Animali fantastici 3, la Warner trema, ma a difendere Johnny Depp arriva J.K. Rowling

Dopo le nuove accuse di Amber Heard, la Warner Bros non sa se congelare il terzo capitolo di "Animali fantastici", spin off della serie "Harry Potter", sempre tratto da un romanzo di J.K.Rowling. Proprio la scrittrice difende l'attore e non credendo alle accuse della Heard pretende che Depp sia ancora protagonista del film

Ormai era fatta per Johnny Depp. Carriera tornata in pista grazie al successo di “Animali fantastici” e del suo seguito, ancora più amato da pubblico e critica con 650 milioni di euro incassati in tutto il mondo.
Depp ha già firmato per il terzo, ma dopo le recenti accuse dell’ex moglie di Depp, Amber Heard, che addirittura avrebbe detto che l’attore avrebbe tentato di gettarla giù per le scale, si è scatenato il panico ai piani alti della Warner Bros.

Non ci sono prove. C’è solo come al solito la parole di Amber Heard che da anni accusa Depp di ogni nefandezza. Gli aveva già distrutto la carriera divorziando per presunte molestie domestiche e pretendendo un maxi risarcimento, adesso ha rilanciato, costretta dalle accuse di diffamazione da parte di Depp che sostiene di essere stato lui la vittima e non il carnefice, con pestaggi di ogni tipo, calci, pugni e schegge di bottiglie di vetro lanciategli addosso che una volta gli troncarono di netto un dito poi riattaccato chirurgicamente.

La battaglia legale tra i due sembra non finire mai. Purtroppo in pieno #metoo è difficile per una casa di produzione schierarsi dalla parte di un uomo.
È quanto racconta senza mezzi termini a Page Six proprio una donna, un’insider della Warner Bros: "Siamo tutti con Johnny, sappiamo che è una brava persona e che le accuse contro di lui sono solo calunnie, ma siamo preoccupati da cosa penserà la gente se lasciamo lavorare uno che si dice che picchi le donne. Cosa penseranno le nostre dipendenti donne? E i fan di Harry Potter? Il film incasserà ancora bene al botteghino o sarà un fiasco per colpa della presenza di Depp? Il #metoo ci impone assurdamente di punire a prescindere Johnny o saremo boicottati. Siamo ostaggio di un movimento che doveva liberare le donne dai ricatti sessuali patiti per ottenere un lavoro, invece si è trasformato in un mostro femminista che distrugge le carriere di uomini innocenti senza nemmeno doversi prendere la briga di fornire delle prove. Basta una calunnia ed è tutto finito, non serve nemmeno andare in tribunale, bastano i social a farti a pezzi e come donna io mi vergogno”.

La saga di “Animali Fantastici” è ispirata all'omonimo libro di J. K. Rowling. Si tratta di uno spin-off della serie cinematografica di “Harry Potter” ed è incentrato sul magizoologo Newt Scamander.

Johnny Depp recita nel ruolo del temibile mago oscuro Gellert Grindelwald, uno dei personaggi principali, come era Lord Voldemort in Harry Potter. Impossibile prescindere da lui e cambiare volto in corsa ora che si è arrivati al capitolo numero tre e il pubblico si è affezionato. La sceneggiatura del film è già stata completata e le riprese dovrebbero iniziare quest'estate, al più tardi a inizio autunno. Cosa fare? Restare fedeli a Depp significherebbe che la Warner avalla la violenza sulle donne!” ha aggiunto la fonte di Page Six.

Se l’avvocato di Johnny Depp si dice sempre più sicuro di vincere la causa contro Amber Heard per diffamazione, spergiuro e danni morali e professionali per 50 milioni di dollari, a difendere a spada tratta Johnny Depp adesso è scesa in campo direttamente J.K. Rowling, una donna, nonché una persona che lo conosce bene da anni e che crede fermamente nella sua versione.

Con questa mossa la Warner Bros si sente messa all’angolo: non può certo screditare J.K. Rowling dai cui libri ha ricavato miliardi di dollari, anche perché si tratta di una donna e in tempi di #metoo non si scherza. Inoltre avrebbe già minacciato i grandi capi della Warner che se non vedrà Depp sul set come previsto, ritirerà l’avallo allo sfruttamento commerciale cinematografico del suo romanzo perché pienamente in grado di pagare la penale essendo una delle persone più ricche del mondo.

J.K. Rowling nel mondo è un nome pesante con conoscenze importanti: se alla Warner temono la reazione delle donne dovrebbero cominciare con il temere per prima la sua di reazione. E Johnny Depp, commosso, ringrazia la sua lady di ferro e spera nel buon esito del processo.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?