Addio a Paolo Villaggio

Il mondo del cinema comico perde per sempre il ragionier Ugo Fantozzi. È morto oggi, all'età di 84 anni, Paolo Villaggio

La comicità italiana perde uno dei suoi più grandi talenti. Se n’è andato oggi Paolo Villaggio, noto al grande pubblico per essere stato l’inventore dell’indimenticabile ragionier Ugo Fantozzi.

L'infanzia di Paolo Villaggio

Villaggio, nato a Genova nel 1932, trascorre un’infanzia difficile e povera a causa delle difficoltà che la famiglia ha affrontato durante il secondo conflitto mondiale. In un’intervista rilasciata a Repubblica ha raccontato un episodio del 1941 che lo ha toccato personalmente quando si trovava a scuola insieme a suo fratello gemello: “A un certo punto avvertimmo sopra la testa come il rumore clamoroso di un treno. Era una salva da 381 mm che la marina britannica aveva sparato dal largo di Portofino. Solo che sbagliò bersaglio. La bomba centrò il quartiere dove eravamo tutti noi, devastando case e persone. Uscimmo, io e mio fratello, tenendoci per mano. Lo spettacolo era terribile. Vedemmo i cadaveri di due donne e un mulo morto. La notte non riuscimmo a prendere sonno. Fu la prima volta che sentimmo nostro padre imprecare contro la guerra”.

Gli studi e l'incontro con Fabrizio De Andrè

Villaggio, dopo la fine della guerra, frequenta il liceo classico, poi si diede a giurisprudenza, mentre suo fratello gemello, Piero, morto nel 2014, era professore di analisi algebrica alla Normale di Pisa. Finiti gli studi, nel 1954, conosce Maura Albites che diventerà sua moglie e che darà alla luce due figli, Elisabetta e Pierfrancesco. Dal punto di vista lavorativo inizia la sua carriera artistica sulle navi da crociera. “Non ero disposto a far divertire gli altri. Volevo divertirmi io, ma non mi riusciva e comunicavo la mia insoddisfazione ai passeggeri. Fortunatamente ogni tanto ne individuavo qualcuno che aveva lo spirito dell’animatore, lo raccattavo e mi salvavo”, ha raccontato così i suoi cinque anni da animatore, durante i quali ha conosciuto uno dei suoi più grandi amici: Fabrizio De Andrè. Di lui Villaggio dirà: “Era una persona molto sensibile e ovviamente quando si è molto amici, soprattutto d'infanzia, si parla della morte come di un fatto lontano, del tutto improbabile. Adesso che invece la cosa è accaduta e quando stava per succedere, non abbiamo mai avuto più il coraggio, negli ultimi due mesi, né di incontrarci, né di parlare della cosa, perché – spiegherà - questa volta non era un gioco, non era letteratura, era la terribile realtà”.

La nascita di Fantozzi e di Fracchia

Negli anni ’60 trova lavoro come impiegato in un’azienda pubblica, la Cosider, collegata all’Iri. È qui che prende spunto per inventare il ragionier Ugo Fantozzi che, nella vita reale, era un uomo con i baffi che si chiamava Bianchi e che aveva un ufficio in un sottoscala. “Il mio primo incontro con lui – racconterà poi Villaggio - si è svolto in una stanzetta, in questo sottoscala che gli avevano assegnato come ufficio. Quel giorno gli ho dato la mano dicendogli: ‘Permette?’. Lui si è alzato. Gli ho chiesto: ‘Ma perché si alza?’. E Bianchi-Fantozzi: ‘Credevo che volesse ballare’”.

Giandomenico Fracchia, l’altro famoso personaggio, lavorava insieme a lui all’Italsider e, in realtà si chiamava Verdina. Era“un uomo fisicamente mostruoso. Non brutto. Un tipo amaro. Calosce, ombrello. Uno che si incavolava da matti. Che non sopportava le ingiustizie. Urlava, imprecava”, rivelerà, in seguito, il comico genovese descrivendolo come un uomo pronto a battagliare, a parole, col capo ma, nei fatti, mai pronto ad esporsi fino in fondo. “Fracchia e Fantozzi sono due impiegati limite. Fracchia è uno che si incavola, mentre Fantozzi è uno che prende la vita come viene. Insomma sono i due aspetti della mia persona”, ammetterà Villaggio.

