Fra arcobaleno e carnevale, l'amore è la solita fregatura

Tanto i testi di Sanremo sono sempre d'amore, e l'amore è sempre lo strazio di lui che lascia lei o lei che lascia lui

C'è gente che mi dice: «Ma perché ascolti i testi? Io sento solo le canzoni», ok, ma allora perché cantano? Io invece ascolto solo i testi, deformazione professionale, anche perché sono sempre tremendi e per questo divertenti. Tanto i testi di Sanremo sono sempre d'amore, e l'amore è sempre lo strazio di lui che lascia lei o lei che lascia lui, per forza, ma chi ci sta con voi. Valerio Scanu canta: «Finalmente piove e il suo rumore non se ne va/ ma le mie parole le puoi capire/ senza dirtele in faccia/ le ho riflesse negli occhi». A parte la sgrammaticatura del «suo rumore» (di chi?), passiamola per licenza poetica, ma io se fisso gli occhi di Scanu vedo solo un riflesso da pesce lesso, e comunque speriamo che la pioggia diventi un tornado e li spazzi via. Dolcenera canta a squarciagola: «Ora o mai più/ tu vieni verso di me/ e le cose cambiano», e c'è solo il ritornello, si è incantato il disco, e hanno fatto bene a escluderla, non ho mai dimenticato quanto fece soffrire Francesco Baccini quando andò verso di lei, e senza neppure dargliela. Patty Pravo, bellissima e imbalsamatissima, che muoveva le braccia con i fili dei tecnici dell'Ariston e girava come fosse una bambola rotta, dice a lui che la lascia «Ma i cieli sono immensi immensi immensi in me immensi immensi/ Ti ricordi di Parigi/ Ti ricordi di Boulevard/ L'acqua alta di Venezia», ma cosa vuoi che si ricordi, sarà un amore di quarant'anni fa.Che poi a Sanremo si canta sempre l'amore perché in amore si dicono solo cazzate ma suonano bene, perfino il grandissimo Enrico Ruggeri canta Il primo amore non si scorda mai, mica è vero, in genere è una racchietta brufolosa delle scuole elementari che ti sembrava una principessa e ora se la vedi è grassa e vecchia e per fortuna si è sposata un altro. La più originale era la negra Cecile, che cantava «sono negra negra negra/ ma quando mi vedi nuda nuda nuda non te ne fotte più», trombata subito, perché era negra ma vestita. Dell'amore, in fondo, resteranno solo le striscette arcobaleno sventolate dai cantanti, chi vuole intendere intende perché già lo sa, parte del pubblico catodico e catatonico della Rai avrà pensato fossero trombette di carnevale.

Commenti
Ritratto di semovente

semovente

Sab, 13/02/2016 - 17:54

Già. cantano queste sxxxxxxxe perchè non hanno altro a cui pensare. Il guaio è che c'è gente che fa notte per ascoltare queste minchiate. Poi, con 'sto SanRemo scassano le palle per minimo 15 giorni, dicendo sempre che le canzoni sono una schifezza ma vengono premiate, i vestiti sono brutti, i culi si vedono e non si vedono. Intanto i soldi sono stati spesi per un risultato da nulla e la cultura diventa un tura cul.

steffff

Sab, 13/02/2016 - 18:36

Achille Campanile diceva: L'amore e' tutto una montatura!

yulbrynner

Sab, 13/02/2016 - 19:22

semovente che non si muove... chi a differenza di te e' un sentimentale e un romantico chi legge romanzi d'amore o ama le canzoni d'amore non e' più stupido di te solo tu non sei sentimentale o romantico rispetta le passioni altrui c'e chi "ama" forse x te parola grossa con il la freddura di un roobot e chi invece ha passione e' romantico lcaldo e sentimentale e ama le canzoni d'amore.. che poi poche canzoni siano passabili e' vero che san remo no nsia granche' e vero ma tutto e' sempre comunque soggettivo puo non piacere a te puo non piacere a me.. ma ad altri puo benisimo piacere e non e' detto che noi al quale san remo non piace o piace poco siamo più brabi belli e più intelligenti x questo