Piero Pelù il suo "Picnic" con le parole di Greta

Di certo Piero Pelù non è uno che le manda a dire. Ha sempre avuto le idee chiare e le ha espresse urlando il suo rock con i Litfiba oppure da solista. Così stavolta torna quasi all'improvviso con il brano Picnic all'inferno che è un inno ambientalista arricchito dalla voce di Greta Thunberg e dalle parole del suo discorso a Katowice neanche un anno fa, nel dicembre 2018. «Mio fratello - spiega Pelù in formissima con un paio di splendidi stivali da rocker vecchio stile - è entrato in contatto con la famiglia di Greta, che lo segue in modo molto stretto. Hanno voluto ascoltare il mio brano e poi, dopo un po' di tempo, hanno dato l'ok per l'utilizzo della parole di Greta. Con lei finora ci sono stati contatti soltanto di questo tipo, non ci siamo mai incontrati finora». Quando parla, Pelù ha lo stesso furore che mostra sul palco. Si vede che ci crede. E non ha paura che qualcuno possa pensare a una sua scelta opportunistica: «Da sempre sono vicino ai temi ambientalisti e anche nella mia vita di tutti i giorni, cerco di evitare inquinamento. Vado anche a pulire le spiagge, che sono piene di plastica», spiega. A ispirarlo per la prima volta su questo tema è stato Il ragazzo della via Gluck di Adriano Celentano che è «sicuramente l'autore italiano più sensibile in questo campo».

Dopotutto, sia da solista che con i Litfiba, Piero Pelù ha spesso affrontato questo tipo di argomenti (in Peste o Woda Woda o Stesso futuro, ad esempio) e quindi Picnic all'inferno è l'evoluzione naturale di questo percorso 8e il video sarà presentato domani a Imaginaction a Ravenna). E il brano sarà anche nella scaletta dei concerti che lui, neo sposo a 57 anni, inizierà il 13 novembre all'Atlantico di Roma per finire alla Tuscany Hall di Firenze. «Sarò con i Bandidos, che sono i musicisti che mi accompagnano dal vivo quando non vado in tour con i Litfiba». Intanto di prepara a festeggiare nel 2020 i quaranta anni di carriera e lo farà probabilmente con un nuovo disco dei Litfiba e una lunghissima serie di concerti.

Commenti

ruggerobarretti

Gio, 10/10/2019 - 09:35

Ok per l'inquinamento Piero, ma i cambiamenti climatici, o suvvia non fare il bischero!!!!!

Gio56

Gio, 10/10/2019 - 11:35

Esatto ruggerobarretti,noi con l'iquinamento ci mettiamo del nostro, ma non sento nessuno di questi"esperti"che dicano qualcosa "sull'imminente glaciazione" di cui parlavano gli scienziati negli anni 70.

ruggerobarretti

Gio, 10/10/2019 - 11:57

Anni 70??? E quelli degli anni 30 che alternavano glaciazione e scioglimento del totale dell'Artico nel giro di pochi anni????