Gue Pequeno: "Non sopporto la Fashion Week, troppi rinco..."

Il popolare giudice di The Voice ha svelato cosa non gli piace della sua città, Milano, nel corso di un’intervista al Corriere, raccontando però che Milano lo ha stupito positivamente

Gue Pequeno non ha mai avuto peli sulla lingua e, a costo di risultare impopolare, ha sempre detto quello che pensava. Lo fece in occasione dell’intervista a "La Confessione" sul Nove, ospite di Peter Gomez, dove sparò a zero su Fedez e ora torna a farlo parlando della sua città, Milano. Il produttore discografico e rapper ha rilasciato un’intervista a "ViviMilano" raccontando cosa gli piace e cosa non gli piace di Milano.

Ed è proprio su quest’ultima domanda che Gue Pequeno ha confessato di non amare, particolarmente, la Fashion Week: "Mi attirerò un sacco di critiche, ma non sopporto le settimane della moda e del design, mi sembra che la città si riempia di rinc…Alla Fashion Week c’è molta gente improvvisata, molti “posers” che si mettono in posa appunto ma che non conoscono l’autentica cultura urbana".

In questa breve intervista in dieci domande c'è spazio, poi, per tornare indietro nel tempo, quando gli chiedono il luogo del cuore: "Parco Sempione, le Colonne, Piazza Vetra, quando Milano era più selvaggia. Tante situazioni melting pot che hanno ispirato diverse canzoni". Gue Pequeno, al secolo Cosimo Fini 38 anni oggi giudice di The Voice, chiude l’intervista con Gabriella Mancini con un pensiero positivo: "Ho vissuto in centro alla Bicocca, dove tutt’ora torno quando sono a Milano. Ultimamente la mia città mi ha stupito in positivo e si merita la fama di città europera".

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?