Chi ferma Patty Pravo? Concerti e un nuovo cd

Stasera l'artista sarà al teatro Dal Verme di Milano

Nessuno dei suoi fan ha mai creduto al ritiro di Patty Pravo. Gli attacchi di panico? Bazzecole per una combattente come lei... «Per fortuna s'è risolto tutto più in fretta di quanto pensassi - dice lei oggi - avrei voluto fare un lungo viaggio in Africa per ritemprarmi ma il demone della musica mi ha subito ripreso». E quindi la scorsa estate s'è esibita in lungo e in largo per tutta Italia e ora chiude (provvisoriamente, beninteso) i concerti con due spettacoli teatrali, uno stasera al Dal Verme di Milano, l'altro il 16 febbraio all'Auditorium di Roma. Intanto si dedica al suo nuovo album, che dovrebbe uscire la prossima primavera. «Questi due concerti teatrali saranno un momento importante per me; il repertorio si ispira al mio cofanetto uscito l'anno scorso, e quindi ci saranno brani che non eseguo spesso come Tripoli '69, Il fiore nero, Non andare via». Tanto per puntualizzare che ogni suo show è diverso dall'altro, e che ogni interpretazione di ciascun brano è ogni volta diversa dalla precedente. Quindi rileggerà La luna che Vasco ha pennellato per lei («abbiamo un rapporto splendido, ora sta scrivendo per se stesso, ma spero che un giorno gli torni l'ispirazione per dedicarsi a me»); riproporrà Les étrangers frutto della collaborazione con Lucio Dalla («grande amico, ci conoscevamo dai tempi in cui non eravamo famosi, quando cantavo con i Flipper»); a I giardini di Kensington dedicata a Lou Reed («sono stata la prima in Italia a scrivere qualcosa su questo grande del rock e dell'arte»). E poi non può mancare l'ultimo singolo, Non mi interessa, frutto della collaborazione con Ermal Meta. «Amo lavorare coi giovani, con loro trovo il giusto equilibrio tra il passato, che non tradirò mai, e le sonorità di oggi. Anche nel nuovo album ho lavorato con ragazzi giovani e vitali». Tutta concentrata sul suo nuovo progetto, Patty non ha tempo per Sanremo. «È la manifestazione canora italiana più importante ma non è nei miei piani. Voglio prima di tutto fare un bel disco».