Leo Blanco attaccato per la dispendiosa metamorfosi in Michael Jackson

Leo Blanco è l'ospite internazionale invitato a Live: non è la D'Urso, e a difendere la posizione del fan di Michael Jackson è Cristian Imparato

Leo Blanco è apparso nello studio televisivo di Live: non è la D'Urso, dove l'entertainer e attore si è esibito in una coreografia mozzafiato sulle note di "Billie Jean", una delle celebri hit di Michael Jackson. A difendere l'ospite internazionale in questione, è stato un giovane cantante ed ospite nel salottino di Barbara D'Urso.

Leo Blanco e la metamorfosi in Michael Jackson

"Ho iniziato quando avevo 15 anni, il primo intervento che ho fatto è stato alle orecchie, mi sono operato 2 volte. E poi sono passato al naso, ho rifatto il naso 4 volte. E ho provveduto a farmi tatuare le sopracciglia. In seguito mi sono sottoposto anche ad una liposuzione. Mi farò fare il mento e la mascella. E sono molto felice. Ormai mi riconosco per quello che sono adesso", ha chiosato dal suo canto Leo Blanco, l'ospite internazionale a Live: non è la D'Urso. "Lui vede allo specchio Michael Jackson e non vede se stesso" quest'ultima è la critica avanzata in studio contro il fan argentino del Re del Pop, parole rilasciate a margine del delicato tema concernente il"disturbo dell'identità personale" di cui molti giovani di oggi sarebbero vittime.

Blanco è originario di Buenos Aires, ha 22 anni e si è sottoposto a 11 interventi di chirurgia estetica, e in sua difesa il vincitore di Io canto Cristian Imparato ha voluto spendere delle parole, esprimendo al fan di Jackson la sua solidarietà: "Lui è contento così, anche se vede un altro allo specchio, non vedo dove via il problema"-ha sentenziato il cantante italiano. "Io sono un attore e faccio questo di professione", è la risposta secca che ha rilasciato in studio il giovane entertainer Leo Blanco.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook?