Addio a Nadia Toffa, la conduttrice de Le Iene morta a 40 anni

È morta oggi Nadia Toffa, la conduttrice de Le Iene a cui era stato diagnosticato un tumore nel dicembre 2017

È morta oggi a soli 40 anni la ‘Iena’ Nadia Toffa a cui, nel dicembre 2017, era stato diagnosticato un tumore. L'annuncio è arrivato dai profili social de Le Iene, la trasmissione televisiva che l'ha resa famosa. "Niente per noi sarà più come prima", si legge nel lungo post. Il suo ultimo post risale al primo luglio, quando ha pubblicato una foto sorridente con il suo cane: "Io e Totò unite contro l’afa", scriveva, "E dalle vostre parti come va? Vi bacio tutti tutti tutti".

Gli esordi nelle reti locali

Nadia nasce il 10 giugno 1979 a Brescia dove prende il diploma di maturità classica e, poi, si trasferisce a Firenze per laurearsi in lettere con percorso storico-artistico con una tesi sulla Storia della chiave iconografica di San Pietro. La sua prima partecipazione televisiva arriva a 23 anni su Tele Santerno, una tivù locale dove ha presentato il programma di intrattenimento Dolce e amaro. Prima di iniziare a lavorare per Mediaset, per quattro anni conduce vari programmi e telegiornali su Retebrescia.

L'arrivo di Nadia Toffa alle Iene

Nel 2009 diventa un'inviata del programma di Italia Uno, Le Iene, per il quale confeziona numerosi servizi sulle sale di slot machine, sullo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania ad opera della camorra e sui casi di tumori riscontrati nel "triangolo della morte" tra Napoli e Caserta e sulla "terra dei veleni" a Crotone. Finisce sotto processo per presunta diffamazione dopo la sua inchiesta sulle truffe che alcune farmacie avrebbero compiuto ai danni del servizio sanitario nazionale. Nel 2014 pubblica il libro Quando il gioco si fa duro sul fenomeno della ludopatia in Italia e, nel 2015, vince il primo premio nella sezione TV del Premio Internazionale Ischia di Giornalismo.

I servizi sui vaccini e sul Gran Sasso

Sempre nello stesso anno debutta su Italia1 con Open Space, un talk show di prima serata tutto suo. Qui innescherà molte polemiche una puntata dedicata al tema dei vaccini con ospiti molto particolari. Da una parte Red Ronnie sosterrà che se ne può fare a meno e che basta curarsi con rimedi naturali, dall’altra Alice Pignatti, una mamma che aveva iniziato una campagna a favore delle vaccinazioni pediatriche e due medici su posizioni completamente opposte sul tema. Dopo questa puntata la Toffa si ritrova contro tutto il mondo novax.

Dal 2016 conduce, insieme a Pif e Geppi Cucciari, Le Iene, nella puntata infrasettimanale, mentre dall'autunno dello stesso anno cambia partners e passa alla puntata domenicale. Un suo servizio del novembre 2017 sul SOX, uno degli esperimenti di fisica delle particelle realizzato nei Laboratori nazionali del Gran Sasso, viene smentito dal mondo accademico che critica la Toffa per aver paragonato quello che sarebbe potuto succedere in Abruzzo con il disastro di Fukushima. Il filosofo Gilberto Corbellini, sul Foglio, aveva contestato “il metodo Iene” dicendo: “Nel caso del Gran Sasso l’effetto paura è scatenato dalla parola 'nucleare' e dall’associazione mistificante tra un esperimento con materiale radioattivo, condotto in condizioni super-controllate, e centrale nucleare, che nell’immaginario collettivo è associata a catastrofi devastanti”. E ancora: “Naturalmente la manipolazione psicologica va condita con opportune falsità. E cosa c’è di più manipolatorio che affermare, falsamente, che gli scienziati dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) hanno tenuto nascosto l’esperimento e i rischi?”. Il magazine Focus, invece, aveva confutato ogni paragone con il Giappone:“Il confronto, o anche la semplice associazione di idee, tra il disastro di Fukushima e l’esperimento SOX non si fonda su argomenti concreti né realistici, ed è un’operazione mediatica scorretta che ha come effetto quello di diffondere tra le persone uno stato di ingiustificato allarme”.