La sua carriera artistica inizia nel teatro con la compagnia goliardica Mario Baistrocchi e prosegue al Derby di Milano dove conosce il duo comico Cochi e Renato. Alla fine degli ‘60 finalmente viene notato da Maurizio Costanzo e debutta in radio col programma ‘Il sabato del Villaggio’. Nel febbraio del 1968, esordisce sulla Rai conducendo il programma ‘Quelli della domenica’ dove acquisisce notorietà con i personaggi comici del prestigiatore tedesco, il professor Kranz, e del già citato Giandomenico Fracchia.

Il successo letterario e cinematografico di Fantozzi

Sempre nel 1968 esce la rubrica ‘la domenica di Fantozzi’ dentro la rivista L’Europeo e nel 1971 le storie del noto ragioniere vengono raccontate in un libro pubblicato da Rizzoli. Inizialmente vengono stampate solo 10mila copie ma, in breve tempo, ne sono vendute 1 milione e mezzo. Nel 1974 esce Il secondo tragico libro di Fantozzi e il termine ‘fantozziano’ entra nel dizionario della lingua italiana per indicare “un certo tipo di impiegato medio, sottomesso e sfortunato”. È l’anno successivo che inizia la saga cinematografica del ragioner Ugo Fantozzi che consterà di ben dieci film. I primi avranno la regia di Luciano Salce, mentre negli anni ’80 nasce la collaborazione con Neri Parenti. Soltanto l’ultimo ‘Fantozzi 2000 – la clonazione’, uscito nelle sale nel 1999 è diretto da Domenico Saverni.

Gli ultimi anni di vita

La carriera cinematografica di Villaggio, però, era iniziata negli anni ’70 con registi come Mario Monicelli e Vittorio Gassman e raggiunge il suo apice negli anni ’90 quando arrivano i primi riconoscimenti. Per il film ‘La voce della luna’ di Federico Fellini vince il David di Donatello come miglior attore protagonista, nel ’92 arriva il Leone d’Oro alla carriera e, nel 1994, il nastro d’argento come miglior attore protagonista per Il segreto del bosco di Ermanno Olmi. Nel 2009 arriva anche il David alla carriera. Negli anni 2000 abbandona il personaggio di Ugo Fantozzi e, a poco a poco, lascia il mondo dello spettacolo per dedicarsi alla scrittura e nel 2016 esce la sua ultima opera Fantozzi l'audiolibro inedito. Muore il 3 luglio 2017 dopo alcuni giorni di ricovero trascorsi al Gemelli di Roma. Ad annunciarlo la figlia Elisabetta su Facebook dove, su una foto del padre giovanissimo, scrive:"Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare".

Commenti

fer 44

Lun, 03/07/2017 - 08:33

Addio Paolo! Sei stato un "GRANDE" R.I.P.

paco51

Lun, 03/07/2017 - 08:36

Grande interprete della realtà italiana. Ugo il Ragionier Fantozzi è immortale: La Corrazzata Potemkin pure!

Ernestinho

Lun, 03/07/2017 - 08:36

Un altro grande ed inimitabile personaggio dei ns. tempi che se ne va. PECCATO!

baronemanfredri...

Lun, 03/07/2017 - 08:45

A POCO A POCO IL MONDO DEL CINEMA DELLA TELEVISIONE DELLO SPETTACOLO DEL TEATRO NON AVRA' PIU' NESSUNO CHE SI PUO' VANTARE DI DIRE DI ESSERE ATTORE ARTISTA COMICO VERO. OGGI CI SONO SOLO COMPARSE CHE CREDONO DI ESSERE ANNA MAGNANI DE SICA CESCO BASEGGIO EMMA GRAMATICA SCUSATE SE E' POCO EMMA GRAMATICA ALIDA VALLI ANDREA CHECCHI, MAGARI QUALCHE FIGLIO DI ATTORE DEL PASSATO CHE VUOLE EGUAGLIARE IL GENITORE, FORSE NON C'E' NEANCHE QUELLO. PER TERMINARE CHI VIENE DI VOI ADESSO? NESSUNO!

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Lun, 03/07/2017 - 08:54

Grazie, Paolo! Sei stato il compagno di mille spassionate serate passate con amici a vedere i tuoi film!!!! Quanti dialoghi ci siamo imparati a memoria, cazzeggiando simpaticamente!!! Arrivederci ragioniere!

