Crozza guida l'Armata Rossa di Sanremo

Fazio: "Maurizio ospite all'esordio. Farà quello che vorrà". Col comico, i giurati radical chic e i reduci del Concertone ci sarà davvero anche il coro (ex) sovietico. Surreale

Questa volta gli americani non ci potranno salvare. L'invasione sovietica è alle porte. I comunisti caleranno oltre le Alpi marciando sulle note del Coro dell'Armata Rossa. E in riviera si riuniranno con l'esercito dei comunisti nostrani guidati dal generale Fabio Fazio e dalla sua partner «trotskista» Lucianina Littizzetto.
Scherzi a parte, ci vuole molta ironia per affrontare questo Sanremo. Pare proprio che il presentatore se le vada a cercare. Accusato, dalla destra e da Berlusconi, di aver messo in piedi un Festival tutto orientato a sinistra a pochi giorni dalle elezioni, lui che fa? Apre il Festival con il Coro dell'Armata rossa, quello vero, non è una finta: è l'orchestra erede di quella creata nel 1928 sotto Stalin. Certo, i musicisti russi arrivano solo per accompagnare Toto Cutugno e intonano L'italiano (pezzo sanremese tra i più noti all'estero) quasi meglio dei canti popolari sovietici, però come non ergerli spiritosamente a simbolo di questo Festival? Insomma, pure Maurizio Crozza potrebbe ricamarci sopra un bello sketch. Perché Crozza, altro campione «sinistro», è il primo della lunga lista degli ospiti invitati dal presentatore a portare fiori di color rosso sul palco dell'Ariston (compensati ça va sans dire da personaggi meno schierati). Insomma, Crozza guiderà l'Armata rossa. Nel «Paese delle meraviglie» accade anche questo. È lo stesso Fazio con un tweet a confermare la presenza del comico, spifferata nei giorni scorsi. «Abbiamo deciso: Crozza la prima sera! Cosa farà? Quello che vuole», è il cinguettio. Dunque carta bianca. Di per sé, comunque, Crozza potrebbe risultare più equilibrato del padrone di casa: le sue spassosissime imitazioni prendono di mira politici da destra a manca, da Berlusconi a Bersani passando per Monti e arrivando a Ingroia. Mentre Fazio, in serata collegato con Ballarò, minaccia: «La politica è una parte importante della vita, come l'aria che si respira. Perciò, a una settimana dalle elezioni, pur nel rispetto delle regole, la politica entrerà anche a Sanremo».
Prontissimo al caso l'esercito dell'Armata rossa. Prendete le invettive di quella «squadrista» di Anna Oxa che ha veementemente accusato Fazio e compagni di aver messo in piedi un Festival che «sembra un sottoprodotto del concerto del Primo Maggio». In effetti tra i 14 artisti in gara, un bel po' si sono esibiti nel ritrovo annuale organizzato dai sindacati: per esempio Simone Cristicchi, Daniele Silvestri, Elio e le Storie tese, gli Almamegretta, Max Gazzè e i Marta sui tubi. Tutti ben contenti di militare nell'area politica «giusta» e di contribuire alla lotta contro il nemico pubblico numero uno, Berlusconi, ovviamente. E pensate a Silvestri che si presenta con un brano intitolato A bocca chiusa che è il racconto di una giornata passata in un corteo, perché lui vuole dare «un contesto poetico alla decisione di scendere in piazza».
Ma i «compagni più affidabili», Fazio li ha schierati in giuria, quella che avrà un potere enorme sulla decisione finale dei vincitori: il suo giudizio peserà infatti per il 50 per cento nella serata finale (l'altra metà sarà decisa dal televoto). Bene, in questa giuria, campeggiano nomi che provengono dai salotti buoni della sinistra e dalle amicizie strette di Fazio; alcuni, però, non si capisce bene a quale titolo. Accanto a esperti certificati come l'arpista Cecilia Chailly e il maestro Nicola Piovani (che lavora spesso con Fazio), si trovano presentatori come Serena Dandini: la sua presenza pare più un favore a un'amica che si trova momentaneamente disoccupata dopo il flop a La7. Carlo Verdone, grande appassionato di rock, resta uno dei pochi super partes. Come la moglie di Pavarotti Nicoletta Mantovani. Poi ci sono il Dj Coccoluto, l'etoile Eleonora Abbagnato, gli scrittori alla moda Paolo Giordano e Stefano Bartezzaghi. Coro dell'Armata Rossa, attacca a suonare!

