Al Bano: "Per Romina posto d'onore in casa"

Al Bano Carrisi torna a parlare del suo rapporto con la sua ex moglie, Romina Power: "Lei è la madre dei miei figli"

Al Bano Carrisi torna a parlare del suo rapporto con la sua ex moglie, Romina Power. Un rapporto spezzato dalla fine del matrimonio dopo la scomparsa della figlia Ylenia Carrisi. Tra i due però negli ultimi mesi sembra essere tornato il sereno. Dopo la reunion su un palco i fan hanno sperato che nella coppia potesse tornare il sereno anche sul fronte sentimentale. Ma così finora non è stato. Romina più volte ha sottolineato come di fatto l'amore non è ancora finito.

E così il cantante, dai microfoni di Sabato italiano, ha deciso di rispondere e di chiarire tutto: "Romina è sempre la madre dei miei figli, quindi ha un posto d'onore in casa", ha affermato. Poi ha aggiunto: "Finché vivi in pace vivi meglio, perché la guerra, anche se c'è qualcuno che la vince, comunque l'ha persa per il fatto di averla accettata. E soprattutto delle due parti contendenti c'è sempre un sapore amaro... Quindi, sottolineo, evviva la pace! Magari con un contorno di felicità, perché no". Poi Al Bano torna ancora sulla sua mancata partecipazione a Sanremo. Voleva dare l'addio alla kermesse prima del suo ritiro dalle scene fissato per la fine di questo anno: "Mi hanno maltrattato ma pazienza, non ci ho pensato più di tanto. A differenza di Romina, io Sanremo l'ho vissuto sin dagli anni 50, è come nel campionato di calcio, è giusto che ci sia questa competizione, questi contrasti... Ma l'importante è che siano positivi e che servano sempre a creare della buona musica, e Sanremo è stata e resterà sempre la culla della musica leggera italiana. I più grandi successi mondiali sono nati lì, a Sanremo, e continueranno a nascere lì a Sanremo, quindi teniamocelo stretto con molta attenzione".

Commenti

Happy1937

Dom, 14/01/2018 - 16:21

Non sono d'accordo con Albano sul fatto che Sanremo sia ancora la culla della musica leggera italiana, né che a Sanremo continuino a nascere grandi successi mondiali. Sanremo è ormai un'esibizione di buffonate che sarebbe meglio evitare.

Eusebio

Dom, 14/01/2018 - 19:07

Se fosse cosi come dice non sarebbe necessario spendere un milione e duecentomila euro solo per i presentatori che fanno audience, basterebbe molto ma molto meno dato che è la culla della canzone italiana e nessuno avrebbe voglia di cambiare canale, ma non è cosi, rimane uno spettacolo che necessita avere ospiti e presentatori illustri per essere viso, altrimenti...viva il telecomando!

Cheyenne

Dom, 14/01/2018 - 19:32

HAPPY 1937 MI HAI PRECEDUTO

Tombolo

Lun, 15/01/2018 - 00:01

Il Festival di Sanremo e' bollito da tempo .E' uno spettacolo come tanti e niente piu'.