Il malore e la scoperta del tumore

Il 2 dicembre 2017 ha un malore nella sua camera d'albergo a Trieste e viene ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell'Ospedale di Cattinara. L'11 febbraio 2018 ritorna a condurre Le Iene e rivela di aver sconfitto un tumore grazie alla chemioterapia e alla radioterapia. “Ho avuto un cancro. In questi mesi mi sono curata: prima ho fatto l’intervento, poi la chemioterapia e la radioterapia. L’intervento ha tolto interamente il tumore, ma poteva esserci una piccola cellula rimasta e quindi ho seguito i consigli del medico e ho seguito le cure previste. Ora è tutto finito: il 6 febbraio ho finito la radio e la chemio”, aveva detto nel corso della trasmissione. Affermazioni che avevano suscitato forti polemiche sui social da parte dei malati di cancro tanto che la Toffa aveva, poi, precisato su Instagram: “Nessuno di noi può parlare di guarigione e nemmeno la sottoscritta lo ha fatto”. Una frase che, forse, lasciava presagire che non tutto era risolto. Domenica 8 aprile, infatti, annuncia via Twitter che non avrebbe partecipato al programma: “Ciao ragazzi, - si legge sul suo profilo - stasera non sarò alla conduzione del mio programma preferito, #LeIene, perché negli ultimi giorni ho fatto delle cure che mi hanno provata un bel po' e quindi mi tocca saltare la puntata di questa domenica. Vi prometto comunque che da settimana prossima tornerò”.

Commenti

VittorioMar

Mar, 13/08/2019 - 08:02

...Sorella MORTE quando passa FALCIA ...R.I.P. !!!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 13/08/2019 - 08:02

Addio Nadia riposa in pace e grazie per quanto ci hai dato. Spero che chi ti ha scritto cattiverie in questi ultimi mesi oggi si vergogni come un verme e che un giorno ne dia conto a qualcuno nell'alto dei cieli.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mar, 13/08/2019 - 08:03

R.I.P.

Ritratto di akamai66

akamai66

Mar, 13/08/2019 - 08:16

Ciao Nadia, la vita è anche come la descriveva il grande Dino: un treno con persone che salgono e scendono ad ogni stazione, alcune magari le incontreremo ancora altre mai più, posso solo dirti che con te il viaggio è stato bello, hai allietato tutti ed hai dato a tutti tanta forza, se potessi ti richiamerei alla vita, perché dovevi scendere dopo, ma è andata così. Ciao Nadia, riposa in pace.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 13/08/2019 - 08:20

mi spiace veramente, purtroppo il bastardo quando morde pesante non ti molla...Cara Nadia riposa serena e in pace rip

jaguar

Mar, 13/08/2019 - 08:30

Una terribile notizia per tutti noi, riposa in pace Nadia.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Mar, 13/08/2019 - 08:37

Una preghiera per una giovane vita che se ne va e una maledizione scagliata come una saetta contro tutti coloro che hanno scaricato vagonate di ingiurie senza senso né costrutto né, soprattuttu, senza neppure l'ombra dell'umana pietà che si deve verso un nostro simile che sta soffrendo.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 13/08/2019 - 08:42

Anche se non mi era tanta simpatica ero contentissimi che si era rimessa, ora qesta notizia stravolge. Mi dispiace moltissimo anche per la sua giovane età. RIP

Ritratto di Marcateo

Marcateo

Mar, 13/08/2019 - 08:42

Poveretta. R.I.P.

semelor

Mar, 13/08/2019 - 08:47

Mi spiace davvero tanto...... riposi in pace. Maledetto, maledetta bestia tutti ne siamo segnati.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mar, 13/08/2019 - 09:02

Mi rattrista molto questa notizia: un persona dolce e solare, spero che ora sia in un posto migliore! Mi rattristano anche tutte le cattiverie che sono state scritte sui vari socials su di lei. Se ne vanno purtroppo sempre prima le persone migliori.

smiley1081

Mar, 13/08/2019 - 09:07

Sic Transit Gloria Mundi.

poli

Mar, 13/08/2019 - 09:15

SONO PROFONDAMENTE AMAREGGIATO.CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 13/08/2019 - 09:16

Oggi è una triste giornata. Addio raggio di sole.