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Lun, 03/07/2017 - 09:04

Se ne va un altro pezzo di noi. Un pezzo che tuttavia rimarrà indelebilmente parte nella nostra cultura, nella nostra identità. In qualche angolo di noi stessi tutti siamo stati e siamo un po' Fantozzi. Vigliacchi e sfortunati. Così come Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni ci hanno regalato altri indimenticabili autoritratti di noi stessi: smargiassi, opportunisti, passionali.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 03/07/2017 - 09:06

Fantozzi è stato un personaggio geniale, reale per quanto in certi aspetti rispecchi la quotidianità. Tanto forte come personaggio che è diventato un modo di dire, come lo è stato Rambo! R.I.P.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 03/07/2017 - 09:07

Commento controcorrente. Villaggio ha dipinto un italiano nel quale non ho mai riconosciuto me stesso o le persone che conosco. Era un profondo misantropo,altero e un poco arrogante. Non faceva ridere. Soffriva per non essere riconosciuto filosofo o scrittore classico. Ha raccontato fino allo sfinimento le sue amicizie con De Andrè e Gassman ma solo per mettere in luce il proprio smisurato ego. Attaccato al denaro come solo ogni ligure di sinistra sa essere, negli ultimi tempi era affetto da incontinenza verbale e volgare. Su un'isola deserta, non porterei nessuno dei suoi film. Libri, forse. Detto ciò, che la terra ti sia lieve.

entropy

Lun, 03/07/2017 - 09:09

ricordati il "lasciapassare"

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 03/07/2017 - 09:13

Moderno Paperino, comicità con retrogusto di angoscia.

lorenzovan

Lun, 03/07/2017 - 09:13

la prima volta lo vidi recitare nella Baistrocchi.al Teatro Margherita a Genova...nel lontano 1959..mi sembra fosse una commedia buffa ..parodia dell'Ifigenia in Tauride...veramente favoloso !!!!

19gig50

Lun, 03/07/2017 - 09:25

Mi dispiace tanto.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 03/07/2017 - 09:33

Addio Paolo!! Grazie per averci fatto sorridere e riflettere!! "Come è umano Lei..."

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Lun, 03/07/2017 - 09:36

Addio ad un personaggio indimenticabile per quelli della mia generazione: il più italiano dei comici ed il più comico degli italiani. Un autentico gigante della comicità, secondo forse solo a Totò. Il mitico rag. Fantozzi ha rappresentato l'antitesi di ciò che ognuno di noi avrebbe voluto essere e al contempo lo specchio fedele di quello che spesso in realtà eravamo. Un genio assoluto, la cui perdita veramente mi fa sentire un po' più solo.

Marcello.508

Lun, 03/07/2017 - 09:53

Riposa in pace, simpaticissino ragionier Ugo..

lfalzoni

Lun, 03/07/2017 - 10:05

Addio ragioniere, ci mancherai. Ora potrai davvero scrivere in cielo "Il megapresidente e´ uno str..." :)

Giorgio Colomba

Lun, 03/07/2017 - 10:09

Un visionario, un precursore. Lucido analista delle condotte umane, messe in scena con surrealtà grottesca, ma riflessiva della verità. Arrivederci, Ragionier Fantozzi.

the_wanderer

Lun, 03/07/2017 - 10:12

Addio Paolo, eroe della mia infanzia e non solo....:(

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 03/07/2017 - 10:19

Al di là dei suoi film che mi hanno fatto sorridere, come uomo non mi è mai piaciuto: le sue esternazioni comunistoidi erano in contrapposizione con ciò che faceva. Ricordo ancora quando, con fare di supponenza perchè 'IO son IO', spiegava il motivo per cui esigeva decine di milioni di Lire per le sue partecipate alle trasmissioni-fiume di Teletom destinate per la raccolta fondi per questa o quella impellente necessità, giustificandosi che lui non lavorava gratis. (Sigh!)

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 03/07/2017 - 10:23

Lo conobbi tramite il suo primo libro e ho amato il suo personaggio per tutta la vita.Grazie Villaggio.

