Lindsay Lohan si è davvero convertita all’Islam?

Lindsay Lohan continua a far parlare di sé per la presunta conversione all’Islam, su cui alcuni giornali nutrono dei dubbi

Lindsay Lohan si è davvero convertita alla religione islamica? La questione della fede è di sicuro un fatto privato, in cui domina il sentimento personale, ma l’attrice americana ha seminato sui social degli indizi in apparenza contrastanti sulla sua religione. Non è strano, quindi, che giornalisti e fan chiedano di saperne di più. Il magazine Grazia si domanda se basti inserire su Instagram una scritta in arabo per avere la certezza di una conversione. La risposta sembrerebbe negativa. Partiamo dall’inizio. Circa tre anni fa Lindsay Lohan rimosse tutte le foto presenti sul suo profilo Instagram e nella biografia scrisse "Salam Alaikum", cioè “la pace sia su di voi” in arabo.

I giornali americani versarono fiumi di inchiostro su questa frase forse sibillina, ricordando che la Lohan si era fatta fotografare nel 2015 con un Corano in mano. Le ipotesi si susseguirono velocemente: forse l’attrice era affascinata dalla cultura islamica? Magari aveva un interesse intellettuale in merito? Oppure si era davvero convertita o, comunque, stava studiando per poi dichiarare la shahada (professione di fede)? In occasione della foto con il Corano, la Lohan spiegò alla televisione turca: “I miei più cari amici a Londra sono sauditi, mi hanno dato il Corano e io l’ho portato con me a New York perché volevo imparare, saperne di più. Mi ha spinto ad aprire nuove porte, a sperimentare la spiritualità, a cercare un significato più vero della vita” . A ben pensarci anche la camaleontica Madonna si è interessata, per esempio, all’Ebraismo, alla Cabala, alla cultura induista nel corso della sua lunga carriera. Suggestioni di mondi oggi non troppo lontani che sono entrate nella sua musica. Persino Romina Power ha trovato risposte nel Buddhismo alle sue domande interiori.

Alcuni fan si sono chiesti perché Lindsay avrebbe scelto proprio l’Islam nella sua ricerca spirituale. Questa è una domanda a cui è difficile rispondere e attiene alla sfera personale, però l’attrice ha lavorato come volontaria per l’accoglienza dei rifugiati siriani per circa un anno e ha trascorso molti mesi fra la Turchia e gli Emirati Arabi. Sembra che queste esperienze abbiano lasciato il segno nel suo cuore. Come ricorda Grazia, venne anche fotografata diverse volte con il velo e spiegò il suo abbigliamento così: “Avevo detto a una donna che mi piacevano i colori del suo velo e lei me l’ha regalato. Me l’ha messo e mi sono sentita molto onorata, perché mi ha dato una parte di sé, della sua cultura, senza nemmeno conoscermi”. Nel 2018 l'attrice ha anche partecipato alla Fashion Week londinese dedicata alla moda "modesta" islamica e al programma Good Morning America ha puntualizzato che l'Islam è come una grande famiglia per lei.

Sui social network molti utenti non hanno creduto a questo radicale cambiamento nello stile di vita, pensando che, forse Lindsay Lohan cercasse solo un po’ di visibilità. Anche i giornali come Grazia sono piuttosto scettici. Dina, la madre di Lindsay, ha negato la conversione della figlia confermando, invece, il suo interesse culturale verso le religioni. La questione della presunta conversione è un piccolo giallo di Hollywood, in cui ci sono pochi indizi e anche non del tutto chiari. Pochi giorni fa la Lohan ha inserito su Instagram una foto sexy che i suoi ammiratori musulmani non hanno affatto gradito, tacciando l’attrice di essere una bugiarda, oppure incapace di seguire i dettami della religione a cui dice (e non dice) di appartenere. Di fatto Lindsay non ha mai confermato né smentito nulla riguardo questa storia. A meno che non sia lei a mettervi un punto definitivo, sarà davvero difficile stabilire dove sia la verità.

Commenti
Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Dom, 09/06/2019 - 20:27

Dovrebbe rinunciare all'alcool , quindi bufala totale.

Ezeckiel

Gio, 13/06/2019 - 13:31

Le donne nell'islam sono complementari agli uomini che possono fare la shahada ,cosa preclusa alle donne,nessuna donna conquistata in guerra dal profeta (vedi jwuarhia safhia barra ebree e cristiane)hanno fatto shahada e nemmeno khadija e aisha politeiste hanno fatto la shahada,semplicemente perché non è necessario che una donna dica di essere musulmana sposa un musulmano è quindi deve fare ciò che le dice il marito punto.anzi due punti.. In più se una donna potesse fare la shahada,e in quei giorni avesse il ciclo,sarebbe impura,e allora.... Le poche conversioni femminili rese pubbliche sono show pubblicitari.

Marcolux

Sab, 15/06/2019 - 16:47

Quanto siete fessi! Una donna convertendosi veramente all'Islam, si auto condanna alla schiavitù. Questa è furba, non scema!