2017 - 18:10

addio anche alla consecutio temporis

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Dom, 16/04/2017 - 18:36

Un altro grande che se ne va... RIP Gianni! E grazie per tutto!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 16/04/2017 - 19:07

R.I.P. con tanto ALTO GRADIMENTO.

Massimo25

Dom, 16/04/2017 - 20:00

Alto gradimento mi ha accompagnato nella mia gioventù..Grazie Gianni!!

Martinico

Dom, 16/04/2017 - 20:08

Ha avuto modo di conoscere il bello della TV e una Italia che meritava il nome di bel Paese. RIP. Grazie per ciò che sei riuscito a dare.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 16/04/2017 - 20:11

NE HA AVUTO DI DONNE...

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 16/04/2017 - 21:08

r.i.p., invece "l'emeriti" non se ne vanno mai!

Klotz1960

Dom, 16/04/2017 - 21:59

Non ha creato ne' inventato proprio nulla. Nel trogloditismo culturale della TV italiana, ha portato qualche frammento di tv e musica americana. Ma non era roba sua, ma solo la prova del nostro infinito ritardo culturale. Arbore invece ha inventato qualcosa di veramente nazionale.

un_infiltrato

Lun, 17/04/2017 - 01:11

Ma non esageriamo. Sicuramente uno che ha fatto bene in televisione e alla radio. Ma non è stato il solo.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 17/04/2017 - 04:25

Grazie Gianni. RIP.

Ernestinho

Lun, 17/04/2017 - 10:39

Anche in questa occasione non mancano i "dissacratori". Ci vuole tanta pazienza!

Guido39

Lun, 17/04/2017 - 12:27

L'Accademia svedese di cui si parla, non è mai esistita. Inventati molti dei dettagli sui 10 anni in Svezia.