Coguars, feticismo per i piedi e Moana, ovvero la vita secondo Cruciani

Il conduttore della Zanzara si racconta, a modo suo, a Dagospia. Leggere per credere

Prendete Alberto Dandolo di Dagospia e Giuseppe Cruciani. Fateli sedere per pranzo allo stesso tavolo di un ristorante e godetevi lo spettacolo. La voce urticante della Zanzara spara a zero, spara su tutto e tutti, a cominciare da se stesso. Dopo le sue due ultime storie con Selvaggia Lucarelli e la giornalista Mediaset Ilaria Cavo resta single, troppo "geloso delle sue abitudini".

Dopo qualche bicchiere di vino i due arrivano a parlare alle performance sessuali di Cruciani, che confessa di dare il meglio nella parte di spettatore. Il suo più grande piacere è regalare piacere alla sua partner, anche con aiuti esterni. "Pensi che il mio più grande piacere è vedere la donna farsi scopare da altri". E la fedeltà? Roba ridicola. Una convenzione borghese. Molto meglio trovare una donna che non ti sia fedele. E che abbia dei piedi conturbanti.

Ma questa passione dei piedi non era una metafora per la fissazione per il membro maschile? Non è che il trita femmine Cruciani in realtà è gay, visto la passione che ha per lui l'intellighenzia omosessuale italiana? "Ho un rapporto conflittuale con l’élite frociona italica. Loro mi tacciano di essere omofobo. Ma non hanno capito un cazzo. Io credo che due uomini debbano avere la libertà di sposarsi e di adottare bambini. Così come sono convinto che anche un omofobo abbia il diritto di essere omofobo. Io sono un uomo libero".

Che Cruciani sia un uomo libero si era capito dopo anni di Zanzara. Libero di mandare in crisi i suoi capi di Confindustria ogni volta che fa riferimenti al sesso, cioè quasi a ogni puntata. Ma il successo del programma continua e per il futuro c'è già in cantiere Miss Trans Zanzara, un concorso che elegga la miglior trans del programma.

Per l'amaro l'ultima domanda. Miti erotici? "Lilli Carati (l’eroinomane…una pazza…un mito) e la buonanima di Moana". E se dovesse scegliere una politica? Bocciata a sorpresa la Boschi. Vince Lara Comi. Molto più accattivante.

Commenti
Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Ven, 26/09/2014 - 16:16

Banale. Come "La zanzara".

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Sab, 27/09/2014 - 08:14

piu' che un uomo libero mi sembra unuomo pieno di problemi. In ogni caso la liberta' di un uomo, inteso come essere umano, non si misura mica dalle sue "abitudini " sessuali !!

Ritratto di daybreak

daybreak

Sab, 27/09/2014 - 09:24

Che personaggio squallido in pratica un guardone e dire che lui si sente un gran fico sto ammasso di ossa.