Massimo25

Lun, 03/07/2017 - 10:25

Paolo grazie per tutto quello che ci hai dato e per la satira molto profonda e vera con cui ci hai fatto sopportare molte situazioni pesanti..un Abbraccio forte per sempre!!

cesar

Lun, 03/07/2017 - 10:39

Sentite condoglianze alla famiglia. Come minimo ci aspettiamo a Roma una sfilata di personaggi pronti a ricordarlo in tv dopo averlo snobbato e disprezzato per 50anni

Malkolinge1603

Lun, 03/07/2017 - 10:53

Un artista che mi ha strappato moltissime risate, ma che credo avrebbe potuto fare molto di più che non fossilizzare tutta sua carriera interpretando praticamente solo la figura di Fantozzi. Riposi in pace.

Geom.Calboni

Lun, 03/07/2017 - 11:08

Grandissimo. Hai reso la vita di tutti noi più ricca e meno tragica.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 03/07/2017 - 11:24

Un grande “tragico” umorista, uno degli ultimi grandi del cinema; una specie in estinzione. La sua celebre battuta sulla Corazzata Potemkin è una perla della storia del cinema. Come la politica onora i “padri costituenti”, anche il cinema, la cultura, la musica, lo spettacolo, hanno avuto i loro padri. Ormai, però, scomparsi i padri, dobbiamo accontentarci dei “figli di..."; e facciamo una fatica enorme a vederli come eredi di quei padri (figuriamoci cosa saranno poi i “nipoti di…”). E’ il tempo dei figli di De Sica, Gassman, Tognazzi, Comencini ed altri: dal neorealismo al cinepanettone, da Ladri di biciclette a ladri di gloria familiare. Dal caviale alle uova di lompo.

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Lun, 03/07/2017 - 11:31

Grazie!

babilonia

Lun, 03/07/2017 - 11:43

ORA PIU' NESSUNO.....

giovanni951

Lun, 03/07/2017 - 11:48

non mi é mai piaciuto come attore ma ha fatto la sua parte nella storia del cinema italiano. R I P Paolo.

demetrio_tirinnante

Lun, 03/07/2017 - 11:52

Linea Notte

swiller

Lun, 03/07/2017 - 11:53

Sono sempre i migliori a partire ciao Paolo.

Ritratto di deep purple

deep purple

Lun, 03/07/2017 - 12:05

Un mito per svariate generazioni, come Bud Spencer e Tomas Milian. Ciao Paolo!

mzee3

Lun, 03/07/2017 - 12:09

Un rinnovato GRANDE GRAZIE A PAOLO VILLAGGIO CHE CI HA FATTO SORRIDERE, RIDERE E PENSARE. R.I.P. 

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 03/07/2017 - 12:13

RIP Paolo, ora sei fuori da questo inferno.

Boxster65

Lun, 03/07/2017 - 12:21

Un carattere irascibile e scontroso, ma un grande uomo. Grazie Paolo.

retnimare

Lun, 03/07/2017 - 12:24

Una sola parola: GRAZIE.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 03/07/2017 - 12:34

Un grande comico,interprete dell'italiano medio della porta accanto,con le sue fragilita' e frustrazioni. Nessun altro comico mi ha fatto ridere così tanto. Adesso ha raggiunto il "paradiso"assieme al mega direttore mega galattico in persona,reso soggetto di alcuni suoi celebri film. Magari potessi ritornare in terra come in uno di questi. CI MANCHERAI. Un caldissimo abbraccio.

roseg

Lun, 03/07/2017 - 12:44

E pensare che abbiamo personaggi che da 92 anni rompono gli zibidei e non crepano mai.

edo1969

Lun, 03/07/2017 - 12:45

Lo immagino che sta chiedendo qualcosa a S. Pietro in questo momento, e ovviamente qualcosa va storto... "non dà la maaano" o qulacosa del genere. Ciao Grande.

edo1969

Lun, 03/07/2017 - 12:45

Immenso. Ci hai fatto ridere, grazie per quei momenti davanti alla TV, ci siamo sentiti tutti Fantozzi. Ci mancherai. Tutto il cinema italiano si deve alzare per applaudire e salutare un Grande.

demetrio_tirinnante

Lun, 03/07/2017 - 12:48

@swiller (Lun, 03/07/2017 - 11:53) - Se il de Cuius leggesse il Suo post, si scompiscerebbe dalle risa.

marinaio

Lun, 03/07/2017 - 12:49

Adesso per una settimana dovremo sorbirci in televisione i vari Fracchia e Fantozzi. Poveri noi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 03/07/2017 - 12:51

Fantozzi o Villaggio che dir si voglia ha messo in scena come ci si riduce a fare i sinistrati di cervello.

