Paola Turci, il tweet critico sulle Olimpiadi scatena gli haters

La cantante cita Roma e la sua “monnezza” per commentare il successo di Milano-Cortina 2026 e si becca una valanga di insulti da molti 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle Lombardia ha proclamato l’assegnazione delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 come “una nostra vittoria” e la cosa non deve essere sfuggita a Paola Turci. La cantautrice ha usato Twitter per commentare questa singolare verità e come risultato, si è beccata una valanga di insulti.

E a Roma, la città più bella del mondo, vanno le olimpiadi della monnezza”: così la Turci ha bollato la questione, facendo ovvio riferimento alla mancata partecipazione della Capitale nella gara per l’assegnazione delle Olimpiadi del 2024, un ritiro fortemente voluto dalla sindaca Virginia Raggi.

Neanche il tempo di cinguettare questo parere che la cantante è stata presa di mira dagli haters, capaci di tirare in ballo persino le cicatrici che l’artista porta ancora sul volto a seguito di un drammatico incidente stradale avvenuto nel 1993.

“Che hai fatto alla faccia?”: Paola Turci insultata sui social

I tuoi tweet fanno quasi più schifo delle canzoni che canti”, “Ma che le è successo alla faccia? Si sniffa la raccolta differenziata dell’umido in piena estate?”, “Tu hai vinto quelle della demenza”, “Al posto della Raggi non dureresti neanche un nano secondo, canta le tue canzonette”, “Solo adesso te ne accorgi? Quando c’era ‘Alemagno’ che faceva le Olimpiadi delle assunzioni di fancazzisti alle municipalizzate, andava tutto bene”: queste alcune delle numerose repliche arrivate.

La Turci non si è scomposta e ha pubblicato gli screenshot con i peggiori messaggi ricevuti. “Nessuno ti trattiene Paolè puoi sempre andare altrove, anzi, per noi romani sarebbe meglio. Unisciti alla Balivo, alla Isoardi e anche a Salvini, nessuno vi trattiene a Roma, potete tranquillamente levarvi dai coglioni. Quando c’era mafia capitale nessuno di voi parlava...”, le scrive un presunto follower. Al quale la diretta interessata risponde così: “Questo gentile signore svela il segreto per essere felici: quando si passa tra i rifiuti rallegrarsi pensando ‘che bello, mafia capitale non c’è più’”.

Commenti

ectario

Mar, 25/06/2019 - 19:31

5stalle, la vostra faina a Roma ha fatto e fa più danni di Attila. La "nostra", dal basso della sua conclamata disonestà, ha voluto occupare , e tigna ancora senza dignità, lo scranno che le da 200.000/anno, benefit e pensione. Per un'incapace e disonesta totale è la vincita al win for life ai danni di 3000 anni di storia unica al mondo, e del 65% dei romani che non l'hanno votata. A Milano arriveranno 3 MLD e tanto lavoro, in una città già ricca e organizzata di suo, pure dopo gli altri MLD dall'Expo. A Roma, abbiamo la faina, che ha fatto spallucce a 5 MLD oltre tanto altro, tanto lavoro e nuovo rinascimento della città. Ma con questa disgrazia planetaria capita su questa città, gli stallati parlano pure?

Ritratto di camerata.ghigno

camerata.ghigno

Mar, 25/06/2019 - 19:37

Ha solo che ragione.

Ritratto di iononmollo

iononmollo

Mar, 25/06/2019 - 22:32

Ha semplicemente detto la verità, e questo ai 5stalle brucia, parecchio.

maxmado

Mer, 26/06/2019 - 07:28

Sicuramente il disastro Roma ha radici profonde, ben prima di Alemanno, alla fine sono stati i Romani a scegliersi buffoni alla Vetroni come sindaci. La Raggi purtroppo per i Romani non è il fenomeno che ci vorrebbe per uscire da decenni di declino. A Milano per nostra fortuna incapaci alla Pisapirla durano al massimo un mandato e comunque sono impossibilitati dal fare disastri assoluti perchè la macchina amministrativa gira, magari non al massimo, ma almeno non è inchiodata o non gira al contrario come faceva e fa tuttora la macchina amministrativa di Roma.

veromario

Mer, 26/06/2019 - 08:42

è inutile che facciano gli offesi,basta accendere il televisore,stando attenti ,perché i rifiuti esondano anche dalla tv.