Commenti

Giacinto49

Lun, 11/02/2013 - 09:21

Sanremo: la musica è finita (da anni) gli amici(e gli amici degli amici) restano.

giovauriem

Lun, 11/02/2013 - 09:28

ma avete paura di dueste mezze calzette,propagine della sinistra(croza, fazio,celentano, littizzebrutta)questi sono gnomi intellettuali e vedrete che alla fine faranno solo danni al loro partito di riferimento.a proposito dei compensi ma voi veramente pensati che i soldi che prendono nelle televisioni,rai specialmente, vanno nelle loro tasche,fate una indagine bancaria e avrete delle belle(si fa per dire) sopprese

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 11/02/2013 - 09:29

Un Berlusconi a tutto tondo che scherza con i due conduttori e si abbandona anche a un elogio di Crozza: "È bravissimo, complimenti! Attacca tutti e dice anche delle cose vere...".09 02 2013 il giornale Sig.ra Laura, Lei afferma il contrario di quello che esprime il Cavaliere, molto coraggioso da parte Sua!!!!

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Lun, 11/02/2013 - 09:31

che figata!!ahahah mi conseta cribbio !!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Lun, 11/02/2013 - 09:31

Altro che ironia, le prime quattro righe dell'articolo rivelano il vero pensiero della Rio e la necessità quindi di screditare un evento popolare buttandolo nel modo più insulso in politica.

disalvod

Lun, 11/02/2013 - 09:34

MA CHI E' MAI QUESTO PERSONAGGIO?UNO DEI TANTI CHE CAMPANO MOLTISSIMAMENTE BENE ALLE SPALLE DI COLORO CHE IRONIZZANO.E LA PLATEA CHE APPLAUDE DA CHI E' COMPOSTA?

Roberto Monaco

Lun, 11/02/2013 - 09:36

Certo che un paese che crede che il festival di Sanremo o le maschere del carnevale possano influenzare un voto, ha proprio una scarsa considerazione di sè stesso. Oppure, una grande capacità autocritica..

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Lun, 11/02/2013 - 09:41

QUASI QUASI RIMPIANGO DI PIETRO; no, non il politico, ma il pm di TANGENTOPOLI. Con questo FESTIVAL RISULTA EVIDENTE ED INCONTESTABILE L' ESPROPRIO SINISTRO DELLA RAI E L' ASSERVIMENTO DI NANI, CLOWNS E BALLERINE. TUTTA GENTE COL PORTAFOGLIO GONFIO, S' INTENDE, CHE con IL PROLETARIATO NON HA NULLA A CHE FARE. Ora, non credo che tutto questo non navighi su un mare di grana. Da Siena si comincia a scoprire ENIGMA che di grana ne fà girare molta sott' acqua ( tanto che si dice che tangentopoli fa ridere in confronto ) ed a capire come mai le regioni rosse siano congelate da 70 anni. Nonostante questo non vedo alcun responsabile o presunto tale sbattuto in galera fino ad estorcergli la confessione come faceva il trattorista con tutti fuorché con i Komunisti. A mio parere oggi con MPS, bisognerebbe FARE IL CONTRARIO. PERCHE' NON SI FA'?

blackbird

Lun, 11/02/2013 - 09:45

A leggere l'elenco dei "rossi" si notano solo persone con redditi a sei zeri. Poi, magari, sono quelli che si lamentano per l'IVA da versare e gli acconti IRPEF eccessivi! Ne conosco diversi che mantenevano residenze di comodo (la moglie da una parte, il marito dall'altra) per non pagare l'ICI!

bruna.amorosi

Lun, 11/02/2013 - 09:47

EVVAIIII!!!! ALTRI VOTI PER BERLUSCONI questi kompagni si dicono intelligenti e ancora non hanno capito che più attaccano BERLUSCONI più noi lo difenderemo .

