Ancora mistero sui padrini di Archie

Harry e Meghan non hanno intenzione di rivelare i nomi dei padrini di battesimo di Archie e il motivo sta nell’esigenza di mantenere nel più completo riserbo l’identità di persone che non apparterrebbero al mondo delle celebrities

È probabile che Harry e Meghan non rivelino mai l’identità dei padrini e delle madrine di battesimo del piccolo Archie Harrison. Vanity Fair dichiara che neppure le polemiche sorte attorno all’evento riescono a scalfire il muro di riservatezza eretto dai duchi di Sussex intorno alla loro vita familiare. I sudditi e i fans avrebbero voluto seguire in diretta il battesimo, attraverso una cerimonia pubblica. I tabloid, invece, speravano di aggiudicarsi l’esclusiva sulle foto di rito. Nulla è andato secondo i propositi. Harry e Meghan sono rimasti fermi sulla loro posizione per quanto riguardava la natura privata della cerimonia e scelto di condividere le fotografie scattate dal fotografo Chris Allerton direttamente sui loro profili social. In questo atteggiamento vi è la volontà di vivere in famiglia un momento tanto importante e, nello stesso tempo, mantenere un “canale diretto” con gli ammiratori e gli utenti online, senza la mediazione delle telecamere.

Del resto, come ha chiarito a People l’esperta di teste coronate Marlene Koenig, i battesimi regali sono per tradizione un affare di famiglia. Eppure ciò ha fomentato non poche polemiche: il popolo vuole vedere con i suoi occhi la dinastia regnante, il simbolo di una storia e di una cultura e non accetta che i suoi membri possano avere diritto alla privacy. A volte sembra che la Royal Family sia costretta a vivere in un metaforico palazzo di vetro, in cui tutti possono osservarli. Harry e Meghan, però, hanno preso le distanze da questa imposizione non scritta già molto tempo fa. La scelta di tenere privati anche i nomi dei padrini non è che l’ultima rivoluzione del protocollo in ordine di tempo. La vera infrazione alla tradizione che nessuno aveva mai osato fare.

Un insider ha rivelato a People il motivo di questo comportamento che ha contrariato non poco i sudditi. A quanto pare, infatti, Harry e Meghan vorrebbero proteggere la privacy di Archie, ma anche quella dei padrini. La fonte dichiara: “Si tratta di amici, di privati cittadini, non di celebrità o personaggi pubblici. Meghan e Harry vogliono proteggerli dall’inevitabile assalto, dalle solite domande ‘quando li hai incontrati?’ ‘Come si conoscono?’. È una cosa molto personale chiedere a qualcuno di diventare il padrino del proprio figlio. Si tratta di una coppia che non si vuole adeguare per forza alle regole reali. Se non fanno per loro, non hanno intenzione di seguirle". I duchi di Sussex vorrebbero solo evitare che persone dalla vita comune venissero risucchiate dal vortice mediatico: una premura verso chi ha accettato di diventare la guida spirituale di Archie, ma non per questo deve essere costretto ad accettare intrusioni nella sua quotidianità. Secoli fa perfino i parti delle regine erano pubblici (per evitare eventuali scambi di neonati), ma oggi i tempi sono decisamente cambiati.

Commenti

ortensia

Ven, 12/07/2019 - 09:12

La neomamma e' andata a vedere papa' che gioca a polo. Si e' portata appresso il bimbo tenuto, a detta di molti, maldestramente in braccio. Chissa' se i misteriosi padrini le hanno regalato un marsupio frontale per il confort di entrambi. La mammima si faccia almeno insegnare dalla terza nanny come si tengono i neonati in braccio. In quanto alla prossima seconda gravidanza, ma lasciate che smaltisca il pancione postpartum che ancora l'affligge, lei non e' kate che dopo pochi giorni era in forma splendida.Altro dna.