Mengoni vince il Festival di Sanremo

Dopo Amici tocca a X Factor conquistare il palco di Sanremo. Sul podio dell'Ariston anche Elio e le storie tese (vincitori del premio della critica) e i Modà

Alla fine ha vinto Marco Mengoni. È lui, con la canzone ‘L’essenziale’, il trionfatore del Festival di Sanremo e si è presentato emozionato come non mai in sala stampa per la conferenza finale dopo la proclamazione: “Dedico il premio al mio staff e a Luigi Tenco” ha detto quasi balbettando. Di fianco a lui, i “grassissimi” Elio e Le Storie Tese con Elio che confessa: “Sotto questo trucco c’è l’impossibile, intendo nel senso di sudore”… Al tavolo della giuria ci sono anche i Modà, terzi classificati, con Kekko Silvestre sereno e molto rilassato: “Questa vittoria non la dedico a mia figlia, a mia figlia dedico la vita”. Applauso sincero (anche perché Kekko ha rivelato di compiere gli anni proprio oggi). In poche parole, parlando di consenso popolare, i veri vincitori sono proprio i Modà, che godono di un clamoroso seguito e di una quantità di biglietti venduti che neppure le superstar straniere. E se gli Elii precisano di non essere “i nuovi Toto Cutugno” perché anche nel 1996 erano arrivati secondi. Insomma un Festival di Sanremo che nel complesso ha “rispettato” il giudizio popolare espresso con il televoto, aggiungendo soltanto – si fa per dire – Elio nel trio finale. Volendo, si potrebbe dire che, dopo anni di cantanti selezionati da Amici, stavolta è stato X Factor a conquistare l’Ariston. Marco Mengoni è stato lanciato dal talent, Elio è giudice dello show e anche il “giovane” vincitore Antonio Maggio è stato parte della prima edizione dello show come cantante degli Aram Quartet (primi classificati). Ma da adesso sarà impossibile trascurare la realtà musicale che, in campo pop, è stata selezionata e lanciata dalle gare tv. E forse cadranno tanti dei pregiudizi che immancabilmente accolgono le voci “marchiate” dai talent show. Questa è la realtà e far finta che non sia così sarebbe sbagliato. In fondo questa 63esima edizione rappresenta un capitolo fondamentale nell’evoluzione del pop italiano: i talent show sono stati “accettati” definitivamente dall’”intellighenzia culturale” anche perché a giudicare le canzoni è stata (anche) una giuria di qualità presieduta nientemeno che da Nicola Piovani. E, alla fine, dopo cinque serate tra alti e bassi, si può tirare un bilancio: il Festival di Fazio & Littizzetto è stato meno rivoluzionario del previsto e molto ma molto in linea con i gusti popolari, quantomeno in tema di musica. Hanno vinto i cantanti che venderanno più dischi. E, da Annalisa fino a Gualazzi, saranno tanti a restare comunque al centro dell’attenzione per i mesi prossimi venturi. Tutto sommato, un risultato migliore delle previsioni (merito soprattutto di Mauro Pagani, coraggiosissimo nella scelta dei brani).

Commenti

Benado

Dom, 17/02/2013 - 05:03

Mengoni, sentirlo cantare mi stressa,lo sforzo che compie nel cantare mi innervosisce e chiudo la TV.

parents2011

Dom, 17/02/2013 - 07:32

non ho ascoltato il festival ,ma al telegiornale ho ascoltato la cornacchia strozzata che ha vinto Mengoni ,ma chi lo raccomanda???????

parents2011

Dom, 17/02/2013 - 07:34

spero che gli altri cantanti siano migliori di Mengoni, perchè se lui è il vincitore non oso pensare chi siano gli altri!!!

umberto nordio

Dom, 17/02/2013 - 07:57

Un festival di Mengoni e del menga.

