Il Maurizio Costanzo Show torna in scena, ma "state boni" con il trash

La prima puntata speciale della nuova edizione del talk show rischia di oscurare il ricordo dei tempi (gloriosi) che furono

L'operazione amarcord si è compiuta. Anche stavolta. E dopo il grande ritorno del Karaoke, si riapre il sipario del Maurizio Costanzo Show. "Nostalgia, nostalgia, canaglia" avrebbero cantato Al Bano e Romina. Eppure, il nuovo (ma vecchio) talk show del re della televisione, non ha proposto grandi novità. Sembrava, anzi, di essere passati attraverso un buco temporale catapultati direttamente nel cuore degli anni '90.

Costanzo, ottimo ma annoiato padrone di casa, si spiana la strada con una carrellata di ospiti "caldi": prima tra tutti la moglie Maria De Filippi, regina di cuori della televisione, reduce dal successo di pubblico della prima puntata del serale di Amici. C'erano poi: Mara Venier, la prezzemolina del piccolo schermo; Rocco Siffredi accompagnato dalla moglie che, grazie alle sue "doti artistiche", è fonte inesauribile di doppi sensi e simpatiche gag.

C'era spazio un po' per tutti in questo nuovo esordio del Maurizio Costanzo Show: anche per la rediviva Marina La Rosa, concorrente della prima edizione italiana del Grande Fratello, che in molti avrebbero visto meglio in un programma come Meteore che nel salotto più longevo della tv.

E in questa cornice a tratti trash (in questo il programma non è cambiato di una virgola) si inseriva una Sabrina Ferilli un po' sottotono che, insieme al papà, ha raccontato qualche storiella di vita vissuta tra la provincia laziale ed il successo sul grande schermo.

Momento clou (sicuramente sacrificabile): quello dedicato alle vedove Funari, Corrado e Manfredi. Una sinfonia di ricordi triti e ritriti, rimbalzati, da anni, di salotto in salotto, di rete in rete. E se il remake del Karaoke condotto da Pintus ha fatto scendere un velo d'amarezza sui ricordi di un Fiorello giovane e brioso, unico mattatore delle piazze, non resta che sperare che queste quattro puntate del (nuovo) Maurizio Costanzo Show, non demoliscano il ricordo di un salotto unico ed inimitabile, capace di creare e distruggere personaggi televisivi e politici. Allora fucina inesauribile di trash. Ma senza esserne complice o vittima.

Commenti

marinaio

Lun, 13/04/2015 - 09:59

Ma perchè insistere su questi cadaveri semoventi che non hanno più nulla da dire. I primi anni sì che Costanzo era bravo, poi ha cominciato con il mago d'Arcella, la sensitiva americana, il cangurotto.......

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 13/04/2015 - 12:00

Me lo ricordo ai tempi del la TV in bianco e nero e nei vari anni Mediaset: ed era brillante........ ora, mi spiace dirlo, è penoso...... c'è più brio alla casa di riposo per anziani qui in zona

galerius

Lun, 13/04/2015 - 13:09

Questo 'ritorno' mi aveva incuriosito, lo confesso ; ma la presenza di quegli ospiti mi ha fatto immediatamente pensare all'ultimo Costanzo Show, tutto gossip e personaggi televisivi. Peccato. Avevo un ottimo ricordo del MCS anni '80, fatto di sconosciuti che era divertente e interessante scoprire.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 13/04/2015 - 13:46

ma se non riesce nemmeno a parlare !!! povero uomo sei invecchiato come tanti , ma biascicare non ti rende onore . scrivere risolve molti problemi di parlata , ecco caro giornalista , si ritiri dalla televisione , e scriva i testi da dare ad altri . auguri

niklaus

Lun, 13/04/2015 - 13:50

Uno show narcotizzante e penoso. Un'improvvisazione impossibile da parte di un Costanzo che, naturalmente, non e' che la vaga ombra di se stesso. E sua moglie a fargli da nurse - mancava solo la sedia a rotelle. Ma a chi e' venuto in mente di buttarlo sul palcoscenico alla sua eta'?

giottin

Lun, 13/04/2015 - 13:55

Per fortuna sono solo quattro puntate che non guarderò assolutamente, in quanto a Costanzo è uno capace solo più di bofonchiare e farebbe sicuramente meglio se lo show lo facesse in una casa di riposo.