Ritratto di Senior

Senior

Lun, 11/02/2013 - 10:01

E' mio parere che fazio conti poco e niente, è soltanto una pedina mossa dal PD, sarebbe come dare la colpa al cacciavite se stringe una vite al posto di un'altra. Svolge il suo ruolo da esecutore come tanti altri attrezzi, che se non appartenessero la PCI sarebbero disoccupati. Fazio specializzato in quel programma insulso che di tanto in tanto viene rischiarato da qualche presenza di personaggi che debbono lanciare un libro o che promuovono una recita in qualche teatro. Il resto è solo trivialità della sua partner con sconcezze che fanno ridere solo gente del loro stesso livello. In quanto a crozza è bravo anzi un "bravo", capace di ridicolizzare anche il Papa, ed è risaputo che distrugge più il ridicolo che la critica. Infine i miei complimenti al povero fazio per la risposta data al cav quando ha detto che il festiva si doveva spostare e lui ha risposto "dica dove". Se voleva essere spiritoso non ci è riuscito, ha fatto come sempre il pesce in barile sorretto per convenienza dal PD che se ne serve, asieme ad altri, per raggiungere quel potere che per vie democratiche non otterrebbe mai. senior

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 11/02/2013 - 10:01

Non vedo il problema, è il pd Ferrini a doversi preoccupare: questi zeri della satira sembrano al soldo di Berlusconi tanto la loro originalità è controproducente. Ha ragione GIOVAURIEM. Saluti

giovanni PERINCIOLO

Lun, 11/02/2013 - 10:03

Sono venti anni che i cari trinariciuti ce lo menano con il conflitto di interessi (salvo poi accantonarlo quando sono al governo per riesumarlo e usarlo alla campagna elettorale successiva!!) come definiscono il comportamento del compagno Fazio che invita, a un evento pubblico pagato da tutti gli italiani, solo amici e amici degli amici???

vince50

Lun, 11/02/2013 - 10:26

Certo che Sanremo è pur sempre Sanremo e di questo ne saranno soddisfatti tutti i circoli PD,ma la musica è ben altra cosa.L'importante è che chi ha rinnovato la tessera venga strapagato e anche più di quanto meritato,anche perchè nessuno si può opporre la dottrina è dottrina e non si discute.

luigi civelli

Lun, 11/02/2013 - 10:32

A Sanremo hanno chiamato Crozza solo perchè il migliore comico italiano in questo periodo è impegnato in campagna elettorale...

il nano

Lun, 11/02/2013 - 10:37

Voglio una class action che vi faccia restituire tutti i soldi pubblici che avete percepito finora per via "diretta o indiretta"!Non meritate niente

edoardo fauro

Lun, 11/02/2013 - 10:39

L' URSS è in CASA VOSTRA!!!!! Un Presidente del Consiglio è stato capace di cacciare giornalisti dalla RAI soltanto perchè non graditi PERSONALMENTE!!!! LA CENSURA abita a CASA VOSTRA!!! Qualcuno non ricorda più cosa accadde a INDRO MONTANELLI, il Fondatore de IL GIORNALE!!!!!

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Lun, 11/02/2013 - 10:39

i russi possono arrivare ogn'ora! cmq ho letto che toto cotugno è stato voluto al festival proprio dalla russia (putin) e noi ben felici lo facciamo cantare in previsione di inondare il mercato russo di cd italiani.. è il business bellezza hahahah silvio chiama putin e fagli spostare il festival hahahah a moscaaa hahahah

Gianfranco Ianni

Lun, 11/02/2013 - 10:40

Più che l'Armata Rossa, a me pare l'ammucchiata dei conservatori: quelli che parlano di futuro ma che preferiscono l'immobilità per i propri interessi di bottega.

il nano

Lun, 11/02/2013 - 10:41

chi teme la satira è pavido e fascista

eglanthyne

Lun, 11/02/2013 - 10:44

Vorrei TANTO ma TANTO sapere questa cialtronesca baraccata di merende quante PALANCHE ci costerà alla FINE ?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 11/02/2013 - 10:46

bisognava invitare degli intellettuali e dei cimici satirici di destra! Come ad esempio coso....come si chiama....ehm...quel comico di destra intelligente che fa sbellicare dalle risate....qurllo lì...o quell'altro che fa le battute intelligenti e sottili....ma come si chiama....ah si....anzi no, mi confondo....oh, oltre a Gasparri non me ne vengono in mente altri! ditemeli voi che a me mi sfuggono!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 11/02/2013 - 10:47