nonmi2011

Dom, 17/02/2013 - 08:00

Anche questa campagna denigratoria, l'ennesima, vi è andata male. Straordinaria edizione del festival ed i due conduttori hanno dimostrato di essere due giganti dell'intratteniento. Alla fine di tutto, ci crediate o meno, a me dispiace molto che giornalisti professionisti si abbassino a questi livelli per servire i loro pregiudicati padroni e per saziare l'odio ignorante dei loro pochi elettori, mediamente capre senza speranze. Ma non è mai troppo tardi, per un sussulto di dignità.

millycarlino

Dom, 17/02/2013 - 09:07

Prima minacciate di non far pagare il canone e poi il Festival di Sanremo lo mettete adirittura in prima pagina! Direttore queste cose non si fanno! Milly Carlino

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Dom, 17/02/2013 - 09:13

come sono felice..........da questo mi aumenteranno la pensione??.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Dom, 17/02/2013 - 09:35

Mengoni trionfa? EKKISENEFREGA !!!!!!

Ritratto di randel

randel

Dom, 17/02/2013 - 09:37

E chi se ne frega ????

linoalo1

Dom, 17/02/2013 - 09:41

Ma perchè il Festival non viene abolito?Le canzoni durano un giorno!I presentatori sono sempre più impresentabili!Le 'gag' tra Fazio e Litizzetto sono state da asilo per dementi!Ed,in più,tutto questo bellissimo spettacolo viene trasmesso in Eurovisione!Lino.

aladino77

Dom, 17/02/2013 - 09:53

Bellissimo Festival con grande successo di ascolti e magistralmente condotto da Fazio e la Littizzetto, due artisti che dimostrano che con la professionalità, l'onestà e il lavoro si ottengono sempre ottimi risultati: bravi Fabio e Luciana!!

alcegipeto

Dom, 17/02/2013 - 10:10

Signor Linoalo1, a quanto pare l'ha visto tutto dall'inizio alla fine. Certo, per poterlo criticare meglio, come no...Immagino che ha dovuto anche trattenere qualche risata per non tradire lo spirito del Grande Leader. Che vita deve fare, pero'.

barbanera

Dom, 17/02/2013 - 10:21

Ma chi se ne frega di sanremo?Non siamo mica tutti sinistri sinistrati,buonisti e farisei!

fiducioso

Dom, 17/02/2013 - 10:24

Con tutte le strafighe che abbiamo in Italia, fanno presentare il festival al peggior scorfano, ed al pretino falso...... insopportabili!!!

Ritratto di Imperius

Imperius

Dom, 17/02/2013 - 10:25

Se questa era la miglior canzone del Festial allora le altre facevano veramente cagar! Vedremo quante nazioni il prossimo anno pagheranno l'Eurovisione per vederlo! I presentatori facevano battute da Stanlio e Olio ! Di professionalitá non c'era niente............

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Dom, 17/02/2013 - 10:25

Amen. Fine di un evento epocale? No, fine di un evento ferale. Sono stati in tanti a cadere: lo spettacolo, il buon gusto, e quant'altro sotto i colpi impietosi della volgarità e della mediocrità. Non basta raffazzonare i soliti noti e qualche scheletro per far uscire dal coma il paziente. Poi bisogna anche essere indenni da reflusso gastroesofageo per digerire i presentatori: lui, nel suo impeccabile aplomb da uomo in ammollo; lui, che si strugge in un brodo di giuggiole di complimenti smaccati e ritriti per tutta la sera (bravo, bravissimo, insuperabile, eccezionale, e avanti cavalleria); lei, che bisogna abbassare il volume per salvare i cristalli del salotto buono; lei che ti "buca" lo schermo con i suoi occhioni pungenti esageratamente messi in risalto da qualche truccatrice frettolosa; lei che accanto al grande Bocelli riesce anche a fare cenno del meteorismo intestinale di Fazio (una vera finezza). Una nota positiva il discorso della violenza sulle donne. Peccato che, al di là della predica, ci sia come sempre il ricorso alle "bellissime" delegate a far da tappezzeria alla manifestazione. Se non è violenza anche questa... Ah, e le canzoni? Boh, e chi se ne ricorda almeno 4 battute? Ancora una settimana di passione, considerando che mammarai difenderà strenuamente la sua creatura con le unghie e con i denti, facendo quadrato contro chi oserà attaccare la manifestazione, e poi buonanotte. Proprio stamane il grande Giampiero Mughini su RAI 1 si é lasciato andare ad una delle sue proverbiali quanto taglienti filippiche su un certo tipo di "vestire" visto al festival. Avreste dovuto vedere il viso di Timperi. Si vedeva che era agitatissimo, quasi sconvolto da tanto osare, e il colorito rammentava le tinte di fantozziana memoria, aha aha... Auguri per l'anno prossimo, guerra civile e meteoriti permettendo....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 17/02/2013 - 11:51