Palladino

Lun, 03/07/2017 - 12:52

Anche se non mi è mai piaciuto molto. Condoglianze alla famiglia e che riposi in pace.

edo1969

Lun, 03/07/2017 - 12:52

Villaggio era l'Italia che amavo, quelle in cui sono cresciuto e che mi manca: le vacanze al mare, le famiglie, le Fiat sulle strade, le fabbriche e il lavoro, molte meno regole di oggi con tutti noi Fantozzi sempre a cercare di aggirarle, e poi quell'immensa tragicomica umanità degli italiani che ha dipinto nei suoi film. Piango.

almirach64

Lun, 03/07/2017 - 12:59

La morte di Villaggio è "Una cagata pazzesca"

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 03/07/2017 - 13:01

---commenti buoni dai destricoli per paolo villaggio---il quale --dopo una vita trascorsa da comunista e votante dichiarando che i comunisti non mangiano i bambini sebbene la loro carne sia tenera--negli ultimi tempi aveva profondamente abiurato il suo credo politico bollandolo come il più grande fallimento della storia dell’umanità- peggio della chiesa--quindi anche facendo trasparire una pesante dose di anticlericalismo--negli ultimi tempi si era speso per i 5stelle--ed è sempre stato contro il berlusconi politico--sceso nell'agone solo per difendere personalmente le sue aziende dopo la dipartita di craxi--non mi è mai piaciuto come attore --ma lo ritengo notevole come scrittore e molto sottovalutato dalla critica--swag ganja

Massimo Bocci

Lun, 03/07/2017 - 13:21

In Grande uomo,che ha messo in luce l'è ipocrisie e meschinità di un piccolo corrotto paese di fasulli e ladri!!! Grazie per la tua vera arte!!!

Il-Discrimine

Lun, 03/07/2017 - 13:24

Preferisco i personaggi che esaltano le virtù e le grandezze dell'uomo.

cgf

Lun, 03/07/2017 - 13:26

Persona di indole molto pigra, ha avuto diverse opportunità ed anche molte sfortune (vedasi figlio), saccente, ne aveva per tutto e tutti, ha pontificato in pubblico anche contro il pontefice, dopo averlo conosciuto di persona per quello che era, non mi è più piaciuto nemmeno Fantozzi.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 03/07/2017 - 13:33

@edo1969....bel commento!Umano e fantasioso,oltreche' fuori "dal coro. Apprezzo.

Fjr

Lun, 03/07/2017 - 13:40

Ciao ha fatto ridere e pensare ,lasciando sempre quel senso di amaro in bocca ,lui che sopportava tutto ed era il vero simbolo dell'im-piegato a 90 ,con i Calboni a deriderlo e le Silvani ad approfittarsi,sono solo due le occasioni di rivincita ,la corazzata cagata e quella partita a biliardo stravolta al 38 esimo coglionazzo,quello è il Fantocci che mi piace ricordare e che saluto col magone

Fjr

Lun, 03/07/2017 - 13:42

Edo,per partire di sicuro ha inforcato la solita bici senza sellino al grido di "TUTTI A PINEROLOOO"

Malacappa

Lun, 03/07/2017 - 13:43

Il nostro ragioniere nazionale grandissimo grazie Paolo per tante risate R.I.P

Ernestinho

Lun, 03/07/2017 - 14:18

Purtroppo anche in questo caso i soliti "bastian contrari" contro un personaggio che ci ha fatto tanto sorridere e che è difficile dimenticare!

Giocat

Lun, 03/07/2017 - 14:42

carissimo PAOLO VILLAGGIO mi mancherai moltissimo

mzee3

Lun, 03/07/2017 - 14:58

GRAZIE VILLAGGIO! HAI DIMOSTRATO CHE SI PUO' ESSERE GRANDI E IMMORTALI SENZA L'AIUTO DI POLITICI CORROTTI E MAFIOSI MA SOLO CON LE PROPRIE CAPACITA'.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 03/07/2017 - 16:02

Grazie Paolo, RIP. Una preghiera per te.

ortensia

Lun, 03/07/2017 - 16:06

Mi ha fatto piangere dalle risa. Ridere e meditare. Oggi pero' mi viene solo da piangere. Un altro grande che se ne va lasciandoci soli.

antipifferaio

Lun, 03/07/2017 - 16:08

Ho apprezzato i film di Villaggio dal punto di vista artistico, paragonabili certamente a quelli di Sordi in quanto derisori di una tipologia di uomo medio italico. Non tanto però dal punto di vista personale. Non voglio palesare in questa mesta occasione il perchè in quanto i defunti meritano rispetto. Sentite condoglianze alla famiglia.