@WjnnEx egregio anche lei fa parte della grande armata rossa??Grande grande kompagno,ed avete il coraggio di invocare la par condicio quando questo festival è tutto komunista proprio alle porte delle elezioni??Sia più onesto con se stesso.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Lun, 11/02/2013 - 10:54

ahahah che figata!! prendi 5000 euro, che figata!!! ahahaha, tieni anche a te 5000 euro , che figata!!! ahahahah

barretta gennaro

Lun, 11/02/2013 - 10:54

Credo che Crozza sia accettabile nella sua neutrale comicità , visto che non risparmia nessuno ( se anche in modo schematico lo vedo come un Giorgio Gaber "moderno "). Ciò che non è sopportabile e che Fazio e Littizzetti siano pagati profumatamente da un servizio pubblico nonostante la loro chiara e manifesta faziosità . Quando sarà privatizzata la Rai , è sempre troppo tardi!

buri

Lun, 11/02/2013 - 10:56

è molto semplice, basta cambiare canale, vogliono trasformare una manifestazione canora in spot elettorale, si può sempre usare3 il telecomando, se calano gli ascolti, qualche testa salterà, c'è solo l'imbarazzo della scelta fra organizzatori, presentatori e partecipanti.

Gfrank54

Lun, 11/02/2013 - 10:59

Molti nemici molto onore hanno paura e fanno il nostro gioco

barretta gennaro

Lun, 11/02/2013 - 11:03

Senior , hai perfettamente e lucidamente anticipato il mio pensiero. gennaro barretta.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Lun, 11/02/2013 - 11:04

Adesso persino il Festival della canzone italianaè diventato l'ennesimo loro presidio. Hanno un idea totalitaria e settaristica della società e odiano Berlusconi perchè impedisce loro di controllare al 100% i media come dovrebbe avvenire in un vero stato “democratico” stalinista, in modo da poter indirizzare senza ostacoli il pensiero dei più sprovveduti.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 11/02/2013 - 11:10

gianniverde riferivo, semplicemente, quanto scritto ieri sul Giornale,e poi basta con sta storia del "Kompagno", si può dissentire anche da posizioni Liberali, o no?? Ah già, in quanto a Libertà ho sbagliato sede...

conenna

Lun, 11/02/2013 - 11:19

Crozza lo proponete ai vostri lettori quando attacca Bersani, Monti, e via imitando. L'Armata Rossa vi va bene solo quando fa da scorta a quel gran democratico di Putin amico del Cav. Oltre a Sanremo si potrebbe evitare di giocare il derby nel giorno delle elezioni: E se vincesse l'Inter? Mettiamo il bavaglio a tutti i cantanti non filo-Berlusconiani: Povia va bene? In duetto con Anna Oxa, come ai bei tempi di San Remo assieme a cantare Vola Colomba Bianca Vola. No questo potrebbe essere una strizzatina d'occhio all'UDC. Allora facciamo tutto il repertorio di Apicella. Canta, com'è ovvio, Silvione nostro (suo malgrado, ovviamente) apolitico e per il benessere della Nazione intera. Anche questo ulteriore sacrificio, dal quale non potrai esimerti, ti viene richiesto dalla gente che ama la libertà e i condoni.

Lu mazzica

Lun, 11/02/2013 - 12:25

Di certo la linea del festival, con Crozza sarà rozza, un GIORNAMAIALISMO CANORO ma senza Santoro ; per la par-condicio però, sono sicuro che il duetto Fazio Littizzetto alla fine dirà che Berlusconi, Leader puro ( lo ) tiene ancora duro !!! ??? Rgds., Lu mazzica

slim313

Lun, 11/02/2013 - 12:45

anche verdone vota pd

Gaetano Immè

Lun, 11/02/2013 - 13:17

Ma davvero esiste tanta gente talmente poco abituata a ragionare con la sua testa e con il suo cervello da "questa Scuola" e da " questa Università" " di Stato" ( come quella sovietica) ,che può essere addirittura influenzata, condizionata nell'esercizio massimo della libertà individuale e democratica del voto da qualsiasi cosa dica una Littizzetto, un Crozza, una Dandini ,un Fazio, insomma da tre nemici della libera espressione culturale e servili ciambellanidell'ortodossia dominanate che il peggior regime politico culturale ha imposto nella RAI di Stato e da un valente comico? Altro che non pagare il canone della RAI, quì si dovrebbero mettere alle fiamme la Scuola e l'Università italiane,quelle spacciate come " gratuita" e " aperta a tutti ", che creano simili ebeti semi analfabeti. Gaetano Immè, blogger in Roma

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 11/02/2013 - 14:33

Però quando Crozza derideva Bersani o Casaleggio le sue performance venivano ben ospitate su questa testata mi pare. Mi sa che il "cattivissimo" Berlusconi impersonato settimana scorsa vi abbia un pò infastidito eh?