La risposta di Asia Argento a chi la critica per gli stupri di Weinstein

L'attrice pubblica su Instagram uno scatto in cui mostra il dito medio: "Questo è per gli italiani che mi accusano di essermi cercata la violenza da parte di Weinstein"

"Questo dito medio è per quegli italiani - ripeto: italiani - che accusano di essermi cercata la violenza subita da ragazza perché non sono scappata e perché non ho denunciato prima".

È la risposta di Asia Argento a chi la critica per aver rivelato solo ora le violenze subite da Harvey Weinstein. "È colpa di persone come voi se le donne hanno paura di raccontare la verità", scrive ancora la figlia di Dario Argento nel suo post su Instagram, "Dal resto del mondo ricevo solo parole di solidarietà e conforto, nel mio paese vengo chiamata troia. Vergognatevi, tutti. Siete dei mostri"

Nel 1997 la Argento aveva raccontato la sua storia alla cronista del Giornale Daniela Fedi. Ma aveva deciso di tacere: "Quel ciccione schifoso è così potente che la passerebbe liscia", si era sfogata, "A Monica Levinsky credono solo perché ha tenuto via il vestito. Perderei la stima di Abel. Non ci posso nemmeno pensare".

Commenti

Giorgio Rubiu

Ven, 13/10/2017 - 17:11

La domanda, cara Asia, è legittima. Perché tu (e le altre) denunciate i fatti solo adesso? Quante scritture avete ottenuto (e milioni in retribuzioni cinematografiche) lasciandovi "stuprare" senza dire niente? Una forma di prostituzione molto ben pagata. Non serve che ti dica che anche noi abbiamo un dito medio, anzi due. Chi di "medio" ferisce....

frabelli1

Ven, 13/10/2017 - 18:04

Perché non lo fece a Weinstein?! Perché non disse di no? Secondo me oggi anche chi Weinstein non l'ha mai neppure incontrato spara contro, è di moda.

Vigar

Ven, 13/10/2017 - 18:32

Una vera signora, non c'è che dire.

toni175

Ven, 13/10/2017 - 19:33

non hai cercato la violenza, l'hai solo data per far carriera. Ben diverso.

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Ven, 13/10/2017 - 20:29

hai poco da fare il dito medio... era meglio tacere

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 14/10/2017 - 10:17

oggi lo chiamano stupro, ai miei tempi si chiamava marchetta

antonmessina

Sab, 14/10/2017 - 11:17

che atteggiamento da vera signora in questa foto ! e comunque pare che sia stata l'amante del tizio per oltre 5 anni :D e sta di fatto che di carriera ne ha fatta :D

Klotz1960

Sab, 14/10/2017 - 12:21

Ma certo. Weinstein che spingeva alla prostituzione e' un porco abusivo, ma le donne che hanno accettato di prostituirsi per milioni di dollari sono invece delle eroine, delle povere vittime. Come dire, logica cartesiana e morale inattaccabile.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 14/10/2017 - 17:52

@Giorgio Rubiu:certo.Denunciare allora la "richiesta indecente" di andare a letto,per fare carriera,avrebbe significato,il NON farla...Ora invece(che di "carriera" ne ha fatta),si è voluta togliere il sassolino,rifarsi la verginità,accusando il "mostro",perchè a questo punto,non può più farle del male,pregiudicare la sua "carriera".....Bella coerenza!!!...E poi alza anche il dito medio!!!...