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Lun, 03/07/2017 - 17:09

ciao PAOLO GRAZIE!

alifac

Lun, 03/07/2017 - 17:09

Da oggi riapre in Paradiso l'Ufficio Sinistri ma questa volta Ragioniere non dubiti, il Mega Direttore Galattico l'accoglierà a braccia aperte! Grazie Paolo!

tRHC

Lun, 03/07/2017 - 17:29

Beppe58:Concordo

risorgimento2015

Lun, 03/07/2017 - 17:45

Triste giorno ,tutti I pezzi della grande e bella Italia che fu`,stanno scomparendo. E` cosa abbiamo adesso ?Gente come BELLO' FIGO....e tanti altri.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 03/07/2017 - 17:51

Ad essere sincero, ciò che mi ha impressionato di più di Paolo Villaggio, è il fratello, di cui si è perduta completamente traccia. Chi sa, ne parli per favore. Lo abbiamo conosciuto, anzi intravisto, in una sola trasmissione lampo. Cordoglio. 17,51 - 3.7.2017

Ritratto di enzo33

enzo33

Lun, 03/07/2017 - 18:02

Caro Paolo, non ho avuto il piacere di conoscerti se non dalle parole del mio amico e collega Luciano De Crescenzo, che mi parlò della tua tenace voglia di vivere, ripensare alle sue parole mi fa credere che il tuo spirito sopravviverà, per spiriti come il tuo deve esistere per forza un'immortalità che noi possiamo soltanto lontanamente vagheggiare, ma non capire. Non credo che tu soltanto adesso sia diventato divino, penso che tu già lo fossi, Divino. P.S. Vedi, io il necrologio te l'ho fatto, ma se mi accorgo che è stato tutto uno scherzo, sai che ti faccio, ma lo sai che ti faccio...ti abbraccio.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 03/07/2017 - 18:05

Grandezza di Vikipedia. ! Mi son ricordato dopo il precedente invio, che avrei potuto cercare su Internet. ECCO -Piero Villaggio (Genova, 30 dicembre 1932[1] – Rapallo, 4 gennaio 2014) è stato un matematico e ingegnere italiano, nonché uno dei maggiori esperti, a livello internazionale, di teoria classica dell'elasticità- Taciuto sino allo spasmo, malgrado il suo accademico curriculum. Più che in questa sede, auspicherei che i nuovi ad insediarsi a la 7 al posto di LILLI, Telese e Parenzo credo, -IN ONDA- dedichino la prima puntata a trattare il fenomeno sociologico dei due gemelli VILLAGGIO, Piero e Paolo, così tanto diseguali nel destino loro assegnato professionalmente. -Certissimo dell'importanza di tanta riflessione- 18,05 - 3.7.2017

Anonimo (non verificato)

Stefano Matera

Lun, 03/07/2017 - 18:45

ipocrisie al vento si è fatto solo i fatti suoi meno male che il figlio gli ha dato tante soddifazioni

investigator13

Lun, 03/07/2017 - 18:50

Paolo villaggio forse è con Fracchia che più ha espresso le frustrazioni quotidiane dell'uomo comune. Davanti allo specchio affrontare il capo ufficio gli sembrava semplice e doveroso, per lui era una rivalsa che andava risolta. Poi però una volta difronte al suo capo ritornava l'uomo sottomesso e rassegnato e continuare a subire tutte le vessazioni di cui era oggetto. Ecco allora Fantozzi che nella sua fantasia gli risolveva ogni suo limite nella vita reale.

hectorre

Lun, 03/07/2017 - 19:41

come scrittore, in tv e in alcuni film ha raggiunto vette altissime, dove pochi sono arrivati....stasera mi riguardo Fantozzi, dopo la millesima volta rido ancora come fosse la prima.......e non sarà l'ultima, grazie Paolo.

