Il carabiniere all'Ariston: "Serve solo passione, ordini non portano da nessuna parte"

Il sottotenente Maria Gaetana Albina Di Lena sul palco dell'Ariston nell'ambito della iniziativa "eroi del quotidiano" con cui questa edizione del Festival ha voluto rappresentare tutte le forze dell'ordine

"Serve passione. Con gli ordini non si va da nessuna parte". Così il sottotenente Maria Gaetana Albina Di Lena, comandante del Nucleo operativo e radiomobile carabinieri di Chieti, sul palco dell'Ariston nell'ambito della iniziativa "eroi del quotidiano" con cui questa edizione del Festival ha voluto rappresentare tutte le forze militari, forze dell'ordine e delle varie realtà operative di pronto intervento, protezione civile e soccorso pubblico protagoniste ogni giorno di un'attività di supporto alla comunità. E ancor più lo si vede dall'agosto scorso, dal primo terremoto che ha colpito l'Italia centrale, fino ad arrivare alla tragedia di Rigopiano e alle eccezionali nevicate nelle Marche e in Abruzzo che hanno isolato per giorni paesi e frazioni.

Carlo Conti, illustrando queste attività, aveva chiesto all'ufficiale dell'Arma se si trattasse di un dovere o di una missione. "Passione", la risposta immediata della donna carabiniere. Sul palco anche il vice questore della Polizia di Stato Giuseppe Briganti, direttore operativo dell'11^ reparto volo di Pescara, unità che è stata appunto molto impegnata nei soccorsi alle popolazioni isolate. È stato ricordato anche l'agente di Polizia di Stato che con la moglie ha perso la vita nella tragedia di Rigopiano, mentre il piccolo Samuel, figlio della coppia, è stato salvato dai soccorritori dopo due giorni sotto le macerie.