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 09:25

Non seguo questo tipo di trasmissioni e la Toffa l'avevo appena intravista. Non sono nemmeno sui Social ma mi aveva interessato la sua vicenda medica ed esistenziale, visto che viaggio per strade con curve strette non dissimili da quelle che lei ha percorso. Mi sarebbe piaciuto scriverle in qualche modo, cosa che mi dolgo di non aver fatto. Ho apprezzato anche certe sue riservatezze. Oggettivamente - credo - nessuno conosce quale patologia l'affliggesse nel dettaglio. Ma forse ha fatto bene: il cancro è un inferno personale e privato che ognuno conosce nella sua interezza solo vivendolo. E che anche le persone più vicine (non parliamo degli sconosciuti) non può minimamente immaginare. Solo - noto nelle mie frequentazioni ospedaliere - chi è lì con te "viaggiatore della notte" può spendervi delle parole sensate.

fer 44

Mar, 13/08/2019 - 09:32

Riposa in pace Nadia!

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 13/08/2019 - 09:36

Ci hai insegnato molto ...R.I.P. oggi sono triste ..

antipifferaio

Mar, 13/08/2019 - 09:58

Mi dispiace R.I.P.

routier

Mar, 13/08/2019 - 10:02

Non può mancare un senso di pena per chi cade prematuramente lontano dal suo traguardo longevo. "Sit tibi terra levis" (ti sia lieve la terra)

polonio210

Mar, 13/08/2019 - 10:05

Ciao Nadia.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/08/2019 - 10:06

Anche per i non credenti, e questo è il mio caso, il ritorno al grande nulla rimane un mistero angoscioso. R.I.P., cara Nadia.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 13/08/2019 - 10:09

Addio Nadia,hai rimasto un po di te tra noi.

scapiddatu

Mar, 13/08/2019 - 10:19

Povera anima, che riposi in pace. ‘A morte ‘o ssaje ched’e?… è una livella. (Totò)

Italianocattolico2

Mar, 13/08/2019 - 10:27

Povera donna, giovane e distrutta da un morbo disumano. Chi è obbligato a conviverci direttamente o per interposta persona ti comprende e prega per te, chi ti ha insultato gratuitamente rimarrà comunque un miserabile e se ne renderà conto quando cadrà anche lui nella rete della malattia - RIP

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 13/08/2019 - 10:33

Arrivederci Nadia, simpatica giullare tv. R.I.P.

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 10:38

Tardivamente, spezzo una lancia a favore della Toffa quando venne attaccata per aver definito "dono" il tumore che l'avrebbe poi uccisa. Il cancro può sottolineare un tuo carattere forte, o farlo emergere quando non pensavi di disporne. O abbrutirti in una visione monotematica che assorbe completamente ogni secondo dell'esistenza che magari ti rimane. Indipendentemente dalla mia figura personale, tutte le categorie su elencate le conosco e le frequento. Nelle prime due improvvisamente scopri di venir catapultato in un mondo nuovo e prima ignorato. Assolutamente "interessante" che mentre ti cimenta duramente ti offre spazio per riflessioni ed approfondimenti inimmaginabili. Il tumore alla fine spesso vince. Ma può portarti alla tomba profondamente arricchito, quanto non avresti mai immaginato.

Caiofabius

Mar, 13/08/2019 - 10:43

Ti porterò sempre nel mio cuore Nadia ,un bacione .

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 13/08/2019 - 10:50

Un bel tipino, Nadia,bella,estroversa e carismatica. Indubbiamente lascia un vuoto,e non solo nelle jene,di cui era la MASCOTTE. Triste destino quella malattia maledetta che ti ha portato via. R.I.P.

Ernestinho

Mar, 13/08/2019 - 10:55

Terribile notizia! Non mi dispiace solo come giornalista ma come una persona umana, una di noi, che ha combattuto inutilmente contro la malattia! Che almeno serva di monito: NESSUNO di noi è indistruttibile, prima o poi verrà il turno di tutti. E bisognerebbe fare del bene, non essere in guerra gli uni contro gli altri. Bisogna andarsene, per quanto possibile, con la Coscienza pulita! Addio, grande NADIA!

pasquinomaicontento

Mar, 13/08/2019 - 10:56

...se ce ne fosse il bisogno, questa notizia e la prova provata che dio nun esiste,le favole,forse fino ai 6 o 7 anni se ponno mannà giù, ma quanno cominci a capì...Scusate la domanna santità-Ve vojo pone proprio sto quesito,Co' tanti posti che ce stanno ar monno-Voi proprio a Roma dovevate sta...A Gì, sti papi,purtroppo,se li dovemo da cibà e nun c'è verso che pàssino er testimone come er tedeschino,che poraccio nun je l'ha fatta più.A la biondina un abbraccio forte forte...chissà quanto avrà sofferto pora fija.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/08/2019 - 11:04