Il festival esisteva come entità canora alcuni decenni fa. Quando, all'indomani della loro messa in onda, le canzoni venivano fischiettate per la strada. Ora questo non accade più, come logica conseguenza della loro mancanza di ritmo e melodia e dell'appiattimento più becero in una banalità di melensaggine pseudomusicale. Del tutto insufficienti, a questo punto, gli sforzi di quella coppia di guitti rodati e volonterosi che risponde ai nomi di Fazio e Littizzetto.

mar75

Dom, 17/02/2013 - 12:26

Giusto per completare la notizia, vi informo che l'ultima serata è stata vista da una media di 13.650.000 spettatori e una percentuale media di 51,96% con un picco di 73,48%. Come vedete è stato un successo. Non doveva essere un festival "comunista"? In base agli ascolti, al posto vostro, mi preoccuperei.

migrante

Dom, 17/02/2013 - 12:59

il giusto trionfatore per un evento...del menga !!!

bastadestrasinistra

Dom, 17/02/2013 - 13:28

a me il festival è piaciuto un sacco. condotto alla grande, senza bisogno delle bellone modello programmi mediaset, con interventi intelligenti e all'insegna della sobrietà e raffinatezza. forse troppo per il popolo di buoi italiano.

Ritratto di atreides0606

atreides0606

Dom, 17/02/2013 - 13:28

...alla faccia dei disturbatori al soldo del Pdl. Festa de l?unità? no, ennesima dimostrazione dagli italiani, se mai fosse necessario, della sconfitta bruciante che vi appresterete a subire fra una settimana circa!

Piero_80

Dom, 17/02/2013 - 13:41

Passi Mengoni, ma premiare Elio con quella porcheria per bambini, con tre premi e secondo posto. La "canzone mononota" che le radio non proporranno più dopo il periodo sanremese, che nessuno pianobar canterà mai, che non sarà mai su nessun karaoke e che in generale non venderà MAI. E poi fare arrivare ultima la bravissima Molinari con "la felicità". CHE SCHIFO.

handy13

Dom, 17/02/2013 - 14:00

...ma basta con queste votazioni....ma chi vota solo le ragazzine che seguono i vari amici, e talent..ecc..ecc... ci vuole una giuria di persone serie e competenti,..stop...

mbotawy'

Dom, 17/02/2013 - 14:51

L'essenziale e' che mai piu' si presenti un Festival della Cazone di Sanremo come questo. Una vergogna principalmente per noi italiani all'estero,dove la canzone italiana,e' molto apprezzata, come lo spettacolo.Invece, due presentatori da patronato di parrocchia,e un cantante vincitore,o vincitrice,ben lontano da coloro che cantarono fuori concorso. La colpa ricada sui dirigenti della Rai.

luigi civelli

Dom, 17/02/2013 - 15:11

Basta,finalmente è finito!Non se ne poteva più di questo Festival dell'Unità,seguito dai soliti quattro gatti radical-chic;dalla cucina mi dicono che gli spettatori dell'ultima serata sono stati circa 13 milioni ,ma non ci credo,è la solita propaganda del regime komunista in cui ci tocca vivere e soffrire.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 17/02/2013 - 16:13

#mar75. " l'ultima serata è stata vista da una media di 13.650.000 spettatori e una percentuale media di 51,96% con un picco di 73,48%.". Dati estremamente eloquenti ed esplicativi circa i motivi della crisi politica, economica ed...etica che sta investendo il nostro scalcagnato stivale.