Naomi Campbell, abito insanguinato: presa di posizione politica

Naomi Campbell ha indossato un abito insanguinato per sensibilizzare su un controllo più efficace delle armi negli Stati Uniti: ecco cosa è accaduto

Naomi Campbell è ricorsa alla moda per fare una dichiarazione politica.

La top model sta presenziando alla London Fashion Week e ha preso parte anche al gala di Fashion for Relief, indossando un abito controverso, come riporta il Daily Star. È apparsa infatti con addosso un vestito bianco con una macchia rossa, come si trattasse di una ferita da arma da fuoco. La scelta del vestito è giunta dopo che Naomi ha preso parte alla festa per il novantesimo compleanno di un produttore di pistole, Gaston Clock, attivo in campagne benefiche a favore dei cavalli - sostenute anche dalla modella.

Il modello di design è stato realizzato da Mowalola per la collezione primavera/estate, tuttavia è stato utilizzato per sensibilizzare su un argomento: la creazione di un futuro migliore, soprattutto per i bambini, per cui Naomi ha scelto di puntare il dito contro l’accesso alle armi negli Stati Uniti. La top model ha anche sciorinato le statistiche sulla violenza armata e detto: “Le nostre comunità e i nostri bambini meritano di vivere in ambienti sicuri in cui non sono minacciati da prevedibile violenza”.

A Fashion for Relief hanno preso parte gli studenti della Elmgreen School, poco lontana dalla città natale di Naomi. Questi ragazzi sono stati invitati a sfilare sulla passerella e la top model ha affermato di essersi sentita ispirata “dal loro atteggiamento positivo e dalla loro determinazione a riuscire”. Naomi ha anche spiegato come un problema globale sia quello dell’istruzione, che va sostenuta con ogni mezzo: in tutto il mondo ci sono 61 milioni di bambini di età inferiore ai 10 anni che non hanno accesso alla scuola.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?