Katie Holmes, potrebbe perdere l’affido della figlia

Altre indiscrezioni trapelano su Katie Holmes e i suoi rapporti con il culto di Scientology, l'attrice infatti potrebbe perdere la custodia della figlia

C'è un alone di mistero attorno alla Chiesa di Scientology che viene alimentato da falsi miti e da molte indiscrezioni che trapelano in tv e sui giornali. L'ultima riguarda Katie Holmes, l'ex diva di Dawson's Creek e l'ex moglie di Tom Cruise. La coppia si è separata nel 2012 dopo sei anni di matrimonio e da quella unione è nata la piccola Suri. Sono noti a tutti i problemi che hanno coinvolto Katie Holmes e l'attore di Top Gun, tra questi c'è anche Scientology, causa scatenante del divorzio.

Sulla questione è tornata a parlare Leah Remini, ex adepta della "Chiesa", che tra le righe di PageSix, sostiene che presto o tardi l’attrice potrebbe perdere anche l’affidamento della figlia. “Se solo commette un passo falso è la fine” afferma Remini, uscita da Scientology nel 2016, ed ora conduttrice del programma tv "La mia fuga da Scientology".

"É stata costretta a firmare dei documenti proibitivi", rivela la donna durante l'intervista, riferendosi alla questione di Katie Holmes. "Non era permesso neanche uscire con le amiche e fare quattro chiacchiere in tranquillità. Detto questo, la custodia di sua figlia è a rischio. Quel sistema è troppo malato", conclude.

Non è la prima volta che emergono dettagli così scottanti in merito alla relazione tra la Holmes e Cruise, si vociferava di un accordo pre-matrimonionale ma i rumor non sono stati mai fondati, aumentando ancora di più le paure e i misteri attorno al culto di Scientology. L'attrice dal 2013 è legata all'attore Jamie Foxx, i due però solo raramente sono stati visti in pubblico. Tutta colpa di Scientology?