#Dordolio - 10:38 L'arricchimento, spirituale immagino, rappresenta l'eccezione. La regola, più volte osservata per esperienza professionale e ,purtroppo, anche familiare è l'affievolimento della personalità preesistente al male e una dolorosa anestesia emotiva persino nei confronti degli affetti più cari...Indotte dalla patologia stessa e/o dai farmaci analgesici impiegati. Torno a dire: purtroppo.

Mr Blonde

Mar, 13/08/2019 - 11:05

volevo bene a questa ragazza, anche senza averla mai conosciuta davvero; se esiste un paradiso meriti di starci tutta. PS i post di DORDOLIO sono da poesia, che la strada le torni dritta il prima possibile

Ernestinho

Mar, 13/08/2019 - 11:15

x "pasquinomaicontento" Ma ti sembra proprio il momento di fare simili commenti? Raccapricciante!

arnaldo40

Mar, 13/08/2019 - 11:16

Per me, molte volte, non era il massimo della simpatia, ma gli volevo bene. Mi mancherá. Addio Nadia, riposa in pace.

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 11:19

Caro pasquino, di fronte a dove vado io a curarmi c'è Oncologia Pediatrica. Troverei comodo passarci di fronte per tornare a casa ma mi assoggetto ad un lungo giro per NON FARLO. "I BAMBINI NUN ME LI DOVETE FA' VEDE'". La Toffa muore giovane ma ha avuto una vita densa e ricca di successi. Quanto al mio tumore, vincerà alla fine e posso contare i granelli di sabbia nella mia clessidra, ma sono anziano e ho avuto una vita... assai movimentata! Ecco, i bambini non hanno avuto NULLA di quanto sopra e aprono interrogativi esistenziali, filosofici e religiosi di difficile o impossibile risoluzione. Non ci crederete, ma il mio ultimo accertamento diagnostico è stato un po' tribolato. Credete che la mia vecchia pellaccia abbia fatto una piega? No. La giornata mi è stata rovinata invece da un ragazzino (peraltro dignitosissimo) che era lì con me. E della giornata ricordo lui e lui solo.

Carlo.MS

Mar, 13/08/2019 - 11:26

Ciao Nadia non ti ho conosciuto ma sicuramente hai fatto vedere di essere una gran bella persona . Adesso sarai felice sicuramente lassù ma anche qua giù hai sempre fatto vedere un po' di luce a tutti noi. Grazie

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 11:31

Caro Memphis, la cosa che mi inquieta di più nelle sale d'attesa sono GLI SGUARDI di certi compagni di sventura. Espressioni disperate ed uniche di chi pare attendere da te una soluzione magica alla loro situazione... Ma sei affascinato da quadretti di giovani (le conoscenze mediche non mi mancano) che tranquilli affrontano il cimento con serenità accuditi/e da partner pure giovani pieni di attenzioni. E io so CHE NON HANNO AVVENIRE ALCUNO. Di mio vi giuro che quando 10 anni fa sbagliarono la diagnosi iniziale dandomi UN MESE di vita dopo qualche ora di panico vissi settimane di totale serenità prima che la diagnosi si perfezionasse non risultando del tutto sfavorevole. MI ERO IN PRATICA ORMAI DATO MORTO... Ricevetti pure l'Estrema Unzione (Sacramento antichissimo e di rabbrividente solennità). Vi giuro che MAI ho dormito meglio la notte. Mi consideravo ormai "andato avanti".. e tutto quello che mi circondava lo vedevo come al cinema, mentre succedeva... ad un altro....

timoty martin

Mar, 13/08/2019 - 11:55

Ci mancherai. Grazie per l'allegria che hai sempre regalato, per la positività e l'intelligenza dimostrata. Riposa in pace.

Lotus49

Mar, 13/08/2019 - 12:05

Ogni giorno, con chemio e radio muoiono decine di persone, comprese ragazze giovani e famose. Lo schema è sempre lo stesso, che ho sentito da due persone care che conoscevo bene: dopo il primo ciclo di chemio, ti fanno credere che "va tutto bene", "il male regredisce", "è quasi fatta", possiamo fare subito il secondo ciclo. Poi fanno il secondo ciclo e la persona ci resta secca. L'altro mese il Giornale titolava "Rifiutò la chemio e morì: condannati a 2 anni i genitori di Eleonora". Perché oggi non titola "La povera Nadia sceglie la chemio e muore: i medici le avevano fatto credere un sacco di bugie"?

