ArtSipario, e il teatro va sulla carta

Manfredi Edizioni pubblica volumi su personaggi come Gabriele Lavia

Elena D'Alessandri

In un periodo di complessiva difficoltà per cultura ed editoria, l'affermarsi sulla scena nazionale di un nuova casa editrice specializzata in pubblicazioni d'arte è una notizia da accogliere con grande plauso. Manfredi Edizioni (di Imola), è nata nel 2015 e in soli due anni è riuscita a costruire collaborazioni importanti come quella con il Macro di Roma o l'Accademia di Brera di Milano vantando pubblicazioni di grande prestigio, tra cui il catalogo della mostra di Anish Kapoor o il volume su Ugo La Pietra. Il salto alla fotografia, e quindi al teatro «la più umana delle arti», come l'ha definita Dacia Maraini, è stato breve. «Un giorno mi ha chiamato la giornalista di teatro Anna Testa proponendomi un tributo a Mariangela Melato di testimonianze e fotografie, curato con Tommaso Le Pera, il più grande fotografo di scena italiano. Abbiamo accettato, ed è nato ArtSipario», ci ha raccontato l'editor Maria Paola Poponi. La collana ha presentato il 24 marzo Lavia il Terribile, su un artista da 55 anni sulla scena e il 24 aprile tornerà al Quirino di Roma con Antonio Calenda. I volumi, curati nei minimi dettagli, risultato di un lavoro condotto con grande passione, si compongono di due parti: la prima è dedicata al retroscena del personaggio, alle sue amicizie, agli amori, alle collaborazioni: testimonianze inedite raccolte da Anna Testa. La seconda parte è un'accurata selezione di foto di scena di alcuni spettacoli immortalati da Le Pera. Il quarto volume è ancora in discussione. Trait d'union è sempre il fotografo perché «le foto sono tutto quello che resta di uno spettacolo». Per info manfrediedizioni.com