La parola è legge! E ora il Talmud (grazie anche al Cnr) si legge in italiano

Luigi MascheroniÈ un libro fondamentale della tradizione ebraica, e uno dei testi sacri più famosi al mondo. Eppure, fino a oggi, il Talmud - un'opera divisa in due parti, la Mishnah scritta in ebraico e la Ghemara in aramaico, che nei suoi strati più antichi risale a oltre duemila anni fa e consiste nella raccolta degli insegnamenti dei maestri del popolo di Israele - era tradotto soltanto in ebraico moderno, tedesco e inglese. Ora anche in italiano.Principalmente di argomento giuridico-religioso, il Talmud, di cui esiste una redazione babilonese, più ampia, e una detta «di Gerusalemme», contiene informazioni di carattere scientifico - dall'astronomia alla botanica - e poi storico, esegetico, leggendario... Insomma, molto più di una raccolta di norme e interpretazioni della legge ebraica. A maggior ragione quindi patrimonio dell'umanità. «Se la Bibbia è il sole, il Talmud è la sua luna che ne riflette la luce», ha detto Rabbi Norman Solomon.Opera smisurata (il Talmud babilonese ha un totale di 2711 fogli fronte-recto, quindi 5422 delle «nostre» pagine), collettiva (è l'espressione più alta della cultura rabbinica), maledetto (la Chiesa cattolica non ha risparmiato anatemi e roghi), e a suo modo testo filosofico (è di fatto la registrazione delle discussioni tra i Maestri, che procedono secondo il metodo domanda-risposta e delle obiezioni, dove si dice che neppure Dio può avere l'ultima parola...), il Talmud è diviso in diversi trattati. La pubblicazione da parte della casa editrice Giuntina del Trattato di Rosh haShanà è la prima tappa del gigantesco progetto di traduzione integrale del Talmud in italiano, curato da Rav Riccardo Di Segni e reso possibile da un sofisticato sistema informatico messo a punto dal Cnr e che aiuta il lavoro di 50 studiosi coordinati da Clelia Piperno. La prima copia del Trattato di Rosh haShanà, cui seguiranno nei prossimi anni tutte le altre parti del Talmud in italiano, sarà presentata martedì prossimo, 5 aprile, all'Accademia dei Lincei a Roma, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.Tra parentesi, più traduzioni «scientifiche» esistono del Talmud, meno possibilità ci saranno per gli antisemiti che utilizzano in malafede traduzioni erronee o citazioni selettive per distorcere il significato del testo ebraico. Esempio di come le peggiori violenze si battono solo coi libri.