Guillermo Mariotto: "Ero schiavo del sesso, dovevo farlo tre volte al giorno"

Il giudice di “Ballando con le stelle” si confessa ai microfoni di “Un giorno da pecora” e rivela persino un sogno erotico con Selvaggia Lucarelli

Guillermo Mariotto è famoso come stilista di Gattinoni e per alzare palette ed esprimere giudizi da 14 anni a “Ballando con le stelle”. Meno per la sua vita privata, che ha confessato con particolari piccanti nel corso di un’intervista a “Un giorno da pecora”. Il giudice del talent danzante di Rai1 ha ammesso di aver avuto una vera e propria dipendenza dal sesso: “Lo amavo, ora ho smesso... kaputt, fine, da novembre dello scorso anno”, ha raccontato.

Amavo il sesso in maniera così spudorata – spiega Mariotto – che poi mi sono stancato. A furia di ‘ci do, che ci do, che ci do..’”. Per lo stilista “il sesso era una catena, dovevo farlo tutti i giorni tre volte, non con la stessa persona”. Al bancone del programma condotto da Milly Carlucci, aveva maturato persino un sogno erotico su Selvaggia Lucarelli: “Eravamo nudi – rivela – e lei mi batteva sul sedere la paletta dei voti con un 8 sopra”.

Guillermo Mariotto: “Ero schiavo del sesso”

Tornando serio, Mariotto ha poi ripercorso la sua lunga storia nello show del sabato sera Rai. “Mi chiamò Massimo Romeo Piparo, con cui avevo lavorato per i costumi di un musical su Billie Holiday, e mi disse ‘tu spacchi il video’. Ma non si sentiva nulla al telefono, la comunicazione saltava spesso perché ero in treno. Comunque io gli dissi di sì. Solo che non sapevo nemmeno che programma fosse!”, ha spiegato.

Mariotto pensava dovesse ballare, non giudicare i concorrenti. “Per non farlo – ricorda – mi presentai alla riunione con Milly e gli autori con una fasciatura al ginocchio ed una stampella, entrambe finte, spiegando che non avrei potuto danzare...”. A quei tempi in giuria c’erano Amanda Lear, Heather Parisi ed un presidente che cambiava ogni settimana. La sua presenza fu rivoluzionaria fin da subito: “Era una produzione ‘povera’ al tempo, avevamo un solo microfono che ci passavamo, ed io ero l’ultimo. Tutti esordivano dicendo ‘io penso che...’, io dissi ‘io sento che...’”.

Nell’edizione 2019 di “Ballando”, Guillermo Mariotto è stato severo sin dalla prima puntata. Specie con l’ex senatore Antonio Razzi (“Nella sua vita ha preso fin troppi voti... e poi quel ‘gam gam’, non mi è piaciuto per nulla”) e con Nunzia De Girolamo. L’ex ministra del Governo Letta sta vivendo un periodo di leggerezza, ma con lei Mariotto è stato inesorabile e le ha affibbiato un tre: “Tre è la trinità, tre è un ‘botto’. Per una prima puntata è una cifra”.