Lorella Cuccarini gela il prete sull'immigrazione: "Ci sono le regole in Italia"

Don Pietro Sigurani ritiene che in Italia non ci siano regole, un pensiero che Lorella Cuccarini disapprova

Nel corso del nuovo appuntamento televisivo di Agorà su RaiTre, la showgirl Lorella Cuccarini ha rilasciato alcune dichiarazioni circa il delicato tema dell'immigrazione ed accoglienza in Italia. La bionda conduttrice ha tenuto a testimoniare che l'Italia sia un Paese accogliente, nonostante i risultati di un sondaggio indetto dalla produzione del programma dicano il contrario, o meglio che l'Italia sia un Paese tendenzialmente razzista.

Lorella Cuccarini si apre sull'mmigrazione a Agorà

La conduttrice "più amata dagli italiani" e showgirl scoperta dallo storico conduttore Pippo Baudo, Lorella Cuccarini, si è aperta a margine dei risultati di un sondaggio indetto al pubblico del programma. Nello specifico, ai microfoni di Serena Bortone, Lorella ha messo a tacere Don Pietro Sigurani, il quale sostiene che in Italia non vi siano regole da rispettare. "Ho girato per l'Italia, da Nord a Sud, ho potuto toccare con mano il pubblico, che sarà anche limitato nel mio caso al numero di persone che incontro nei teatri, e l'Italia è fatta di persone favoreli all'accoglienza- così come sostiene il Vicepremier Matteo Salvini- naturalmente nel rispetto delle regole", queste ultime sono solo alcune delle parole rilasciate da Lorella Cuccarini a margine del risultato del sondaggio sull'immigrazione, secondo cui il razzismo in Italia sarebbe in aumento per il 59% dei voti.

"Ma in Italia non ci sono regole", ha chiosato Don Pietro Sigurani, parole a cui la Cuccarini ha controbattuto, dichirando "Per fortuna, ce le abbiamo le regole".

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook?

Commenti

Reip

Gio, 28/02/2019 - 17:11

E’ proprio grazia alla mancanza di regole e a una magistratura di sinistra protettrice di zingari e finti profughi clandestini delinquenti, che gli italiani diverranno sempre piu’ razzisti e intolleranti! L’italiano naturalmente non e’ razzista, ma lo diventera’, proprio grazie al comportamento imbelle di quelle toghe rosse che illegalmente non condannano gli extracomunitari che commettono reati! La legge deve essere eguale per tutti, e’ un principio fondamentale sul quale si basa il sistema giuridico di ogni civile democrazia! Si trattasse pure di “marziani”, questi dovrebbero pagare il biglietto dell’autobus, del tram e della metro come qualunque altro cittadino! Se pure provenissero dalla “Luna” piuttosto che dall’Africa, chi delinque, chi minaccia, chi violenta, stupra picchia insulta etc deve andare in GALERA! Grazie alla sinistra politica di tolleranza nei confronti solo dei clandestini, in Italia si sta alimentando un nuovo nazifascismo!

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 28/02/2019 - 18:36

Ce l'hanno fatte come le mongolfiere con questa storia del razziamo. Se uno desidera che entrino in Italia solo gli immigrati che ne hanno diritto, che questi abbiano documenti e siano identificabili come non delinquenti, che una volta qui rispettino le regole e non commettano reati, allora diviene per i "buonisti" razzista e fascista.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 28/02/2019 - 18:36

Ce l'hanno fatte come le mongolfiere con questa storia del razziamo. Se uno desidera che entrino in Italia solo gli immigrati che ne hanno diritto, che questi abbiano documenti e siano identificabili come non delinquenti, che una volta qui rispettino le regole e non commettano reati, allora diviene per i "buonisti" razzista e fascista.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 28/02/2019 - 18:36

Ce l'hanno fatte come le mongolfiere con questa storia del razziamo. Se uno desidera che entrino in Italia solo gli immigrati che ne hanno diritto, che questi abbiano documenti e siano identificabili come non delinquenti, che una volta qui rispettino le regole e non commettano reati, allora diviene per i "buonisti" razzista e fascista.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 28/02/2019 - 19:56

Basterebbe amndarli tutti a casa loro. I lgiorno dopo cambierebber o idea,sarebbero i primi razzisti. Classico degli ipocriti comunisti.

killkoms

Gio, 28/02/2019 - 20:27

ci sono leggi e regole da rispettare,il razzismo è una scusa!

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Ven, 01/03/2019 - 00:57

sempre grande Lorella vera patriota Italiana