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 13/08/2019 - 12:05

Povera!Riposa in pace

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 13/08/2019 - 12:11

E' scomparsa una persona magnifica ; mi auguro sia oggi in un mondo migliore .

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 13/08/2019 - 12:11

Dordolio Mar, 13/08/2019 - 10:38: "può portarti alla tomba profondamente arricchito, quanto non avresti mai immaginato."Frase che ,per chi come mè CREDE alla RESURREZIONE , indica la vera sconfitta ,il "male", come giusto, ha perso la sua battaglia.

Lotus49

Mar, 13/08/2019 - 12:19

Curano il cancro, in un corpo già indebolito, tagliando via i pezzi marci, e poi bombardando di veleni chimici e radiazioni. Lo fanno senza indagare le cause della malattia, senza chiedersi perché il corpo non reagisca, né perché il fegato ed altri organi non facciano più il loro lavoro. Secondo voi funziona un approccio del genere? Non è più sensato chi cerca di eliminare le tossine, risanare il fegato, rinforzare il paziente e riattivare il sistema immunitario, in modo che il corpo reagisca da solo?

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 12:38

Lotus, la seguo volentieri nel suo argomentare. Io ho rifiutato una radioterapia DESTRUENTE puntando i piedi, ma sono in qualche modo "del giro" e avevo spazi di trattativa e conoscenze specifiche datate ma comunque di peso. E posso avvalermi di nuovi immunomodulatori prescrittimi "off label" che sembrano funzionare. Avevo anche preso in considerazione terapie "alternative" ma assurdamente sarebbero risultate più onerose nella gestione. Bisogna avere TANTA FORTUNA poi. Quella di trovare medici disposti ancora ad un minimo di approccio "olistico" al paziente. Che pur tenendo presenti i famosi e famigerati protocolli di cura non dimentichino di avere di fronte un paziente che è diverso da ogni altro. E che soprattutto NON è un topo di 70 Kg....

Boxster65

Mar, 13/08/2019 - 12:46

Povera Nadia, quando sentii per sua voce che era stata colta da un tumore al cervello, sinceramente ho subito pensato che l'esito finale non sarebbe stato fausto, però ci ho sperato. Riposa in pace guerriera.

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 12:55

falso96, lei entra in prospettive religiose e metafisiche. Stando ancora "di qua" la situazione è diversa. La mia esperienza mi dice che con il cancro devi CONVIVERE nel tempo, non è la polmonite da cui puoi venir dichiarato certamente guarito. Pensi che per non farmi mancare nulla mi hanno operato il mese scorso di un tumore (banale ma comunque maligno) dichiarato debellato 25 ANNI FA. E naturalmente NON era vero.... Sei "sopravvivente" a tot anni, ecco... Ma la lotta contro questo male ha un suo fascino. Facilissimamente LA PERDI, ma vuoi mettere la soddisfazione di non dargliela comunque vinta e rendergli la vita difficile... La battaglia contro chi appare vincente in partenza ha un fascino assoluto. Irresistibile direi. Per "palati fini" di chi ama il combattimento, forse...

HappyFuture

Mar, 13/08/2019 - 13:03

Per i commentatori! A morte ossai che d'è? È 'na "livella"! Muore giovane chi al Ciel è caro! Prega per noi carissima.

ilbelga

Mar, 13/08/2019 - 13:19

ciao Nadia. riposa in pace. oggi sono molto triste ma una cosa mi fa ben sperare, se è vero che esiste il Paradiso, tu ora sei con gli Angeli a cantare e ballare.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 13/08/2019 - 13:41

DONNA DOLCE ,CORAGGIOSA E GUERRIERA. RIPOSA IN PACE TENERO ANGELO!!

ziobeppe1951

Mar, 13/08/2019 - 13:45

DIO NON ESISTE!

cir

Mar, 13/08/2019 - 13:56

Lotus49--------------- Mar, 13/08/2019 - 12:19 parole santissime !! ma certe cure inutili rendono piu' che le parole .tutti cercano so,di per guarire certe malattie m me come dici nessuno si azzarda ad eliminarne le cause...

