American Horror Story, le novità sulla nuova stagione

Finalmente Ryan Murphy racconta di più sull’ottava stagione prevista per settembre di quest’anno, svelando alcuni dettagli sull’ambientazione e sul tono che avrà la serie

Dopo mesi di silenzio e di poche se non scarse novità, finalmente, Ryan Murphy, creatore della macabra serie American Horror Story, si fa vivo per svelare alcune novità di questa ottava stagione. Sembrerebbe, a differenza di quanto si vociferava, che gli episodi saranno ambientati in un futuro distopico, non lontano dal nostro, precisamente, Murphy, spiega: “a 18 mesi a partire da oggi".

Aggiunge inoltre che il tono della serie sarà molto più simile a quello di Asylum e Coven per la presenza di eventi sovrannaturali. In un’intervista precisa: “Non sarà necessariamente realistica e terrena quanto la passata stagione. In un certo senso, stiamo tornando ad Asylum e a Coven. Sarà quello il tono.”

È molta suggestiva tale scelta di ambientare la serie a soli pochi mesi dai giorni nostri, in un dispotico futuro prossimo, quasi a far riflettere tutti su come le cose potrebbero cambiare da un giorno all’altro, senza preavviso alcuno e senza possibilità di scelta.

Come sempre, nel cast invece troveremo, a detta di Murphy, i veterani della serie: Evan Peters, che si vocifera interpreterà un esilarante parrucchiere gay, Sarah Paulson e Kathy Bates. Inoltre, troveremo anche Joan Collins, Leslie Grossman, Adina Porter e Billy Eichner.

Le riprese dell'ottava stagione di American Horror Story, sappiamo, inizieranno precisamente il 16 giugno e l’uscita dovrebbe essere prevista, come ogni anno, a settembre del 2018, o per lo meno è così che Murphy ci ha abituato con le precedenti sette stagioni. Dalle premesse, questa, si prospetta una stagione avvincente, dall'ambientazione intrigante, che strizza l'occhio alle precedenti della serie.