Il ritorno di Avril Lavigne dopo la malattia di Lyme: "Avevo accettato la morte"

Il prossimo 19 settembre verrà rilasciato il nuovo singolo di Avril Lavigne. In una lettera ai fan l'artista racconta i suoi problemi di salute

Qualche mese fa era trapelata l’indiscrezione che Avril Lavigne sarebbe tornata alla ribalta dopo un lungo periodo di silenzio. A lanciare la notizia fu lo stesso fan club dell’artista, ma il rumor non era stato confermato né da Avril Lavigne né dal suo entourage. Poi nella notte di ieri, un post che è apparso sul profilo twitter ufficiale della pop star, rompe il silenzio.

Il prossimo 19 settembre Avril Lavigne conferma che verrà rilasciato “Head Above Water”, singolo che precederà l’uscita del suo nuovo album. Poi sul sito ufficiale, la cantante ha scritto una lunga lettera in cui ha spiegato i motivi della sua assenza, affermando che è stata costretta a ritirarsi dalle scene per combattere la malattia di Lyme. “Sono stati anni difficili” scrive Avril Lavigne, “sono riuscita a trasformare questa lotta in musica e ne sono molto orgogliosa” afferma. Il nuovo album a quanto pare sarà un lavoro molto intimistico, un inno alla vita e all’amore, un qualcosa di diverso per un’artista che ha segnato il panorama della musica punk ad inizio degli anni 2000. “Avevo accettato la morte e sentivo di non avere più le forze per reagire. Stavo annegando.”

Avril Lavigne ha contratto la malattia nel 2014, ma purtroppo i medici non hanno diagnosticato il problema immediatamente, per questo la cura è stata lunga e dolorosa, costringendo l’artista ad allontanarsi dallE scene. la cantante oltre a tornare alla ribalta con un nuovo singolo, ha deciso di creare una fondazione per la cura contro la malattia di Lyme, patologia batterica che colpisce prevalentemente la cute ma porta anche a problemi neurologici se non viene curata in fretta. Il peggio però passato, Avril Lavigne ora sta per tornare.