Lancierebianco

Mar, 13/08/2019 - 14:37

Dondolio, condivido appieno la tua visione. Anch’io come te, sono sopravvivente o preferisco, onconauta. Hai ragione combattere contro chi è dato vincente ha fascino e paradossalmente ti fortifica. Lo facci oramai da 11 anni. Cara Nadia ovunque tu sia riposa in pace, e gli ignavi che ti hanno insultata vivano nel tormento.

killkoms

Mar, 13/08/2019 - 15:09

riposi in pace!

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 15:22

@Cir - e chi mi segue - il farmaco che sembra mi stia salvando la pellaccia costa 9.704,35 euro al mese per ciclo di terapia (prezzo su scatola, il SSN che me lo passa lo paga di meno ma non tantissimo). Gli oncologi che mi seguono (onestamente imbufaliti) mi hanno raccontato che tempo addietro il produttore gliene regalava CARTONI INTERI proponendolo come "farmaco compassionevole"... Ora che si è scoperto che funziona, quello è il prezzo. Che crollerà ovviamente appena scaduto il brevetto. Effetti indesiderati? Report? Feedback? "Carissimo, trasmettiamo tutto agli informatori farmaceutici che vengono qui ma non abbiamo avuto finora risposte". Tradotto: riusciamo a farla sopravvivere, ma in fondo non sappiamo bene come navigando in definitiva A VISTA..... e su un discorso esperienziale nostro personale sul quale non possiamo avanzare previsioni...

yulbrynner

Mar, 13/08/2019 - 15:32

Mi spiace davvero destino crudele

yulbrynner

Mar, 13/08/2019 - 15:34

X dordolio e lanciere bianco ho ahime avuto u a madre e una sorella morte di tumore tanti anni fa , una mia sorella lo combatte dal 1993, vi faccio tantissimi sinceri auguri di star bene e vj abbraccio forte

gigi0000

Mar, 13/08/2019 - 15:35

Davvero addolorato, anzi angosciato. Speravo, speravo con tutto il cuore di rivederti ridere allegra, per avercela fatta. So che ora stai meglio, lo so per certo, ma sarei stato più felice se fossi rimasta ancora con noi.

yulbrynner

Mar, 13/08/2019 - 15:41

Caro Dordolio , trovo veramente schifosamente inumano lucrare sulle persone bisognose di cure salvavita o meno, qua to agli effetti colatersli dei farmaci, ma anche di telefonini wi fi ecc lo sai ci vogliono anni e anni x scoprirli x cui... c e solo da sperare..

ilbarzo

Mar, 13/08/2019 - 15:41

Una terribile notizia che non avremmo mai voluto sentire, che ha sconvolto l'italia ed il mondo intero,per la scomparsa della giovanissima bella brava e tanto generosa Nadia Toffa. Dio ti abbia in gloria.R.I.P. Ciao Nadia.

gedeone@libero.it

Mar, 13/08/2019 - 15:42

Ha combattuto con coraggio fino all'ultimo ma l'alieno ha purtroppo vinto. Riposa in pace Nadia. #Dordolio, i suoi scritti mi hanno commosso.

lillo44

Mar, 13/08/2019 - 16:47

....purtroppo a nulla è valsa la tua grande battaglia, ma il tuo sorriso resterà impresso a noi tutti che ti amavamo nel vederti sempre sorridente in TV! Addio piccola Nadia e riposa in Pace.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 13/08/2019 - 17:05

Mi dispiace profondamente,R.I.P. e la terra ti sia lieve. Bandog

cir

Mar, 13/08/2019 - 17:11

Dordolio : un mio amico pagava 900 euro un medicinale per problemi analoghi di suo padre che basta per un una decina di giorni . Ha trovato il modo di averlo a 26 dollari la stessa confezione con le stesse caratteristiche attestate , ma va una volta ogni tre mesi a CUBA per averle ufficialmente ; Mio cognato 71 anni , mancato il 15 luglio scorso ha passato gli ultimi 8 giorni a CANDIOLO ( torino) nessuna cura possibile.....al fegato, neanche la chemio .. ma 500 euro al giorno solo per la degenza li hanno pretesi...

edo1969

Mar, 13/08/2019 - 18:26

Maledetto cancro. Ciao piccola dolce, simpaticissima Nadia, R.I.P.

