Box Office

Verrebbe da dire che chi si accontenta gode. A Capodanno, ha debuttato Alessandro Siani con la sua nuova commedia Mister Felicità, mantenendo la recente tradizione che rimanda proprio al primo giorno del nuovo anno le uscite dei nostri comici più forti, alternando Siani con il «re Mida» Zalone. Certo, lo scorso anno, Checco debuttò con Quo Vado? staccando biglietti, in un solo giorno, per oltre 6.850mila euro, mentre domenica l'artista napoletano si è «limitato» a 1.885.347 euro di incasso. Però, visto l'andazzo natalizio dei cinepanettoni nostrani, Mister Felicità sembra destinato a vincere agevolmente la sfida italiana di queste festività, pur con meno giorni di programmazione. È vero che due anni fa Siani arrivò in sala con Si accettano miracoli, film che l'1 gennaio, al debutto, ottenne 2,2 milioni di euro. È evidente, perciò, che in termini percentuali, a parità di condizioni (anzi, con biglietti più cari) il calo, per lui, c'è stato (circa il 15% in meno) anche se in linea con l'andamento del botteghino italiano. Con un solo giorno nelle sale, Mister Felicità si è dovuto accontentare, per ora, del secondo posto, dietro a Oceania che ha già raggiunto 8.357.787 euro e se la gioca con Rogue One, arrivato a 8.793.449 euro. Intanto, tra le novità va segnalato il meritato terzo posto dell'interessante sci-fi Passengers, con protagonista Jennifer Lawrence, che ha chiuso il primo weekend con in cassa 1.498.320 euro, mentre Spielberg è finito quarto con il suo tenero Il GGG (1.295.840 euro). Infine, Pooh - L'ultimo concerto, trasmesso in diretta anche nelle sale cinematografiche, ha ottenuto 440.755 euro (dodicesimo).