Beatles: tra Lennon e McCartney ci prova la scienza

Due ricercatori si stanno avvalendo della statistica per scoprire quali canzoni dei Beatles siano state scritte da John Lennon e quali da Paul McCartney

Gran parte delle canzoni dei Beatles portano una doppia firma: Lennon-McCartney. Ora la scienza potrà stabilire con estrema probabilità chi tra i due artisti le abbia scritte.

In base al loro contratto, John Lennon e Paul McCartney hanno entrambi siglato le canzoni dei Beatles, ma non è dato sapere chi abbia avuto un ruolo più preponderante, né quali canzoni siano associate all'uno e all'altro. Ci sono degli aneddoti che vengono riportati da critici, storici o dai diretti interessati, ma niente di preciso.

Ad esempio, è noto come McCartney abbia scritto gran parte di "Yesterday", come rincara Lennon nel suo brano-invettiva "How Do You Sleep?". La canzone potrebbe però contenere un gioco di parole, con un significato che oscilla tra "l'unica cosa che hai fatto è stata Yesterday" e "l'unica cosa che hai fatto è nel passato". In "Let It Be" si fa invece riferimento a una certa "madre Mary", il nome della mamma di McCartney, che morì quando l'artista aveva 14 anni. È poi a quest'ultimo che alcuni critici accreditano la quasi totalità dell'album "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band", anche se l'impronta di Lennon è presente nei piccoli dettagli, come il bridge di "A Day in the Life" o nell'ispirazione di "Being for the Benefit of Mr. Kite", quest'ultima nata da un antico manifesto cincense in possesso del compianto musicista.

Così, la scienza si è messa al servizio degli amanti della musica, come riporta SkyNews. I ricercatori Mark Glickman e Jason Brown si sono concentrati sulla produzione dei Beatles tra gli anni 1962 e 1966, ricorrendo alla statistica per risalire allo stile dei due autori. In particolare, grande attenzione per il gran mistero che circonda "In My Life", al ventitreesimo posto nella classifica delle più grandi canzoni di tutti i tempi stilata da Rolling Stone.

Ogni brano, secondo gli studiosi, presenta infatti determinate caratteristiche musicali e queste possono far risalire all'autore. Tra le caratteristiche: gli accordi usati, le note melodiche che vengono cantate dal solista, la frequenza delle transizioni di accordi, la frequenza di coppie di note melodiche consecutive e così via. In generale, a Lennon sono attribuite linee melodiche che non variano molto, per esempio.

Il risultato: a sorpresa, è molto probabile che "In My Life" sia stata scritta da quest'ultimo, mentre "The Word" - a lungo attribuita a Lennon - è quasi certamente stata scritta dal collega.

Commenti
Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 02/08/2018 - 16:15

@ la Redazione : d'accordo che questa è l'epoca delle fake e delle bufale, ma non aggiungiamo falsi storici a DATI DI FATTO AMPIAMENTE COMPROVATI : contrariamente a quanto riportate in proposito, l'impronta di Lennon è presente in tutta "A Day in the Life" visto che è a firma sua al 90%, solo il piccolo bridge intermedio è opera di McCartney, peraltro quest'ultimo NON è il principale autore del capolaroro SGT PEPPER visto che diverse canzoni sono a firma LENNON, da "Lucy in the Sky with Diamonds" a "Being for the benefit of Mr Keit" fino a "Good Morning"...

GPTalamo

Gio, 02/08/2018 - 17:53

Guardate che non ci vuole una grande scienza per capire chi scriveva una specifica canzone: tranne pochissime eccezioni, chi le scriveva, le cantava anche (come anche confermato da loro durante un'intervista). Usate la statistica per cose piu' serie.