pasquinomaicontento

Mar, 13/08/2019 - 18:55

...me dispiace se Ernestinho 11:15 e Dordolio 11:19,hanno equivocato su quello che io ho voluto esprimere nel mio purtroppo raffazzonato commento io dico quello che penzo,e forse questo sarà il mio limite.In famiglia ho avuto morti per tumore :-mia madre Inese,Remo il fratello di mia madre,due mie sorelle Letizia e Amalia,mio cognato Antonio...m'aricordo pora mamma, alla mia domanna:-a ma' che posso fà p'aiutatte? la risposta era sempre quella -:Pòrteme vicino a la finestra e...butteme de sotto- Permettèteme armeno de penzà che Dio nun esiste, che è tutta 'n'invenzione pe' fà inquartà sempre deppiù...inzomma se semo capìti.

Dordolio

Mar, 13/08/2019 - 19:16

Non mi dica niente Cir. Un mio familiare è morto per le complicazioni (tumore al fegato) di un'epatite da trasfusione. PRIMA che venisse scoperto il farmaco recentissimo e favoloso che eradica COMPLETAMENTE il virus dell'epatite dall'organismo. E va bene, le cose vanno così. Io stesso non starei qui a scriverle se l'USSL non mi passasse il mio farmaco (la cosa è recente, non avrei potuto permettermelo...). Ma anche il mio familiare NON sarebbe riuscito a pagarsi il suo, carissimo, anche ci fosse stato. Non mutuabile (almeno allora). Unica soluzione ANDARE IN INDIA, dove le farmacie lo avevano ad un prezzo calmierato.... Vabbè, ha detto purtroppo "male" a lui (che è pure purtroppo morto male...) ma ha detto bene a me, almeno finora (sono all'ottavo ciclo su dodici...)

yulbrynner

Mar, 13/08/2019 - 20:05

Cir mi spiace tantissimo, 500 euro al giorno, una cifra esagerata

cir

Mar, 13/08/2019 - 21:06

una cosa e' certa : la Nadia ha sempre criticato eventuali medicine alternative ed era fedelissima alla scienza medica moderna..

Dordolio

Mer, 14/08/2019 - 00:14

Una cosa è sicura, cir. La Nadia è sempre rimasta presentabile e dignitosa nello sviluppo della malattia. Almeno da come l'abbiamo vista. Solo alla fine si è sottratta alla visibilità. Era probabilmente nelle migliori mani che ci potessero essere. Assicuro che altri (come un mio collega ed un maestro di scuola qui vicino) non hanno avuto medesima sorte. A quest'ultimo ho fatto compagnia nella sua camera d'ospedale, visitandolo sovente. E turnandomi con altri del quartiere. Pur essendo personalmente rotto chiaramente ad ogni esperienza per motivi ovvi ed intuibili, il ricordo della persona sul suo letto circondata da macchine - frequentata PRIMA, vitalissima e dalla personalità notevole - mi turba tuttora. Come la Nadia, per entrambi i soggetti citati tumore al cervello. Aggressivo e suscettibile solo di cure palliative. Li penso, anche se la mia patologia è diversa. Immaginandomi in riflessioni assai moleste un giorno al loro posto.

papillon50

Mer, 14/08/2019 - 09:25

Una cosa, al momento, è certa: dal cancro non si guarisce, al massimo si sopravvive. I più fortunati o quelli che hanno forme non troppo aggressive della malattia, sopravvivono più a lungo di coloro che si imbattono in forme devastanti della malattia o in condizioni di non operabilità. La chemioterapia è un'infusione di veleni che spesso uccide il malato prima ancora di uccidere il male. Per quanto riguarda la Toffa, davanti alla morte la "pietas" deve prevalere su tutto. E non aggiungo altro. P.S. Anche io sono un malato oncologico.

cir

Mer, 14/08/2019 - 10:55

papillon50 . quello che mi fa incazzare e' che attorno alla ricerca su questo problema gira una quantita' spaventosa di denaro .ogni citta' ha il suo centro di ricerca e tutti cercano la stessa cosa .ma una ricerca sulle cause e denuncia della verita' piu' che appurate silenzio di tomba . andare contro la Monsanto..e similia o contro le case farmaceutiche , o pretendere un serio studio sui vaccini neanche da pensarlo, cosi' dice la scienza....serva delle multinazionali , e chi pensa diversamente deve essere emarginato.