Lady Gaga al Pride Live a New York. Poi va a servire nel locale del padre

Lady Gaga è stata protagonista del Pride Live con un'esibizione prima della parata tra le vie di New York. Poi sui social si è fatta riprendere mentre serve da bere ai clienti del locale del padre

Con la marcia WorldPride svoltasi a New York, si è concluso questo fine settimana il Pride Month (il mese dell’orgoglio gay americano), evento organizzato da Prive Live per celebrare i 50 anni dell’omonima organizzazione no profit e dai disordini di Stonewall. Tra i tanti personaggi famosi scesi in campo per sostenere l’uguaglianza dei diritti c’era anche Lady Gaga che, per l’occasione, ha sfoggiato un eclettico outfit color arcobaleno.

Salita sul palco della manifestazione, prima della parata per le vie di New York, Lady Gaga si è esibita in una performance live coinvolgente davanti a decine di manifestanti e curiosi. L’occasione per riabbracciare la sua storica amica, Donatella Versace, presente anche lei all’evento in qualità di ambassador dello Stonewall Day. È stata la stessa stilista ad accogliere, tra la folla urlante, l’arrivo di Lady Gaga alla parata e a condurla sul palco per l’esibizione. L’intero outfit della cantante italoamericana era firmato Versace, dal giubbino in jeans agli shorts e agli stivali di paillettes il tutto rigorosamente nei colori dell’arcobaleno, simbolo del Pride Live.

Dopo i recenti rumors sul presunto riavvicinamento a Bradley Cooper dopo la recente rottura con Irina Shayk, Lady Gaga ha lasciato la parata di New York per recarsi nel locale del padre, la trattoria Joanne che si trova sulla 68esima. Nelle stories del suo profilo Instagram, la cantante di "Shallow" ha pubblicato un video che la ritrae dietro il bancone del locale intenta a servire da bere ai clienti. "E ora si torna a lavoro", commenta ironicamente il video Lady Gaga che già in un'altra occasione si era improvvisata cameriera nel locale aperto dal padre a New York.