Britney Spears, ora si pensa ad un suo ritiro definitivo dalle scene

Entrata da qualche settimana in una clinica per problemi di salute mentale, le reginetta del pop Britney Spears potrebbe davvero lasciare definitivamente il mondo della musica?

Continuano i rumors riguardanti la salute mentale delle reginetta del pop Britney Spears, ai quali ora si aggiunge una nuova rivelazione: l'interprete di “Toxic” sembrerebbe in procinto di lasciare le scene e di abbandonare il mondo della musica a tempo indeterminato.

Britney, ricoverata in una clinica per problemi di natura mentale in seguito alla malattia del padre, aveva interrotto la serie di concerti in programma a Las Vegas proprio per stare vicino a Jamie Spears, ma una fonte a lei vicina ha rivelato al magazine Heat che i due interventi subiti dal padre le avrebbero fatto rivalutare cosa è davvero importante nella sua vita. “Mentre sta combattendo con l’idea che un giorno il padre non ci sarà più, Britney sta valutando cosa è davvero importante per lei”, ha dichiarato la fonte, che ha proseguito affermando che “i suoi amici più stretti credono che potrebbe lasciare la musica per sempre, perché senza il padre che la supporta – e che ha una certa influenza su di lei -, non riuscirebbe a tenere le cose sotto controllo.”

Jamie Spears è il tutore legale di Britney dal 2007, anno del brutto crollo emotivo della star e da allora si dice che lui sia “l’unica ragione per cui Britney è tornata sulle scene”. Dopo l’ultimo intervento subito dal signor Spears, la 37enne della Louisiana è rimasta profondamente segnata, al punto di farsi ricoverare in una clinica per migliorare il suo stato emotivo e poter assistere il padre malato al meglio delle sue possibilità. Anche i social sono stati testimoni della sua volontà di mettere la famiglia al primo posto. La sua ultima pubblicazione su Instagram infatti recita così: "Abbiamo tutti bisogno di prenderci del tempo per noi stessi", lasciando intendere la sua intenzione di allontanarsi dalla scene e pensare a se stessa e ai suoi cari.