19gig50

Lun, 03/07/2017 - 20:26

Tra giugno e luglio se ne sono andati amici e personaggi importanti... solo i più infami continuano a vivere con tutto il danno che hanno procurato all'Italia.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 03/07/2017 - 20:45

MA PUBBLICATELO, CxxxO !!! -- Grandezza di Vikipedia. ! Mi son ricordato dopo il precedente invio, che avrei potuto cercare su Internet. ECCO -Piero Villaggio (Genova, 30 dicembre 1932[1] – Rapallo, 4 gennaio 2014) è stato un matematico e ingegnere italiano, nonché uno dei maggiori esperti, a livello internazionale, di teoria classica dell'elasticità- Taciuto sino allo spasmo, malgrado il suo accademico curriculum. Più che in questa sede, auspicherei che i nuovi ad insediarsi a la 7 al posto di LILLI, Telese e Parenzo credo, -IN ONDA- dedichino la prima puntata a trattare il fenomeno sociologico dei due gemelli VILLAGGIO, Piero e Paolo, così tanto diseguali nel destino loro assegnato professionalmente. -Certissimo dell'importanza di tanta riflessione- 18,05 - 3.7.2017

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 03/07/2017 - 21:11

Speriamo che il MEGA-DIRETTORE GALATTICO DELL· UNIVERSO ti possa aprire le porte del suo ufficio in alto all· ultimo piano ....non ti dimenticare il lasciapassare , mi raccomando !Ciao PAOLO

Anticomunista75

Lun, 03/07/2017 - 21:31

non so come fosse il Villaggio uomo..io lo ricorderò sempre per avermi fatto passare ore spensierate coi suoi film che non mi stanco mai di rivedere. Ciao Paolo!

giampik

Lun, 03/07/2017 - 22:25

Complimenri al "gelatinoso" Vincenzo Mollica! Prima che sia troppo tardi e che se ne approprino altri, il ns. tremolante commetatore RAI ha subito ac sato Paolo Villaggio alla "SINISTRA"!! Informati mollaccione!

Leo Vadala

Lun, 03/07/2017 - 22:42

Abito in USA da 65 anni (ne ho 81). Ho avuto la gioia di conoscere il Rag. Ugo Fantozzi solo attraverso i primi due libri di Paolo Villaggio. Ricordo ancora come mi sganasciavo dalle risate leggendoli, risate a crepapelle, risate che si susseguivano pagina dopo pagina. Non ho mai visto nemmeno uno dei film di Fantozzi, ma ho trovato parecchi sketch tratti dai suoi film su "YouTube". Ne ho visti 3 o 4 ma, francamente, mi hanno lasciato indifferente. Preferisco ricordarlo, e ringraziarlo, per i suoi libri. Grazie Sig. Villaggio!

yulbrynner

Lun, 03/07/2017 - 22:56

caro fracchia caro Fantozzi mi mancherete non riesco a piangere perché vi voglio ricordare con un sorriso un abbraccio invece all'attore Paolo Villaggio uomo intelligente e anticonformista i manchera! e adesso non mettiamo i morti in politica dosse didestra sinistra o cos altro x me resta un GRANDE della comicita' italiana, solo qualche emerito idiota non lo definirebbe tale solo appartenenza avversa alle alle sue idee

mrdarker10

Lun, 03/07/2017 - 23:26

Non facile come carattere abbastanza irascibile ma un bravo attore.

Iacobellig

Mar, 04/07/2017 - 07:17

C'È GENTE PIÙ MERITEVOLE DI ATTENZIONE!

apostata

Mar, 04/07/2017 - 08:38

adesso il rischio è la trasmissione commemorativa di una serie di filmetti al cui confronto la corazzata potemkin è robetta da ridere

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 04/07/2017 - 09:35

@elkid - Si può sempre distinguere l'artista dall'uomo e le sue posizioni. Quanto al comunismo di Mao i bambini furono mangiati e eccome. Jasper Becker (corrispondente del quotidiano progressista Guardian) scrive Hungry Ghosts: China’s Secret Famine (1996) ossia 'La Carestia segreta della Cina'. Le famiglie si scambiavano i figli perché non riuscivano ad uccidere e mangiarsi i propri. «Il cannibalismo - scrive Philip Short in Mao (Rizzoli) - era comune come durante le carestie della giovinezza di Mao.