Kevin Spacey, cadono le accuse di molestie sessuali e aggressione

La presunta vittima ha ritirato la denuncia contro l'attore. Le molestie, secondo quanto raccontato inizialmente dal ragazzo, sarebbero avvenute nel 2016

I procuratori del Massachusetts hanno lasciato cadere le accuse di molestie sessuali e aggressione contro Kevin Spacey. L'attore premio Oscar era stato denunciato dal 18enne William Little, un cameriere di un bar di Nuntucket.

Il giovane ha infatti ritirato la denuncia dopo aver invocato il quinto emendamento, che consente di non testimoniare contro se stessi. La star di House of Cards esce così indenne dal processo per molestie.

I fatti

Le molestie, secondo quanto raccontato inizialmente dal ragazzo, sarebbero avvenute nel 2016 dopo che l'attore gli avrebbe pagato da bere in un bar per poi accompagnarlo a casa. Le aggressioni sarebbero avvenute lungo il tragitto e riprese dalla presunta vittima sul cellulare.

Come ricorda il Corriere, il divo di Hollywood, che rischiava sino a 5 anni, si era sempre dichiarato non colpevole e il suo avvocato era riuscito a mettere in dubbio la credibilità dell'accusatore: numerosi messaggi e fotografie, che il giovane si sarebbe scambiato con l'attore e avrebbero dimostrato la sua innocenza, erano stati cancellati. Il giovane, riconvocato, ha invocato il quinto emendamento e ritirato le accuse.

Così, a due settimane dalle parole del 18enne, il procuratore distrettuale di Cape and Islands ha citato "la non disponibilità del testimone querelante" come ragione per ritirare le accuse formalizzate lo scorso dicembre.

Le altre accuse

Dall'ottobre 2017 Kevin Spacey è finito al centro dello scandalo molestie a Hollywood e oltre 30 uomini lo hanno accusato. In maggio è stato interrogato dalla polizia britannica in merito a presunti abusi sessuali nel Regno Unito: si tratta di sei accuse che riguardano il periodo tra 1996 e il 2013.